Voi siete qui: Home > piante da esterno > coltivare oleandro







Le Piante da giardino dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Oleandro


Oleandro - (Nerium Oleander)
Arbusto cespuglioso sempreverde. Le foglie lanceolate sono coriacee. I fiori, con cinque lobi appiattiti semplici e doppi, sono larghi dai 2-4 cm; compaiono da giugno a settembre su racemi terminali. Il loro colore varia dal bianco al rosso, passando da molte tonalita' di rosa, al giallo, all'albicocca a seconda della varieta'. In genere sono profumati. E' spesso coltivato per ornamento e per realizzare bordure stradali.

Introduzione all'Oleandro: Descrizione generale della pianta, Origini e diffusione
L'oleandro, noto scientificamente come Nerium oleander, è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Apocinaceae. E' una delle piante ornamentali più comuni e popolari al mondo, grazie alla sua bellezza e resistenza.

L'oleandro è caratterizzato da foglie lunghe e strette, di colore verde scuro, che crescono in modo opposto lungo i rami. I fiori sono grandi e vistosi, con petali di colore bianco, rosa, rosso o giallo. La pianta può raggiungere un'altezza di circa 2-3 metri e si sviluppa in modo arbustivo o a forma di albero, a seconda della varietà.
Questa pianta è originaria delle regioni mediterranee, in particolare del bacino del Mediterraneo e dell'Asia occidentale. Tuttavia, grazie alla sua resistenza e adattabilità, l'oleandro è stato introdotto in molte altre parti del mondo, compresi i climi tropicali e subtropicali. Oggi è ampiamente diffuso in tutto il Mediterraneo, ma si trova anche in Nord America, Sud America, Africa e Asia.

L'oleandro è una pianta molto resistente e tollerante alla siccità, al caldo e al vento. è in grado di crescere in diversi tipi di terreno, anche se preferisce quelli ben drenati. è una pianta che richiede poca manutenzione e può sopravvivere anche in condizioni ambientali avverse.
Tuttavia, è importante notare che tutte le parti dell'oleandro sono altamente tossiche se ingerite. Le foglie, i fiori e persino la linfa della pianta contengono sostanze velenose che possono causare gravi intossicazioni. Pertanto, è necessario fare attenzione quando si coltiva l'oleandro, soprattutto se ci sono bambini o animali domestici in casa.

Nonostante la sua tossicità, l'oleandro è ancora molto apprezzato come pianta ornamentale per i suoi fiori colorati e la sua capacità di resistere a condizioni ambientali difficili. è spesso utilizzato per decorare giardini, parchi e strade, ma può anche essere coltivato in vaso come pianta da interno.
In conclusione, l'oleandro è una pianta sempreverde molto diffusa e apprezzata per la sua bellezza e resistenza. Originaria delle regioni mediterranee, si è diffusa in molte altre parti del mondo grazie alla sua adattabilità. Tuttavia, è importante ricordare la sua tossicità e prendere le precauzioni necessarie quando si coltiva questa pianta.



Oleandro pianta



Caratteristiche dell'Oleandro: Aspetto fisico e dimensioni. Foglie, fiori e frutti
L'oleandro è una pianta di medie dimensioni che può raggiungere un'altezza compresa tra i 2 e i 3 metri, anche se in alcune varietà può superare i 4 metri. Ha un portamento arbustivo o a forma di albero, con rami eretti e foglie disposte in modo opposto lungo i rami.
Le foglie sono lunghe e strette, di forma lanceolata o ellittica. Sono di colore verde scuro e hanno una consistenza coriacea. Le foglie possono raggiungere una lunghezza di circa 10-20 centimetri.

I fiori dell'oleandro sono grandi e vistosi, con una forma simile a una stella. Possono essere di diversi colori, tra cui bianco, rosa, rosso o giallo. I fiori sono riuniti in infiorescenze terminali, chiamate racemi, e fioriscono durante i mesi estivi. Ogni fiore ha cinque petali e un centro ricco di stami.
I frutti sono delle capsule allungate, di colore verde, che contengono numerosi semi. Questi frutti maturano in autunno e possono rimanere sulla pianta per diversi mesi.

è importante sottolineare che tutte le parti dell'oleandro, comprese le foglie, i fiori e i frutti, sono altamente tossiche se ingerite. Contengono sostanze velenose, come gli alcaloidi cardiotossici, che possono causare gravi intossicazioni se ingeriti. Pertanto, è fondamentale fare attenzione quando si maneggia questa pianta e assicurarsi che sia tenuta lontana dalla portata dei bambini e degli animali domestici.
Nonostante la sua tossicità, l'oleandro è ancora molto apprezzato per la sua bellezza e viene spesso utilizzato come pianta ornamentale per decorare giardini, parchi e strade. I suoi fiori colorati e la sua capacità di resistere a condizioni ambientali difficili lo rendono una scelta popolare per gli amanti delle piante.

Coltivazione e Cura dell'Oleandro: Requisiti di luce e temperatura. Irrigazione e fertilizzazione
L'oleandro è una pianta molto resistente e richiede poche cure, ma ci sono alcuni requisiti importanti da considerare per la sua coltivazione e cura.
Luce: L'oleandro ama la luce solare diretta e cresce meglio in posizioni soleggiate. Ha bisogno di almeno 6-8 ore di luce solare al giorno per svilupparsi correttamente. Pertanto, è consigliabile posizionare la pianta in un luogo ben illuminato, come un giardino o un balcone esposto a sud.
Temperatura: L'oleandro è una pianta che tollera bene il caldo e può sopportare temperature elevate fino a 40 gradi. Tuttavia, non è molto resistente al freddo e può soffrire danni se esposto a temperature inferiori a 0 gradi. In zone con inverni rigidi, è consigliabile proteggere la pianta con coperture o spostarla in un luogo riparato durante i mesi più freddi.
Irrigazione: L'oleandro è una pianta che tollera bene la siccità e ha bisogno di irrigazioni moderate. Durante i periodi caldi e secchi, è consigliabile annaffiare la pianta regolarmente, mantenendo il terreno umido ma non troppo bagnato. è importante evitare ristagni d'acqua, che potrebbero causare marciume delle radici. Durante i mesi invernali, quando la pianta è in riposo vegetativo, è possibile ridurre le irrigazioni.
Fertilizzazione: L'oleandro non ha bisogno di una fertilizzazione eccessiva, ma può beneficiare di un apporto di nutrienti durante la stagione di crescita. è consigliabile utilizzare un concime equilibrato, ricco di azoto, fosforo e potassio, una o due volte all'anno. è importante seguire le istruzioni del produttore per dosare correttamente il concime e evitare di sovra-fertilizzare la pianta.
Potatura: L'oleandro tollera bene la potatura e può essere modellato secondo le preferenze estetiche. è possibile potare la pianta per controllarne la forma e la dimensione, rimuovendo i rami morti o danneggiati. La potatura può essere effettuata in primavera o in autunno, evitando i periodi di fioritura.

In generale, l'oleandro è una pianta facile da coltivare e richiede poche cure. Tuttavia, è importante fare attenzione alla sua tossicità e prendere le precauzioni necessarie quando si maneggia la pianta.

Proprietà e Utilizzi dell'Oleandro: Proprietà ornamentali, Utilizzi in giardino e in vaso
L'oleandro è una pianta molto apprezzata per le sue proprietà ornamentali, grazie alla bellezza dei suoi fiori e alla sua capacità di crescere in terreni poveri e aridi.

- Proprietà ornamentali: L'oleandro è una pianta molto attraente, con foglie lucide e coriacee e fiori dai colori vivaci. I fiori possono essere di colore bianco, rosa, rosso o giallo, e sono riuniti in grappoli terminali. La fioritura avviene in estate e può protrarsi fino all'autunno. L'oleandro è spesso utilizzato come pianta ornamentale in giardini, parchi e terrazzi, dove crea un effetto scenografico e colorato.
- Utilizzi in giardino: L'oleandro è una pianta resistente e facile da coltivare, che può adattarsi a una varietà di condizioni climatiche e ambientali. è spesso utilizzato come pianta da siepe o come pianta isolata in giardini e parchi. L'oleandro può essere utilizzato anche come pianta da ombra, in quanto la sua chioma folta e compatta offre una buona ombra.
- Utilizzi in vaso: L'oleandro può essere coltivato anche in vaso, su terrazzi e balconi. In questo caso, è importante scegliere un vaso abbastanza grande e ben drenato, e utilizzare un terriccio specifico per piante acidofile. L'oleandro in vaso richiede una irrigazione regolare, ma è importante evitare di annaffiare eccessivamente la pianta. Inoltre, è consigliabile concimare l'oleandro in vaso una o due volte all'anno, in primavera e in autunno, utilizzando un concime specifico per piante acidofile.

Tuttavia, è importante ricordare che l'oleandro è una pianta tossica e che deve essere maneggiata con cautela. In particolare, è importante evitare di toccare la pianta con le mani bagnate e di lasciare che i bambini o gli animali domestici entrino in contatto con la pianta.

Avvertenze e Precauzioni: Tossicità dell'oleandro, Sicurezza per bambini e animali domestici
L'oleandro è una pianta tossica per l'uomo e per gli animali domestici. Tutte le parti della pianta, in particolare le foglie e i fiori, contengono sostanze chimiche tossiche che possono causare sintomi gravi, come vomito, diarrea, convulsioni e persino la morte, se ingerite o se entrano in contatto con la pelle.
Per questo motivo, è importante maneggiare la pianta con cautela e tenerla lontana da bambini e animali domestici. In particolare, è consigliabile indossare guanti quando si manipola la pianta e lavarsi accuratamente le mani dopo averla toccata. Inoltre, è importante tenere la pianta fuori dalla portata dei bambini e degli animali domestici, in quanto potrebbero ingerire accidentalmente le foglie o i fiori.

In caso di ingestione accidentale di parti di pianta, è importante consultare immediatamente un medico o un veterinario. I sintomi dell'avvelenamento da oleandro possono includere vomito, diarrea, dolore addominale, convulsioni, aritmie cardiache e difficoltà respiratorie.
In generale, è consigliabile scegliere altre piante ornamentali meno tossiche per decorare giardini, terrazzi e balconi, in particolare se ci sono bambini o animali domestici in casa. Se si decide di coltivare l'oleandro, è importante adottare le opportune precauzioni per garantire la sicurezza di tutti.



- I consigli del giardiniere:
Coltivare le varietÓ migliori di oleandro nell'orto giardino.

- Aggiungi una risorsa su: oleandro

- Ricerca con Google altre informazioni:


- Tutti i libri sulle Piante da Giardino, su Amazon.it
(Sconti reali fino al 50% e spedizione Gratis!)

- Libri e Manuali sulle piante del Giardino, su IBS.it
Alcuni libri sulle piante da giardino:

Il maxi libro del giardino: Come Progettare, Organizzare, Suddividere, Impiantare E Curare Il Tuo Giardino

Esperti agronomi guidano il lettore alla scoperta delle specie e delle varietÓ pi¨ idonee alla coltivazione a seconda dei climi, delle tipologie di terreno, del tipo di produzione desiderata. Dalla progettazione all'impianto, dalla preparazione del terreno alle cure di coltivazione, dalla prevenzione delle patologie e parassitosi agli interventi correttivi: con disegni didattici, tutto quel che occorre sapere per far fruttare adeguatamente un piccolo appezzamento.

Il mio giardino semplice. La facile arte del giardinaggio in famiglia

La cura delle piante accompagna per tutta la vita e insegna molte cose. Per questo Silvia Bonino ha voluto scrivere questo libro, unendo la sua esperienza pratica di giardinaggio con le conoscenze di psicologia che sono state il sale della sua vita. Il risultato Ŕ una guida al giardinaggio no-stress dedicata a tutta la famiglia. Nome fra i pi¨ affermati nel panorama scientifico italiano e al tempo stesso appassionata cultrice del giardinaggio, Silvia Bonino in questa mirabile sintesi fra psicologia e tecniche di coltivazione svela ai suoi lettori un percorso che attraverso la cura del giardino porta a un ritrovato equilibrio con se stessi e i familiari e aiuta i bambini nella loro crescita. Il risultato Ŕ un giardino come luogo fisico che Ŕ specchio della semplicitÓ che dovrebbe essere la linea guida delle relazioni umane.







Achillea: Coltivazione, usi e proprietÓ di questa pianta medicinale


Scopri tutto sulla pianta di Achillea come coltivarla, i suoi usi in erboristeria e in medicina, e le proprietÓ terapeutiche per la salute. Leggi i nostri consigli su come coltivare e utilizzare al meglio questa pianta medicinale

VAI AL SITO


Ajuga: caratteristiche, coltivazione e cura della pianta erbacea perennale


Scopri tutto sulla pianta di ajuga, un erbacea perenne molto utilizzata in giardinaggio per la copertura del suolo. Leggi le sue caratteristiche, come coltivarla e prendersene cura per avere un bel tappeto erboso verde in giardino

VAI AL SITO


Guida pratica sulla coltivazione della forsythia: il fiore che annuncia l\'arrivo della primavera


La forsythia Ŕ un fiore che incanta con la sua bellezza e il suo colore vivace, segnando l'arrivo della primavera con i suoi fiori gialli brillanti. Se sei un appassionato di giardinaggio e desideri aggiungere un tocco di primavera al tuo spazio verde, coltivare la forsythia potrebbe essere la scelta perfetta.

VAI AL SITO


Aglio sempre fresco tutto l\'anno: come coltivarlo in casa, tutti i passaggi


L'aglio è un ingrediente versatile e salutare che viene utilizzato in molte ricette tradizionali. Ma cosa succede se desideri avere aglio fresco tutto l'anno senza doverlo acquistare costantemente? La soluzione è semplice: coltivarlo in casa!

VAI AL SITO


I 7 frutti che migliorano la pelle del viso, donandole luminositÓ, morbidezza e chiarezza


La cura della pelle è un aspetto fondamentale per mantenere un aspetto giovane e sano. Oltre ai prodotti cosmetici tradizionali, la natura ci offre una vasta gamma di ingredienti naturali che possono migliorare la salute e l'aspetto della nostra pelle.

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram