ortoegiardino, giardinaggio Home Page


Voi siete qui: Home > frutta > dalla n alla p



la mela
Coltivare la Frutta: dalla n alla p







La frutta dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z





il nespolo

Nespolo - Denominazione comune di un albero sempreverde della famiglia delle Rosacee, coltivato per il frutto pregiato, la nespola, costituita da un pomo, giallognolo o arancione, dalla polpa dolciastra. Il nespolo del Giappone è originario dell'Estremo Oriente, ma viene coltivato anche nelle regioni meridionali dell'Europa e degli Stati Uniti. In natura la pianta può raggiungere anche 10 m d'altezza; nei frutteti industriali essa viene, tuttavia, potata e allevata a un'altezza di 4 m circa. È caratterizzata da grandi foglie con nervature molto evidenti e da fiori bianchi e profumati, coperti da una fitta peluria lanosa e riuniti in pannocchie piramidali.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su nespolo



La pesca nettarina

Nettarina - Albero da frutto originario degli Stati Uniti, sviluppato per ibridazione dal pesco comune. Produce frutti carnosi, chiamati pesche noci, che a differenza delle pesche non ibridate hanno la pelle liscia e levigata, mentre in comune con esse hanno il colore, le dimensioni, il seme e il sapore. Dai semi dei peschi comuni possono a volte svilupparsi casualmente alberi che portano anche pesche noci, mentre dai nettarini si sviluppano piante di pesco comune oppure di nettarine. Per questa situazione d'incertezza, alla moltiplicazione da seme i frutticoltori preferiscono il sistema di riproduzione offerto dall'innesto su alberi di pesco.

... vedi scheda completa su nettarina



il noce

Noce - Pianta arborea fiorifera, originaria dell'Asia occidentale e coltivata in tutto il mondo per il legno pregiato e per il frutto molto gustoso. Il noce (Juglans regia) appartiene alla famiglia delle Iuglandacee, che comprende circa 60 specie distribuite principalmente nelle zone settentrionali temperate, ma anche nelle regioni tropicali americane e asiatiche.

Le Iuglandacee appartengono all'ordine delle Iuglandali, tutte caratterizzate da foglie, pennate e composte, e da gemme, frutti e fiori ricoperti da peli giallognoli. I fiori unisessuali sono singolarmente poco appariscenti e privi di petali; si trovano riuniti in fitte pannocchie, o infiorescenze, chiamate spighe o amenti, con brattee generalmente più appariscenti dei fiori singoli.
I frutti sono acheni a seme solitario o nocciolo bivalve.

Classificazione scientifica:
Le varie specie di noce sono classificate nel genere Juglans, della famiglia delle Iuglandacee e dell'ordine delle Iuglandali.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su noce



il nocciolo

Noccciolo - albero o arbusto (Corylus avellana) della famiglia delle Betulacee; foglie arrotondate a margine seghettato; fiori maschili in amenti cilindrici, femminili in gruppetti gemmiformi; frutto commestibile (nocciola); i semi, detti anch'essi nocciole, sono oleosi e commestibili. L'autunno è il momento migliore per piantare un nocciolo perche' avrà ancora tempo di sviluppare le radici prima del gelo invernale.

... vedi scheda completa su nocciolo



l'olivo

Olivo - Denominazione comune di una specie di piante appartenenti alla famiglia delle Oleacee. La famiglia delle Oleacee è formata in prevalenza da dicotiledoni di piccole dimensioni, dal portamento arbustivo o arboreo, cui si aggiungono poche specie rampicanti.

Quasi tutte hanno foglie opposte, semplici, come nel caso del lillà e della forsizia, oppure composte, cioè formate da numerose foglioline, come nel caso del frassino. La struttura del fiore è piuttosto uniforme fra i vari membri della famiglia, anche se esistono delle varianti. In genere i fiori hanno quattro sepali (verticillo esterno) e quattro petali (verticillo interno); due stami (organo maschile), fusi alla superficie interna dei petali, e un unico ovario supero (cioè posto in alto e separato dalle altre parti del fiore). Il frutto, che si sviluppa nell'ovario dopo la fecondazione, può assumere forme molto diverse, ma in genere ha un solo seme.

Fra i diversi tipi di frutto si ricorda l'oliva, una drupa con un seme di consistenza legnosa, circondato da una polpa morbida; la samara del frassino, un achenio alato; il frutto del lillà, una capsula secca e deiscente (cioè che si dischiude alla maturità). Viene coltivato per il frutto, che può essere consumato in salamoia o spremuto per ottenere l'olio. I frutti freschi e maturi che vengono spremuti contengono circa il 20% di olio: quest'ultimo viene commercializzato e utilizzato sia come olio da tavola da consumare crudo, sia per la cottura dei cibi.

Le olive da tavola vengono messe in salamoia sia mature, sia acerbe; le olive mature, quando sono fresche sono nero-bluastre e durante la macerazione in salamoia diventano nere. Il seme, o nocciolo, spesso viene eliminato per farcire l'oliva con peperoni, aglio o acciughe. Il legno dell'olivo coltivato è molto duro e presenta striature che lo rendono pregiato e adatto a lavori di ebanisteria. Classificazione scientifica: L'olivo e le altre specie del genere Olea appartengono alla famiglia delle Oleacee, ordine Ligustrali.





Libri & manuali:

... vedi scheda completa su olivo



il pero

Pero - Denominazione comune delle specie arboree appartenenti al genere Pyrus della famiglia delle Rosacee. Il pero comune è originario dell'Europa, mentre il Pyrus pyrifolia cresce spontaneo in Cina, Mongolia e Giappone. Entrambe le specie sono coltivate estensivamente nelle regioni temperate, dal clima fresco e umido di tutto il mondo, per ricavarne i frutti. Il pero coltivato raggiunge l'altezza di circa 9 metri e uno spessore di circa 30 centimetri di diametro nel tronco. La foglia è ovale e semplice e, a differenza della foglia del melo, liscia e lucente. I fiori sono bianchi e riuniti in un'infiorescenza terminale a corimbo, che porta da 7 a 15 fiori; hanno cinque petali, cinque sepali, molti stami e un unico pistillo. Il frutto, la pera, è un falso frutto detto pomo, più succoso della mela; la forma varia da quella tipica, piriforme, a quella compressa della mela. La buccia può variare di spessore e di colore, dal giallo al verde e dal rosso al marrone, a seconda delle varietà.

Nelle pere acerbe la polpa, di sapore variabile nelle diverse varietà, contiene numerose celle sclerificate. Le pere vengono raccolte prima della maturazione e lasciate maturare nei frigoriferi in cui vengono conservate; possono essere consumate fresche, in scatola o essiccate. Contengono circa il 16% di zuccheri, trascurabili quantità di grassi e proteine, diverse vitamine del gruppo B e acido ascorbico, nonché basse concentrazioni di fosforo e iodio.

Quasi tutte le varietà di pero possono essere coltivate nella qualità standard o nana. Le qualità nane si ottengono innestando un pero su un cosiddetto portainnesto, che può essere un franco, un cotogno o un biancospino. Le diverse varietà possono essere distinte sia in base alla destinazione del prodotto (da tavola, da cuocere o da marmellata), che per l'epoca di maturazione (estiva, autunnale, invernale). La varietà "Duchessa d'Angoulême" produce, ad esempio, una pera da dessert e viene in genere coltivata come qualità nana.

Altre varietà sono le "William", il "Trionfo di Vienna" e la "Butirra Hardy", che maturano da luglio a settembre e sono poco conservabili. Tra le varietà autunnali sono da ricordare le "Kaiser" e le "Decane del Comizio". La "Decana d'Inverno" e la "Bergamotta d'Esperen" maturano, invece, in inverno e si conservano a lungo.



Libri & manuali:



... vedi scheda completa su pero



il pesco

Pesco - Denominazione comune di un albero da frutto a foglie decidue della famiglia delle Rosacee. Il pesco, che si ritiene sia originario della Cina, è coltivato nelle regioni temperate e subtropicali di tutto il mondo.

Il frutto, la pesca, contiene un nocciolo ricoperto di polpa succosa, che quando giunge a maturazione ha un aroma gradevole. L'albero è moderatamente alto, dall'apparato radicale superficiale e dalla chioma più o meno ampia, a seconda della varietà. Le circa 300 varietà coltivate possono essere suddivise in base al tempo di maturazione, alla forma del frutto, alla colorazione della polpa e all'aderenza o meno della polpa al nocciolo.

Si ricordano le varietà "Sunrise", a polpa gialla, e "Sant'Anna Balducci", a polpa bianca. La nettarina o pescanoce è una varietà di pesca di origine americana, oggi molto diffusa anche in Europa. Il pesco non è un albero longevo e in genere non supera i 30 anni di vita. Gli Stati Uniti e l'Italia sono i principali produttori mondiali di pesche, che vengono anche commercializzate sotto forma di frutta sciroppata o al naturale, nelle conserve.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su pesco



il pompelmo

Pompelmo - Albero di media altezza appartenente al gruppo degli agrumi della famiglia delle rutacee, originaria dell'estremo Oriente e largamente coltivato in tutte le zone subtropicali per i frutti a grappolo commestibili.

Il frutto della Citrus paradisi, simile all'arancia ma più grande e con la buccia e la polpa colore giallo chiaro dal  succo acidulo e amarognolo, tuttavia gradevole (specialmente con un po'' di zucchero!!): può essere consumato fresco per colazione, come antipasto o come  frutta, oppure spremuto come bevanda tonica.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su pompelmo



I consigli del giardiniere:
Le migliori piante da frutto le trovi in vendita online su Amazon.



- I migliori libri su Frutta e Frutteto su Amazon.it
(Sconti reali fino al 50% e spedizione Gratis!)

- Libri Piante da frutta su IBS.it





Iscriviti alla newsletter
Orto e Giardino