Voi siete qui: Home > frutta > coltivare kiwi



La frutta dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Kiwi


Kiwi o Actinidia - Denominazione comune di un piccolo albero rampicante, originario del Sudest asiatico, e del suo frutto commestibile. Il frutto, una drupa ovoidale dalla buccia rugosa di colore marrone-verdastro, ha polpa di un verde caratteristico, punteggiata di minuscoli semi, violacei o neri, disposti intorno a un cuore biancastro.

Introduzione al kiwi. Cos'è il kiwi?
Il kiwi è una piccola e succosa frutta originaria della Cina, conosciuta anche come "actinidia" a causa del nome scientifico del suo genere.
Il termine "kiwi" è spesso utilizzato per riferirsi a due specie specifiche di actinidia:
l'Actinidia deliciosa, comunemente chiamato kiwi verde, e l'Actinidia chinensis, noto come kiwi dorato. Entrambe le varietà sono apprezzate per il loro sapore unico, dolce e leggermente acidulo.

La polpa del kiwi è di colore verde brillante e presenta piccoli semi neri commestibili sparsi al suo interno. La buccia è generalmente marrone e pelosa, ma il kiwi dorato ha una buccia più sottile e liscia, di colore dorato o marrone chiaro.

Il kiwi è noto per essere una fonte eccellente di vitamina C, vitamina K, vitamina E, fibra e altri nutrienti essenziali. La sua elevata quantità di antiossidanti può contribuire alla salute generale e al sistema immunitario.

Origini e storia del kiwi
Il kiwi, o actinidia, ha origini in Cina, dove è conosciuto da secoli. La sua storia risale a oltre 700 anni fa, quando veniva coltivato nella provincia cinese di Shaanxi. Gli abitanti locali lo consideravano una prelibatezza e ne apprezzavano sia il sapore che le presunte proprietà medicinali.

Il frutto ha iniziato a diffondersi in altre parti del mondo attraverso la via della seta e altri scambi commerciali. Nel corso del tempo, il kiwi ha raggiunto altre regioni dell'Asia, come il Giappone e la Nuova Zelanda. La frutta ha ottenuto il suo nome comune, "kiwi", in onore dell'uccello nazionale della Nuova Zelanda, il kiwi, che ha una superficie simile alla buccia pelosa del frutto.

La diffusione del kiwi in Nuova Zelanda è particolarmente interessante. All'inizio del XX secolo, alcune piante di kiwi furono importate in Nuova Zelanda, ma la coltivazione su larga scala iniziò negli anni '50 e '60. La Nuova Zelanda ha fornito un clima favorevole e terreni adatti per la coltivazione del kiwi, e il paese divenne rapidamente uno dei principali produttori mondiali di questa frutta.

Oggi, il kiwi è coltivato in molte parti del mondo, inclusi paesi come l'Italia, il Cile, la Francia, gli Stati Uniti e molti altri. La sua popolarità è cresciuta grazie al suo sapore unico e ai benefici per la salute associati alla sua ricchezza di nutrienti.



Kiwi coltivazione



Classificazione botanica del kiwi
Il kiwi è una pianta appartenente al regno vegetale, classe Angiospermae (piante con fiori), ordine Caryophyllales, famiglia Actinidiaceae.

Il genere Actinidia include circa 60 specie di piante native dell'Asia orientale e del Pacifico, delle quali Actinidia deliciosa è la specie più nota e coltivata a livello commerciale per la produzione di frutti.

La classificazione botanica completa del kiwi è quindi:
* Regno: Plantae (piante)
* Classe: Angiospermae (piante con fiori)
* Ordine: Caryophyllales
* Famiglia: Actinidiaceae
* Genere: Actinidia
* Specie: Actinidia deliciosa

In sintesi, il kiwi è una pianta angiosperma dicotiledone appartenente alla famiglia Actinidiaceae, originaria dell'Asia orientale e del Pacifico, nota per i suoi frutti commestibili e ricchi di vitamine e antiossidanti.

Descrizione della pianta del kiwi
La pianta del kiwi è caratterizzata da un fusto sottile e ramoso, che può raggiungere i 10 metri di lunghezza. Le foglie sono grandi, di forma ovale o lanceolata, e di colore verde brillante. I fiori sono piccoli e gialli, e compaiono in primavera.

Il frutto del kiwi è una bacca di forma ovale, di colore verde o giallo. La polpa è carnosa e succosa, e ha un sapore dolce e acidulo. Il frutto del kiwi è ricco di vitamina C, fibre e potassio.

La pianta del kiwi è una pianta rustica, che può essere coltivata in diverse zone climatiche. Preferisce i terreni freschi, ben drenati e ricchi di sostanza organica. La pianta del kiwi necessita di irrigazioni regolari, soprattutto durante il periodo di crescita e fruttificazione.

Coltivazione del kiwi
La coltivazione del kiwi è possibile in diverse zone climatiche, ma la pianta si adatta meglio a climi miti, con inverni non troppo freddi. La temperatura minima tollerata è di -15°C, ma le gelate tardive primaverili possono danneggiare la fioritura e la fruttificazione.

Il terreno ideale per la coltivazione del kiwi è fresco, ben drenato e ricco di sostanza organica. La pH ottimale del terreno è compresa tra 5,5 e 6,5.

La pianta del kiwi può essere coltivata in pieno sole o in ombra parziale. In zone molto calde, è consigliabile coltivare il kiwi in ombra parziale, per evitare che la pianta si surriscaldi.

La pianta del kiwi necessita di irrigazioni regolari, soprattutto durante il periodo di crescita e fruttificazione. Le irrigazioni devono essere effettuate con moderazione, evitando di creare ristagni idrici.

La potatura è una pratica importante per la coltivazione del kiwi. La potatura serve a favorire la produzione di frutti e a mantenere la pianta in buona salute. La potatura del kiwi si effettua in inverno, dopo la raccolta dei frutti.

La raccolta del kiwi avviene in autunno, quando il frutto è ben maturo. I frutti si raccolgono a mano, facendo attenzione a non danneggiarli.

Ecco alcuni consigli per la coltivazione del kiwi:
Scegli una varietà di kiwi adatta al clima della tua zona.
Prepara il terreno concimandolo con sostanza organica.
Annaffia regolarmente la pianta, soprattutto durante il periodo di crescita e fruttificazione.
Pota la pianta in inverno, dopo la raccolta dei frutti.
Raccogli i frutti quando sono ben maturi.

Raccolta e conservazione del kiwi
La raccolta del kiwi avviene in autunno, quando il frutto è ben maturo. Il periodo di raccolta varia a seconda della varietà di kiwi e delle condizioni climatiche. In Italia, la raccolta del kiwi inizia a fine ottobre e può durare fino a dicembre.

Per capire se il kiwi è maturo, è possibile osservare il colore della buccia. La buccia del kiwi maturo è di colore verde chiaro o giallo, e la polpa è morbida e succosa. È anche possibile tastare il frutto: il kiwi maturo è leggermente cedevole alla pressione.

I kiwi si raccolgono a mano, utilizzando delle cesoie o un coltello. È importante tagliare il peduncolo del frutto, senza strapparlo.

I kiwi possono essere conservati a temperatura ambiente per un periodo di 7-10 giorni. Per conservarli più a lungo, è possibile riporli in frigorifero, dove si conservano per circa 2 settimane.

I kiwi possono anche essere congelati. Per congelare i kiwi, è necessario sbucciarli e tagliarli a fette o a cubetti. I kiwi congelati si conservano per circa 6 mesi.

Consigli per la conservazione
Per conservare i kiwi in modo ottimale, è importante seguire questi consigli:
- Metti i kiwi in un luogo fresco, asciutto e buio.
- Evita di conservare i kiwi a contatto con altri frutti che producono etilene, come le mele o le banane.
- Non lavare i kiwi prima di conservarli.

Se i kiwi sono ancora acerbi, è possibile accelerarne la maturazione mettendoli in un sacchetto di carta insieme a mele o banane. L'etilene prodotto da questi frutti accelera la maturazione del kiwi.

Proprietà nutrizionali, Consumi del kiwi
Il kiwi è un frutto ricco di nutrienti e vitamine. È particolarmente noto per il suo alto contenuto di vitamina C, che può aiutare a sostenere il sistema immunitario e a proteggere contro le malattie. Oltre alla vitamina C, il kiwi contiene anche vitamina K, vitamina E, potassio, fibre e antiossidanti.

Dal punto di vista nutrizionale, 100 grammi di kiwi forniscono circa 61 calorie, 1.1 grammi di proteine, 0.5 grammi di grassi e 14.7 grammi di carboidrati, di cui 3 grammi sono fibre.

I kiwi possono essere consumati freschi, aggiunti a insalate di frutta, frullati o succhi. Possono anche essere utilizzati per preparare dolci, marmellate o salse. Inoltre, il kiwi è un ingrediente popolare in molte ricette di cucina asiatica.

I consumi di kiwi variano a seconda della regione e della stagione. Ad esempio, in Nuova Zelanda, dove il frutto è originario, il consumo di kiwi è particolarmente alto. Tuttavia, il kiwi è ora coltivato in molte altre parti del mondo e è ampiamente disponibile nei supermercati durante tutto l'anno.



Kiwi frutto



Curiosità e Consigli sul kiwi
Ecco alcune curiosità e consigli sul kiwi:

- Origine: Il kiwi è originario della Cina, dove era conosciuto come "mela del fiume Yangtze". È stato introdotto in Nuova Zelanda alla fine del XIX secolo, da cui ha preso il nome attuale.

- Maturazione: Il frutto è pronto per essere consumato quando è leggermente morbido al tatto. Se è troppo duro, lasciarlo maturare a temperatura ambiente per alcuni giorni. Una volta maturo, conservarlo in frigorifero per prolungarne la freschezza.

- Consumo della buccia: La buccia del kiwi è commestibile e ricca di fibre, vitamine e antiossidanti. Tuttavia, molte persone preferiscono sbucciarlo prima di mangiarlo.

- Proprietà digestive: Il kiwi contiene enzimi naturali che possono aiutare la digestione, rendendolo un ottimo frutto da consumare dopo i pasti.

- Conservazione: Per conservare il kiwi fresco più a lungo, evitare di conservarlo vicino ad altri frutti che emettono etilene, un gas che accelera la maturazione. Inoltre, evitare di esporlo alla luce diretta del sole.

- Utilizzo in cucina: Oltre a essere consumato fresco, il kiwi può essere utilizzato per preparare salse per condire carne o pesce, aggiunto a insalate, frullati o spremuto per fare succhi.

- Valori nutrizionali: Il kiwi è ricco di vitamina C, vitamina K, potassio e fibre, rendendolo il frutto ideale per una dieta equilibrata.

Libri & manuali:
- I consigli del giardiniere:
Coltivare le varietà migliori di kiwi nel frutteto

- I migliori libri di Frutta e Frutteto su Amazon.it

- Libri sulle Piante da Frutta, su IBS.it
Alcuni libri sulle piante da frutta:

Guida illustrata agli alimenti vegetali.

I cibi vegetali hanno un ruolo fondamentale nella nostra alimentazione, ma che cosa sappiamo veramente su di loro? Questa guida illustrata agli alimenti vegetali di tutto il mondo esplora le origini, la storia, le caratteristiche botaniche e gli usi culinari di centinaia di frutta, verdura, cereali, frutta secca, oli, zuccheri, bevande, erbe aromatiche e spezie.

Dieta e salute con gli alimenti vegetali. Alimentazione sana con cereali, legumi, ortaggi e frutta

La specie cui apparteniamo, denominata Homo sapiens sapiens, è comparsa circa 40.000 anni fa, e da allora ha mantenuto praticamente inalterate le caratteristiche anatomo-fisiologiche che la contraddistinsero fino dalla sua origine. Nel frattempo però, l'uomo è passato dalla vita nelle caverne alla conquista dello spazio, e la sua alimentazione ha subito variazioni non meno eclatanti, superando di gran lunga le possibilità adattative del proprio apparato digerente. Questo libro descrive in modo chiaro e accessibile le regole basilari di un'alimentazione che rispetta le esigenze del nostro organismo, e presenta i cereali, i legumi, gli ortaggi e i frutti di uso più comune nell'alimentazione dell'uomo moderno..





Guida pratica sulla coltivazione della forsythia: il fiore che annuncia l\'arrivo della primavera


La forsythia è un fiore che incanta con la sua bellezza e il suo colore vivace, segnando l'arrivo della primavera con i suoi fiori gialli brillanti. Se sei un appassionato di giardinaggio e desideri aggiungere un tocco di primavera al tuo spazio verde, coltivare la forsythia potrebbe essere la scelta perfetta.

VAI AL SITO


Aglio sempre fresco tutto l\'anno: come coltivarlo in casa, tutti i passaggi


L'aglio è un ingrediente versatile e salutare che viene utilizzato in molte ricette tradizionali. Ma cosa succede se desideri avere aglio fresco tutto l'anno senza doverlo acquistare costantemente? La soluzione è semplice: coltivarlo in casa!

VAI AL SITO


I 7 frutti che migliorano la pelle del viso, donandole luminosità, morbidezza e chiarezza


La cura della pelle è un aspetto fondamentale per mantenere un aspetto giovane e sano. Oltre ai prodotti cosmetici tradizionali, la natura ci offre una vasta gamma di ingredienti naturali che possono migliorare la salute e l'aspetto della nostra pelle.

VAI AL SITO


La Passiflora: la pianta della passione, come coltivarla e prendersene cura


La Passiflora, nota anche come fiore della passione, è una pianta rampicante originaria dell'America tropicale. Questa pianta è apprezzata per la sua bellezza unica e per la sua capacità di crescere rapidamente, rendendola una scelta popolare per chi desidera creare una parete verde o un'area fiorita in giardino. In questo articolo, ti forniremo una guida completa su come piantare, coltivare e prenderti cura della Passiflora.

VAI AL SITO


Le nuove offerte Geox con sconti fino al 70%


Una vasta selezione di prodotti scontati, dove trovare abbigliamento, scarpe, accessori e molto altro ancora a prezzi convenienti.


Non perdere l'opportunità di visitare questa pagina e approfittare delle offerte esclusive disponibili.


Acquista ora e risparmia sui tuoi acquisti di moda!

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram