Voi siete qui: Home > piante da esterno > dalla a alla b





coltivare la dalia

Hai mai sentito parlare della dalia? E’ una pianta stupenda che vale davvero la pena coltivare in casa. Ecco quello da sapere su di lei.

VAI AL SITO

Come coltivare il gelsomino, il rampicante sempreverde dal profumo delicatissimo

Ma perché si coltiva il gelsomino? Di solito a scopo ornamentale ma si possono ricavare da questa pianta anche profumi e altri prodotti naturali. Il ...

VAI AL SITO

Aloe vera: come coltivarla in casa

Tra le piante con proprietà officinali l’aloe vera è sicuramente tra le più ricercate e ricche di effetti in grado di apportare benefici importanti.

VAI AL SITO

Come fare un buon terriccio per vaso da soli?

Il terriccio per vaso rappresenta la base per una coltivazione rigogliosa, sia per le piante ornamentali che per le varietà da orto.

VAI AL SITO

Salvia, 5 \"trucchi\" per coltivare in vaso o in terra l\'erba sacra amica delle donne

Come coltivare la salvia per garantirsi ottime foglie aromatiche in cucina, decotti e olii essenziali.
Ecco 5 "trucchetti" per avere piante rigogliose sia in terra che in vaso.

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram



Le Piante da giardino dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Abelia


Abelia


Abelia - Pianta originaria della Cina; fiorisce da Giugno a Ottobre. I suoi fiorellini sono a corolla tubulosa, profumati; la pianta ha piccole foglie verde-rossastre, corteccia rossiccia e rami leggermente ricadenti interamente ricoperti dai piccoli fiori.

Descrizione:
E' un arbusto sempreverde di medio sviluppo nei climi piu' miti. Vive bene in quasi tutte le zone, ma nei mesi invernali, se molto freddi, e' opportuno ripararla.

Altra specie ornamentale e' la A. floribunda originaria del Messico, ha uno sviluppo piu' modesto e una fioritura piu' tardiva rispetto alla specie precedente con fiori color rosa intenso; di maggior effetto la A. triflora originaria dell'Himalaya a fioritura precoce in aprile-maggio.



...vedi scheda completa su abelia



Ajuga


Ajuga


Ajuga - (Nome comune: iva moscata)
E' un genere di piante Spermatofite Dicotiledoni appartenenti alla famiglia delle Lamiaceae dall'aspetto di piccole erbacee perenni.

Descrizione:
La pianta di ajuga, nota anche come erba di San Giovanni, e' una pianta erbacea perenne con foglie basali a rosetta e fiori a spiga in primavera e inizio estate. Le foglie sono di solito di colore verde scuro e possono variare da ovate a lanceolate. I fiori sono solitamente di colore blu scuro, viola o rosa e crescono su steli alti fino a 30 cm.

La pianta di ajuga e' resistente e facile da coltivare, ed e' spesso utilizzata come copertura del terreno o come bordura in giardini e parchi.

Pianta erbacea indigena stolonifera, con fusto ramoso prostrato, radicante, che si espande rapidamente. Foglie glabre, verdi con riflessi metallici, fiori riuniti in spighe di color azzurro.

Pianta comune in ogni regione e rusticissima, e' adatta per tappezzare luoghi freschi anche in piena ombra.



...vedi scheda completa su ayuga



Albero Corallo


Albero Corallo


Albero corallo - (Erythrina Crista)
Appartenente alla famiglia delle Fabaceae, questa pianta si caratterizza per i suoi fiori. Foglie alterne, composte, rami e tronco (negli esemplari piu' adulti) spinosi, e' originaria del Brasile, Argentina ed Uruguay, ma cresce spontanea fino a Panama e talora Messico e Sud degli states.

Descrizione:
L'albero corallo e' caratterizzato da una chioma ampia e densa, con foglie grandi e di forma ovale. La sua corteccia e' liscia e di colore grigio chiaro, mentre i suoi fiori sono di colore rosso intenso e hanno una forma simile a quella di un corallo. Questi fiori compaiono in primavera e in estate e attirano molti insetti impollinatori.

L'albero corallo e' una pianta molto resistente e puo' crescere in una vasta gamma di climi e terreni. E' anche una pianta molto utile per l'ambiente, poiche' le sue radici sono in grado di fissare l'azoto nel terreno, migliorando cosi' la fertilita' del suolo.

Inoltre, l'albero corallo e' stato utilizzato in molte culture per scopi medicinali. Le sue foglie e i suoi fiori sono stati utilizzati per trattare una vasta gamma di disturbi, tra cui febbre, mal di testa e dolori articolari.

Coltivazione dell' Albero Corallo:
Ecco alcuni consigli utili per coltivare l'albero corallo (Erythrina Crista) nel proprio giardino:

- Posizione: L'albero corallo ama la luce solare diretta, quindi scegli una posizione soleggiata nel tuo giardino.

- Terreno: L'albero corallo cresce meglio in un terreno ben drenato e fertile. Assicurati che il terreno sia abbastanza profondo per consentire alle radici di svilupparsi correttamente.

- Irrigazione: L'albero corallo ha bisogno di una regolare irrigazione, soprattutto durante i periodi di siccita'. Tuttavia, assicurati di non annaffiare troppo, poiche' l'eccesso di acqua puo' causare la marciume delle radici.

- Concimazione: L'albero corallo ha bisogno di un buon nutrimento per crescere sano e forte. Fornisci un concime bilanciato ogni mese durante la stagione di crescita.

- Potatura: La potatura dell'albero corallo deve essere effettuata durante la stagione invernale per rimuovere i rami morti o danneggiati e per mantenere la forma desiderata.



...vedi scheda completa su albero corallo



Albizia


Albizia


Albizia - (Albizia Julibrissin)
E' un genere delle Fabaceae. Pianta bellissima con chioma piatta ed espansa con lunghe ramificazioni leggermente ricadenti; le sue foglie, simili a felci, color verde chiaro si aprono al sorgere del sole e si chiudono al tramonto.

Nell'estate si copre interamente di fiori simili a un piumino conferendo alla pianta un aspetto particolare. Non eccezionalmente resistente al freddo, puo' crescere bene solo in zone temperate.

Descrizione:
Il genere Albizia comprende circa 50 specie tra alberi e arbusti originari dell'Asia, Australia e dell'Africa tropicale, simile all'Acacia se ne differenzia per gli stami riuniti alla base, le foglie decidue composte sono formate da molte coppie di foglioline, i fiori di varia foggia a volte simili a quelli delle mimose, profumati, in spighe o a forma di piumino, hanno colori che vanno dal bianco al giallo al rosato, e si possono ammirare da luglio a settembre, le specie arboree possono raggiungere l'altezza di 4-10 m.

Coltivare l'Albizia:
L'Albizia Julibrissin, comunemente conosciuto come "albero della seta" o "mimosa della Persia", e' un albero ornamentale originario dell'Asia orientale.
Ecco alcuni consigli per la coltivazione dell'Albizia:

- Posizione: L'Albizia cresce meglio in posizioni soleggiate, ma puo' sopportare anche l'ombra parziale. Assicurati che il terreno sia ben drenato e che non si accumuli acqua intorno alle radici dell'albero.

- Terreno: L'Albizia preferisce terreni leggeri, ben drenati e fertili. Se il terreno e' argilloso, aggiungi sabbia per migliorare il drenaggio.

- Annaffiature: L'Albizia ha bisogno di annaffiature regolari, soprattutto durante i periodi di siccita'. Tuttavia, assicurati che il terreno non sia troppo bagnato, poiché l'Albizia non tollera le radici costantemente inzuppate.

- Potatura: Potare l'Albizia in primavera per rimuovere i rami morti o danneggiati e per mantenere la forma desiderata.

- Protezione in inverno: In zone con inverni rigidi, proteggi l'Albizia dal freddo e dal gelo. Copri la base dell'albero con paglia o compost per isolare le radici.

- Concimazione: Concima l'Albizia in primavera con un concime equilibrato per promuovere la crescita sana.



...vedi scheda completa su albizia



Alisso


Alisso


Alisso - E' specie tipica delle rupi calcaree marittime, spesso coltivate a scopo ornamentale nei giardini rocciosi.
Fiorisce nel periodo marzo-aprile con una moltitudine di fiorellini gialli. Deve essere piantato in pieno sole e bagnato almeno una volta alla settimana in estate.

Descrizione:
Pianta perenne alta 20-40 cm, con fusto legnoso alla base; foglie basali a rosetta, di color grigio, dentellate sul bordo, infiorescenze a racemi; petali gialli; frutti rappresentati da siliquette discoidali.
Le varie specie di alisso appartengono al genere Alyssum della famiglia delle crucifere.

L'aspetto di queste piante e' suffrutticoso e cespuglioso (a portamento arbustivo). La forma biologica di queste piante e' normalmente camefita suffruticosa: sono piante perenni con fusto a tendenza legnosa, ma di modeste dimensioni.
Gli alissi sono quasi esclusivamente piante da giardinaggio, questo per la bellezza dei loro fiori, facilita' di coltura e fioritura precoce.



...vedi scheda completa su alisso



Alloro


Alloro


Alloro - (vedi pure la sezione Erbe aromatiche)
L'alloro (Laurus nobilis L., 1753) e' una pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Lauraceae, abbastanza diffusa nelle zone di clima temperato.

Descrizione:
Pianta le cui dimensioni variano da quelle di un piccolo arbusto fino a un albero alto anche 10 m; e' sempreverde, con corteccia piu' o meno liscia. Le foglie hanno consistenza coriacea e sono di colore verde scuro e lucide superiormente con forma oblunga e apice acuto. Il loro margine e' ondulato e sono brevemente picciolate.

Pianta dioica con fiori in ombrelle ascellari su peduncoli di 1 cm di color giallo; i maschili con 8-12 stami, i femminili con 4 stami sterili e un pistillo.
Il fusto e' eretto, la corteccia verde.
Le foglie, ovate, sono verde scuro, coriacee, lucide nella parte superiore e opache in quella inferiore e molto profumate.

L'alloro e' una pianta dioica che porta cioe' fiori maschili e fiori femminili su piante separate. L'unisessualita' e' dovuta a fenomeni evolutivi di aborto a partire da fiori inizialmente completi.
Nei fiori femminili infatti sono presenti 2-4 staminoidi (cioe' residui di stami non funzionali). I fiori, di colore giallo chiaro, riuniti a formare una infiorescenza ad ombrella, compaiono a primavera.
I frutti sono drupe nere e lucide (quando mature) con un solo seme.



...vedi scheda completa su alloro



Amaranto


Amaranto


Amaranto - Il nome amaranto deriva dal latino e significa "che non sfiorisce", nome che calza a pennello se pensiamo che i fiori di questa pianta rimangono freschi per lunghissimi periodi mantenendo sia il colore che la consistenza.

Descrizione:
L'amaranto puo' essere utilizzato per formare delle aiuole in piena terra oppure in vaso per abbellire un balcone con i suoi fiori insoliti e le sue coloratissime foglie.
Volendo puo' essere anche coltivato nell'orto come una normalissima pianta alimentare, infatti le sue foglie possono essere utilizzate come quelle del comune spinacio.

Le foglie si presentano strette e ricordano la punta di una lancia, sono rosso violaceo nella parte superiore e di colore verde in quella inferiore.

L'amaranto appartiene alla famiglia delle Amarantacee che comprende piu' di 500 specie.
Originario del centro America, e' l'alimento basilare per l'alimentazione degli Aztechi e Inca.
Per molto tempo e' stato dimenticato; attorno al 1960 è stato riscoperto negli USA, e viene comunque coltivato anche in altre parti del mondo.
E' coltivato anche a scopo ornamentale. Si riconosce dal colore rosso cupo (chiamato proprio rosso amaranto).



...vedi scheda completa su amaranto



Aristolochia


Aristolochia


Aristolochia - (Aristolochia clematitis L.)
Genere di piante perenni erbacee, arbustacee, rampicanti e talvolta arborescenti della famiglia delle Aristolochiacee, comprendente circa 400 specie tipiche delle regioni tropicali e temperate.

Descrizione:
Alcune specie come l'Aristolochia clematitis, detta strallogi, e l'Aristolochia longa sono spontanee in Italia. I fiori sono verde-giallini, con una strana forma ad ampolla, e fioriscono da aprile a maggio. I frutti sono delle capsule verdi e ovali che contengono i semi.
Pianta dicotiledone, perenne. Foglie cuoriformi sessili.
Germinazione primaverile.
Fioritura estiva.

Coltivazione della Aristolochia:
Questo arbusto necessita di irrigazioni frequenti. Predilige posizioni con poco sole. Assume una colorazione viola. Fiorisce in estate. Non resiste al freddo.

- Esposizione: posizionare questa pianta in luogo a mezz'ombra, dove possa ricevere alcune ore di sole diretto

- Irrigazione: annaffiare ogni 15-20 giorni, quando il substrato risulta asciutto da alcuni giorni. E' consigliabile evitare gli eccessi, evitando che le piante siano troppo esposte alle piogge. Tenere asciutto

- Concimazione: si consiglia l'utilizzo mensile di un concime apposito per piante fiorite, ricco in potassio e fosforo. In autunno le piante devono rinforzare i fusti e l'apparato radicale. I fertilizzanti autunnali sono abbastanza poveri in azoto, per evitare che lo sviluppo tardivo di nuova vegetazione renda la pianta troppo sensibile al freddo.



...vedi scheda completa su aristolochia



Bambu'


Bambu'


Bambu' - Famiglia: Gramineae. Il genere Bambusa presenta 70 specie, allevate all'aperto sia in piena terra, dove possono evidenziare il loro grande potenziale di crescita occupando in poco tempo lo spazio a disposizione, sia in vaso che in piena terra.

Descrizione:
Cespuglio sempreverde rizomatoso, con fusti sottili e ramificati di colore violetto-nerastro e nodi molto evidenti. Foglie lunghe e strette, coperte da fili molto fini, di colore verde chiaro. Fusto a culmo, cavo, nodoso, silicizzato.

Sono diffusi nei Paesi tropicali e subtropicali umidi, usate nella fabbricazione di utensili e capanne. Specie ornamentali sono coltivate anche in Italia.

Coltivazione del Bambu':
Per la coltivazione del bambu' non sono necessari pesticidi ne' erbicidi. Anche i fertilizzanti sono poco richiesti, anche perche' spesso la crescita spontanea delle piante di bambu' avviene nei pressi di acquitrini e corsi d'acqua, dove ricevono naturalmente un buon apporto di concime naturale.

Ecco alcuni consigli su come coltivare il bambu' in giardino:

- Scegliere la varieta' giusta: ci sono diverse varieta' di bambu', alcune sono piu' adatte per essere coltivate in giardino rispetto ad altre. Assicurati di scegliere una varieta' che sia resistente alle condizioni climatiche della tua zona.

- Terreno: il bambu' cresce meglio in terreni ben drenati e ricchi di sostanze nutritive. Assicurati di preparare il terreno in modo adeguato prima di piantare il bambu'.

- Piantare il bambu' correttamente: pianta il bambu' in una buca profonda circa due volte la lunghezza della radice. Assicurati che la pianta sia stabile e dritta.

- Irrigazione: il bambu' ha bisogno di una buona irrigazione per crescere correttamente. Assicurati di irrigare la pianta regolarmente, soprattutto nei periodi di siccita'.

- Protezione dal vento e dal sole: il bambu' ha bisogno di essere protetto dal vento e dal sole diretto. Posiziona la pianta in un'area riparata o, se necessario, proteggila con delle barriere.



...vedi scheda completa su bambu



Banano Nano


Banano nano


Banano nano- Si tratta di una pianta nana estremamente decorativa; gli esemplari di quattro anni possono produrre fiori e frutti; le foglie alla base sono di colore rosato.

Descrizione:
La varieta' tipica delle Hawaii (musa coccinea) e' la piu' adatta a stare in casa.
Ha foglie grandi e ogni anno fa nuovi getti. Puo' raggiungere anche un metro di altezza.

Il banano va messo in un vaso lontano dai caloriferi e vicino alla finestra. Va bagnato due volte alla settimana, senza far cadere acqua sul getto da cui nascono le foglie. Si rinvasa ogni anno, in primavera.

Coltivazione del Banano nano:
Pianta d'appartamento molto decorativa. Nelle zone dal clima mite puo' vivere anche in piena terra in giardino, e' importante che sia fatta una buona pacciamatura per proteggere l'apparato radicale dalle eventuali gelate.



...vedi scheda completa su banano nano



Beaucarnea


Beaucarnea


Beaucarnea - Famiglia: Gigliaceae. Il genere Beaucarnea comprende circa 20 specie, ma soltanto poche vengono coltivate.

Descrizione Morfologica:
Fusto di colore grigio-bruno, rigonfio nella parte basale dove viene immagazzinata l'acqua; la sommita' del fusto termina con un ciuffo di foglie sottili, verdi e ricurve verso il basso.
Resiste bene in appartamento anche con poca luce. Appartiene allo stesso gruppo degli yucca.
Attenzione le piante prese direttamente dalla serra non tollerano subito l'esposizione ai raggi del sole. Lasciare asciugare il terreno tra un'innaffiatura e l'altra.

Coltivazione della Beaucarnea:
Le Beaucarnea e' una pianta non particolarmente difficile da coltivare che puo' essere allevata tranquillamente in vaso ed in appartamento richiedendo solo delle temperature invernali non troppo rigide.
Puo' essere allevata anche all'aperto purche' il clima sia fondamentalmente caldo e secco.
Utilizzare un terriccio costituito da 2 parti di terreno fertile, 1 di torba e 2 parti di sabbia grossolana per favorire il drenaggio dell'acqua di irrigazione.
E' sufficiente concimare una volta al mese a partire dalla primavera e per tutta l'estate con un buon concime liquido da diluire nell'acqua di irrigazione.



...vedi scheda completa su beaucarnea



Biancospino


Biancospino


Biancospino - Arbusto spinoso (Crataegus o Biancospinoyacantha e Crataegus monogyna) della famiglia delle Rosacee, comune nelle siepi e macchie d'Europa. Coltivato a scopo ornamentale. I fiori hanno proprieta' sedative.

Descrizione:
L'etimologia del nome latino deriva da krataigos, il nome con cui i greci indicavano il biancospino, che significa "forza e robustezza".

E' un arbusto spinoso con legno duro e a crescita lenta molto comune nelle siepi e nelle macchie che si riveste di fiori bianco candidi in primavera.
Arbusto, raramente albero. alto fino a 5 metri con rami glabri e spinosi di colore bruno rossastro. Le foglie sono alterne. semplici anch'esse glabre e presentano un perimetro ellittico oppure obovato con una o due incisioni per lato poco profonde. Il margine e' regolarmente dentellato, la pagina superiore e' di colore verde brillante mentre quella inferiore e' verde glauco ma glabra.

I fiori compaiono da aprile a maggio in infiorescenze corimbose terminali con peduncoli glabri. I singoli fiori sono ermafroditi con cinque petali bianchi e calice formato da cinque lacinie triangolari.

Il biancospino e' stato tradizionalmente utilizzato come rimedio naturale per il cuore e la circolazione sanguigna, poiche' contiene sostanze che aiutano a dilatare i vasi sanguigni e a ridurre la pressione arteriosa.

Inoltre, e' stato dimostrato che il biancospino ha anche proprieta' antinfiammatorie e antiossidanti, che lo rendono utile per alleviare i sintomi di alcune malattie croniche come l'artrite e il diabete.



...vedi scheda completa su biancospino



Bidens


Bidens


Bidens - (ferulifolia, Asteraceae) in botanica, pianta erbacea annua (Bidens tripartitus) della famiglia delle Composite, comune in luoghi umidi. Frutti provvisti all'apice di due appendici che danno al frutto l'aspetto dell'insetto noto con lo stesso nome.

Descrizione:
Piantare in giardino solo quando non c'e' piu' pericoli di gelate.
Da' fiori di colore giallo da aprile a ottobre per la sua forma ricadente forma un bel cuscino di fiori anche lungo 60cm.

Anche se la pianta e' perenne dopo la fioritura e' meglio sostituirla il successivo anno farebbe pochi fiori.
Le foglie sono di colore verde scuro assomigliano a quelle delle felci.
I fiori sono di colore giallo assomiglianti alle margherite. La riproduzione avviene per semina in marzo farla in un luogo protetto.

Va esposta al sole bagnando il terriccio ogni 2 giorni in estate non lasciare seccare la superficie.
Va concimata con fertilizzante liquido da maggio a settembre ogni 15 giorni, il terreno va bene qualsiasi ma deve essere drenante e fertile.

Coltivazione del Bidens:
Ecco alcune informazioni sulla coltivazione del bidens:

1. Esposizione: il bidens preferisce una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata.

2. Terreno: il terreno deve essere ben drenato e ricco di sostanze organiche.

3. Irrigazione: il bidens ha bisogno di una moderata quantita' di acqua, soprattutto durante la fase di crescita. E' importante evitare ristagni idrici e irrigare regolarmente.

4. Concimazione: il bidens ha bisogno di una moderata quantita' di nutrienti per crescere sano e forte. E' consigliabile concimare la pianta ogni 2-3 mesi con un concime specifico per piante da fiore.

5. Potatura: il bidens non ha bisogno di essere potato, ma e' consigliabile rimuovere le parti secche o danneggiate per favorire la crescita della pianta.

6. Protezione dal freddo: il bidens e' sensibile alle temperature basse e puo' subire danni se esposto a temperature inferiori ai 5 gradi. E' consigliabile proteggere la pianta con tessuti termici o spostarla in un luogo riparato durante i mesi piu' freddi.

7. Trapianto: il bidens puo' essere trapiantato ogni anno in un terreno fresco e ben drenato.

8. Riproduzione: il bidens puo' essere riprodotto per seme o per talea. E' importante utilizzare semi freschi e piantare in primavera o inizio estate per garantire una buona germinazione.



...vedi scheda completa su bidens



Bignonia


Bignonia


Bignonia - (Bignonia Capreolata)
Genere di piante della famiglia delle Bignoniacee; si tratta di alberi o arbusti rampicanti, lianosi, quasi esclusivamente tropicali.
Presenta in luglio-agosto i suoi grandi fiori le cui corolle si colorano di rosso-arancio all'interno e arancio chiaro all'esterno.

Descrizione:
La Bignonia, comunemente nota come Campanella messicana, e' una pianta rampicante che puo' raggiungere un'altezza di circa 6 metri. Ha foglie ovali, lucide e di colore verde scuro, che possono raggiungere una lunghezza di circa 10 cm.

I fiori sono a forma di campana, di colore arancione o rosso intenso, e possono raggiungere una lunghezza di circa 4-5 cm. Fioriscono in primavera e in estate. Questa pianta e' originaria delle regioni tropicali dell'America centrale e meridionale, ma e' stata ampiamente coltivata in tutto il mondo come pianta ornamentale. E' in grado di arrampicarsi su muri, pali e recinzioni e puo' essere coltivata anche in vaso.

In Italia cresce all'aperto nelle regioni piu' calde dell'Italia centrale e meridionale; in quelle settentrionali, invece, viene coltivata in serra, oppure all'aperto nelle zone lacustri , dove il clima e' piu' mite per tutto l'anno.

E' una pianta che puo' raggiungere anche i 10 metri d'altezza. Le foglie sono oblunghe e dentate e si sviluppano a due a due in maniera simmetrica rispetto al ramo, terminando poi in un viticcio ramificato, dotato di ventose che consentono alla pianta di "arrampicarsi".



...vedi scheda completa su bignonia



Bosso


Bosso


Il Bosso - e' una pianta appartenente alla famiglia delle Buxaceae e al genere Buxus.
Esistono diverse specie di bosso, tra cui: il Buxus sempervirens, il Buxus microphylla e il Buxus harlandii.

Il Bosso e' presente nei giardini italiani come pianta ornamentale, apprezzata per il suo bel fogliame persistente, verde intenso e lucente. Con particolari potature gli si puo' far assumere le forme piu' svariate.

Descrizione:
Il bosso e' una pianta sempreverde con foglie piccole e lucide di forma ovale o ellittica.
Puo' raggiungere un'altezza di circa 2-3 metri e viene spesso utilizzato per creare siepi, bordure e topiari.

Ha una crescita lenta e richiede poche cure, ma puo' soffrire di malattie fungine se coltivato in ambienti umidi e poco ventilati. Il bosso e' molto apprezzato per la sua eleganza e la sua capacita' di creare forme geometriche precise, grazie alla sua resistenza alla potatura.

Il legno, per la sua grana, e' adatto all'incisione e alla tornitura.
La pianta contiene alcaloidi velenosi che, in dosi massicce, nuocciono sia agli animali,sia agli uomini.

Nella ragione del MarCaspio, per esempio, i cammelli brucano con ingordigia queste piante e, spesso, si avvelenano e in certi casi muoiono.
Fiorisce nel periodo tra marzo e aprile e i fiori sono gialli, piccoli e posti alle ascelle delle foglie.

Coltivazione del Bosso:
Il Bosso e' una pianta che si puo' coltivare in giardino per tutto l'arco dell'anno. Non teme il freddo e sopporta temperature minime molto rigide.

Ecco alcuni consigli per la coltivazione della pianta di bosso:

1. Scelta del terreno: il bosso cresce meglio in terreni ben drenati, ricchi di sostanza organica e con un pH compreso tra 6 e 7.

2. Esposizione: il bosso preferisce posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate.

3. Annaffiature: il bosso ha bisogno di annaffiature regolari, soprattutto durante i periodi di siccita'. E' importante evitare ristagni idrici, che possono causare la morte della pianta.

4. Potatura: il bosso va potato regolarmente per mantenere una forma compatta e armoniosa. La potatura va effettuata in primavera o in autunno, evitando i periodi di gelo.

5. Concimazione: il bosso va concimato regolarmente, soprattutto durante la fase di crescita. Si possono utilizzare concimi specifici per piante acidofile.

6. Malattie e parassiti: il bosso puo' essere attaccato da diverse malattie e parassiti, come la tignola del bosso o la malattia della macchia nera. E' importante monitorare la pianta e intervenire tempestivamente in caso di infestazioni.

7. Riproduzione: il bosso si riproduce per talea o per semina. La talea e' il metodo piu' comune e consiste nel prelevare un rametto dalla pianta madre e farlo radicare in un substrato adatto. La semina e' piu' complessa e richiede maggiori cure.



...vedi scheda completa su bosso



Bougainvillea


Bougainvillea


Bougainvillea - Genere di piante della famiglia delle Nictaginacee.

Descrizione:
La bougainvillea e' una pianta rampicante originaria delle regioni tropicali e subtropicali dell'America del Sud.
Le specie Bougainvillea spectabilis e Bougainvillea glabra sono coltivate per siepi e pergole.
Ha foglie ovali di colore verde chiaro e fiori piccoli e bianchi che sono circondati da brattee colorate di rosa, rosso, arancione o viola. Le brattee sono spesso confuse per i fiori veri e propri, ma in realta' sono foglie modificate che circondano i fiori.

La bougainvillea e' una pianta resistente e molto decorativa, spesso utilizzata per adornare giardini, terrazze e balconi. Ha bisogno di un clima caldo e soleggiato per crescere bene e fiorire abbondantemente.

Coltivazione della Bougainvillea:
La bougainvillea e' una pianta che richiede poche cure e puo' essere coltivata sia in vaso che in giardino. Ecco alcuni consigli per coltivarla:

1. Scelta del terreno: la bougainvillea cresce meglio in terreni ben drenati, leggeri e ricchi di sostanza organica.

2. Esposizione: la bougainvillea ama la luce solare diretta e cresce meglio in zone calde e soleggiate.

3. Annaffiature: la bougainvillea ha bisogno di annaffiature regolari, soprattutto durante i periodi di siccita'. Tuttavia, e' importante evitare di bagnare le foglie in modo eccessivo, perche' questo puo' causare malattie fungine.

4. Concimazione: la bougainvillea ha bisogno di concimazioni regolari, soprattutto durante la fase di crescita. Si consiglia di utilizzare un concime liquido per piante fiorite, ricco di potassio e fosforo.

5. Potatura: la bougainvillea richiede una potatura regolare per mantenere la forma e stimolare la fioritura. Si consiglia di potare le ramificazioni secche e di tagliare i rami principali a meta' per favorire la crescita di nuovi germogli.

6. Protezione dal freddo: la bougainvillea e' una pianta sensibile al freddo e puo' subire danni se esposta a temperature inferiori a 5 gradi. In caso di gelate, si consiglia di proteggere la pianta con un tessuto non tessuto o di spostarla in un luogo riparato.

Seguendo questi semplici consigli, sara' possibile coltivare con successo la bougainvillea e godere della sua meravigliosa fioritura.



...vedi scheda completa su bougainvillea



Brugo


Brugo


Brugo - (Vedi Calluna)
Pianta cespugliosa (Calluna vulgaris) della famiglia delle Ericacee (detta anche calluna o brentolo).

Descrizione:
Tipica delle brughiere; alta 20-80 cm, molto ramosa, con foglie piccole, squamiformi, appressate; fiori piccoli, campanulati, rosa-lilla, in pannocchie.
Le sue foglie sono opposte, fitte, piccolissime e sono squamiformi.
I suoi fiori sono di tipo ascellari e hanno un colore rosato.

Coltivazione del Brugo:
Cresce in terreni acidi ben drenati, in pieno sole o parzialmente in ombra, nei boschi di conifere e torbiere. E' una componente comune dell'habitat della brughiera e dei cespuglieti.

...vedi scheda completa su brugo


I consigli del giardiniere:
- Scegli le tue piante da giardino preferite fra le numerose varieta' che Amazon propone in vendita online.



- Tutti i libri sulle Piante da Giardino, su Amazon.it
(Sconti reali fino al 50% e spedizione Gratis!)

- Libri sulle Piante del giardino, su IBS.it