Voi siete qui: Home > piante da esterno > dalla h alla o



  • perletti: Special Price
    Approfitta dei nostri sconti nella sezione Special Price!
    Vedi Tutti i Coupon perletti





  • Le Piante da giardino dalla A alla Z:
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


    Hosta


    Hosta


    Hosta - Hosta montana: Liliaceae ed Erbacea perenne originaria del Giappone. Rustica cespitosa con foglie da ovate a cordate, spesse, percorse da vistose venature, lunghe 20/30 cm, che variano dal verde lucente al verde pallido glauco. Steli fiorali alti fino a 1 m, che portano fiori imbutiformi di colore da grigio-malva a bianco. Gradisce posizioni ombrose.
    La Hosta e' una pianta che si puo' coltivare in giardino per tutto l'arco dell'anno. Non teme il freddo e sopporta temperature minime molto rigide.

    Descrizione Generale della Pianta di Hosta
    L'Hosta è una pianta perenne molto popolare nei giardini, apprezzata per le sue foglie decorative e la sua resistenza. Le foglie di Hosta sono di solito grandi, a forma di cuore o lanceolate, e possono avere varie tonalità di verde, grigio, blu, giallo o variegato. Alcune varietà di Hosta producono anche fiori a forma di campanella, che sbocciano in estate e possono essere di colore bianco, viola o lavanda.

    Le piante di Hosta preferiscono un terreno ricco di sostanze nutritive, ben drenato e umido, e crescono meglio in zone parzialmente ombreggiate. Sono piante rustiche e resistenti alle malattie e agli insetti, il che le rende ideali per i giardini di facile manutenzione. L'Hosta può essere usata come pianta da bordura, come copertura del terreno o come pianta in vaso. è una pianta che richiede poche cure e che può vivere per molti anni se ben curata.



    ...vedi scheda completa su HOSTA

    Iberis


    Iberis


    Iberis - (Nome comune: Iberide)
    Famiglia: Cruciferae. Suffruticosa annuale perenne coltivata per la sua esplosione di fiori bianchi. Le foglie sono oblunghe verde scuro ed i fiori riuniti in capolini rotondi.
    Pianta abbastanza rustica adatta per giardini rocciosi.

    Ama il sole e il terreno ben drenato. L'iberis nasce spontaneamente nelle alpi Marittime, Apuane e negli Appennini Liguri Emiliani ed anche fino alla Calabria. E' una pianta di facilissima coltura.

    Introduzione all'Iberis: Caratteristiche e Origine
    L'Iberis è un genere di piante erbacee comunemente conosciuto come "Candore" o "Candore d'Europa". Queste piante sono originarie delle regioni mediterranee, in particolare dell'Europa meridionale e dell'Asia occidentale.
    Le caratteristiche principali dell'Iberis includono:
    - Fogliame: Le piante di Iberis presentano foglie strette e lanceolate, di solito di colore verde scuro, che formano rosette basali o sono disposte lungo i fusti fioriferi.
    - Fiori: I fiori dell'Iberis sono piccoli, a forma di stella e raccolti in grappoli densi alla sommità dei fusti. Possono essere di colore bianco, rosa o viola, a seconda della varietà.
    - Crescita: L'Iberis è una pianta perenne o annuale a crescita rapida, che può raggiungere un'altezza variabile da 15 a 60 cm, a seconda della specie.
    - Fioritura: La fioritura dell'Iberis avviene in primavera o in estate, a seconda della varietà e delle condizioni climatiche. I fiori sono molto decorativi e attraggono api e farfalle.
    - Utilizzo: L'Iberis è comunemente coltivato come pianta ornamentale nei giardini e nei vasi, grazie alla sua fioritura abbondante e alla sua resistenza. Può essere utilizzato per bordure, aiuole miste, giardini rocciosi o come pianta da pendio.

    L'Iberis è una pianta facile da coltivare e richiede terreno ben drenato e esposizione soleggiata. è resistente alla siccità e alle temperature fredde, rendendola una scelta popolare per i giardini di tutto il mondo. Se desideri aggiungere un tocco di candore e colore al tuo giardino, l'Iberis potrebbe essere la scelta perfetta.



    ...vedi scheda completa su iberis

    Ipomea


    Ipomea


    Ipomea - detta la campanella rampicante, appartiene allo stesso genere della patata americana, del quale fanno parte anche varie specie usate come ornamentali.

    Ipomea purpurea e' una rampicante annuale adatta per ornare balconi, terrazzi, ringhiere donando un tocco di colore nel corso dell'estate. Presenta foglie ampie, a forma di cuore, e fiori a forma di campanula di colori variabili dal porpora al violetto, che sbocciano solitari o in gruppi all'ascella delle foglie.

    Ipomea: una pianta ornamentale per il tuo giardino
    L'Ipomea, conosciuta anche come campanella è una pianta ornamentale molto apprezzata per la sua bellezza e la sua capacità di arricchire qualsiasi giardino con i suoi fiori colorati. Appartenente alla famiglia delle Convolvulaceae, l'Ipomea è una pianta rampicante che può essere coltivata sia in vaso che in piena terra.

    Le sue foglie sono di forma cuoriforme e di un bel colore verde scuro, mentre i fiori possono essere di diverse tonalità di rosa, viola, blu o bianco, a seconda della varietà. La fioritura dell'Ipomea è prolungata e abbondante, regalando al giardino una cascata di fiori luminosi e profumati.

    Per coltivare l'Ipomea con successo, è importante fornirle un terreno ben drenato e ricco di sostanze nutritive, esporla a pieno sole e fornirle un supporto su cui arrampicarsi. Inoltre, è consigliabile mantenerla costantemente annaffiata durante i periodi di siccità e concimarla periodicamente con un fertilizzante liquido per piante fiorite.

    Grazie alla sua resistenza e alla sua capacità di crescere rapidamente, l'Ipomea è una scelta ideale per decorare pergolati, recinzioni, balconi e terrazzi, creando un'atmosfera colorata e vivace in ogni spazio verde. Se stai cercando una pianta ornamentale per arricchire il tuo giardino, non esitare a scegliere l'Ipomea e goditi la bellezza dei suoi fiori tutto l'anno.



    ...vedi scheda completa su ipomea

    Kalmia


    Kalmia


    Kalmia - Arbusto sempreverde alto fino a 3 m, originario degli Stati Uniti. Foglie lanceolate lunghe fino a 10 cm, fiori rosa pallido, ma a volte cremisi, porpora o bianchi.

    cresce soprattutto in ambienti montani, su scoscesi dirupi rocciosi e terreni sabbiosi, ed e' diffusa nelle regioni orientali del Nord America; nelle aree piu' fredde raggiunge al massimo 2 m d'altezza, mentre in quelle a clima piu' temperato puo' arrivare a misurare anche 12 m. Ha fiori bianchi o rosa a forma di coppa.

    Kalmia: una pianta ornamentale per il tuo giardino
    Kalmia, nota anche come "laggera" o "albero delle rose di montagna", è una pianta ornamentale che può essere un'ottima aggiunta al tuo giardino. Questa pianta sempreverde appartiene alla famiglia delle Ericacee e produce fiori a forma di campana in una varietà di colori, tra cui rosa, rosso e bianco.

    Per coltivare con successo la Kalmia, è importante scegliere una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata e un terreno ben drenato e acido. La pianta preferisce un'esposizione al sole del mattino e ombra nel pomeriggio, specialmente durante i mesi più caldi.

    La Kalmia è una pianta a crescita lenta, quindi non dovrai preoccuparti di doverla potare frequentemente. Tuttavia, potrebbe essere necessario potarla leggermente per mantenere la sua forma desiderata o per rimuovere eventuali rami danneggiati o malati.
    Resistente e relativamente facile da curare, ma è soggetta a malattie fungine e parassiti come afidi e cocciniglie. Per prevenire questi problemi, assicurati di mantenere la pianta pulita e asciutta, e considera l'uso di insetticidi o fungicidi naturali se necessario.



    ...vedi scheda completa su kalmia

    Lagerstroemia


    Lagerstroemia


    Lagerstroemia - (Lagerstroemia indica)
    Genere di piante arbustive o cespugliose della famiglia Lytracee, comprendente ca. 30 specie tropicali della Malesia e dell'Australia.

    E' di taglia media e puo' raggiungere i 7 m di altezza. In estate assume una colorazione rosa. Queste piante non sono sempreverdi, quindi perdono le foglie per alcuni mesi all'anno.
    Alcune specie, fra cui la Lagerstroemia indica, sono molto apprezzate per il portamento elegante e le abbondanti fioriture.

    Introduzione alla Lagerstroemia: Caratteristiche e Origini
    La Lagerstroemia, conosciuta comunemente come albero dei fiori di crape o albero di lillà, è una pianta appartenente alla famiglia delle Lythraceae. Questo genere comprende circa 50 specie di alberi e arbusti originari delle regioni tropicali e subtropicali dell'Asia, dell'Africa e dell'Australia.

    Le Lagerstroemia sono apprezzate per la loro fioritura spettacolare, che avviene in estate e autunno, e per il loro fogliame decorativo, che assume colorazioni vivaci in autunno. Queste piante sono molto apprezzate nei giardini e nei parchi per la bellezza dei fiori e per la resistenza alle condizioni climatiche avverse.

    Le Lagerstroemia sono piante rustiche e di facile coltivazione, che richiedono terreno ben drenato e esposizione soleggiata. Sono disponibili varietà di diverse dimensioni, dalle piccole piante arbustive ai grandi alberi, e con fiori di colori diversi, come il rosa, il rosso, il viola e il bianco.

    Le origini delle Lagerstroemia risalgono alle regioni tropicali dell'Asia, dove crescono in habitat vari, dalle foreste pluviali alle savane. Queste piante sono state introdotte in Europa e in America nel XIX secolo e da allora sono diventate popolari in tutto il mondo per la loro bellezza e la loro resistenza.



    ...vedi scheda completa su lagerstroemia

    Lantana


    Lantana


    Lantana - (Lantana Camara)
    Famiglia: Verbenaceae. Il genere Lantana comprende circa 150 specie di arbusti sempreverdi; soltanto due specie vengono coltivate all'aperto nelle regioni miti.

    Descrizione
    Si tratta di piante arbustive o semi-arbustive con piccoli fiori simili a quelli delle verbene, con piccolissimo calice e corolla, con sottile tubo, espansa in lobi irregolari.
    Raggiunge in natura anche i due metri d'altezza. E' caratterizzato da foglie ovali di colore verde scuro e fiori tubulosi raccolti in corimbi globosi, larghi anche 5 cm.

    è una pianta perenne originaria dell'America tropicale, ma è stata introdotta in molte altre parti del mondo come pianta ornamentale.

    Apprezzata per i suoi fiori colorati e profumati che possono essere di diversi colori, tra cui rosso, giallo, arancione e rosa. I suoi fiori si sviluppano in piccoli mazzetti e possono attirare farfalle e api.

    Tuttavia, nonostante la sua bellezza, la lantana è considerata una pianta invasiva in molte regioni. Si diffonde rapidamente e può sopraffare altre piante indigene, riducendo la biodiversità e alterando gli ecosistemi locali. Per questo motivo, è importante controllare la sua crescita e prevenire la sua diffusione in aree naturali sensibili.

    Il colore dei fiori varia dal bianco al rosso attraverso il giallo e l'arancione. La pianta e' d'origine tropicale.
    A seconda della varieta', i fiori sono bianchi, gialli e rosa.



    Lantana pianta



    Coltivazione
    Questa pianta è resistente e adatta a diversi tipi di terreno, ma preferisce un suolo ben drenato e pieno di sole. Può crescere come un arbusto o come una pianta rampicante, a seconda di come viene potata e curata.

    La lantana è una pianta tropicale che può essere coltivata in giardino o in vaso. Ecco alcuni suggerimenti per coltivare la lantana:

    Terreno:
    La lantana si adatta a diversi tipi di terreno, ma preferisce un terreno ben drenato e fertile. Assicurati che il terreno sia ben drenato per evitare ristagni d'acqua.
    Le lantane sopportano bene il pieno sole e non richiedono una grande quantita' di innaffiature.

    Acqua:
    La lantana ha bisogno di un'irrigazione regolare, specialmente durante i periodi di siccità. Innaffia la pianta quando il terreno è asciutto al tatto, ma evita di inondare il terreno.

    Concimazione:
    Fertilizza la lantana ogni primavera con un fertilizzante equilibrato a rilascio lento. Questo aiuterà la pianta a svilupparsi e a fiorire abbondantemente.

    Potatura:
    La lantana può essere potata per mantenere una forma compatta e per promuovere una fioritura più abbondante. Potatura le punte dei rami dopo la fioritura per incoraggiare una nuova crescita.



    Lantana coltivare



    Moltiplicazione
    La lantana può essere riprodotta attraverso talee, semi o divisione dei cespugli. Ecco come puoi riprodurre la lantana in questi modi:

    - Talee:
    Prendi una talea di circa 10-15 cm dalla pianta madre. Rimuovi le foglie inferiori e pianta la talea in un substrato leggero e ben drenante. Puoi utilizzare una miscela di torba e sabbia o un substrato per talee commerciale. Mantieni il substrato umido e posiziona la talea in una zona luminosa ma non diretta. Dopo qualche settimana, le radici si svilupperanno e la talea inizierà a crescere. Una volta che la pianta ha radici ben sviluppate, puoi trapiantarla in un vaso o in giardino.

    - Semi:
    Puoi raccogliere i semi dalle piante mature di lantana. Lascia che i frutti maturino completamente e si aprano, quindi raccogli i semi. Pianta i semi in un substrato leggero e ben drenante, coprendoli leggermente con il terreno. Mantieni il substrato umido e posiziona il vaso in una zona luminosa ma non diretta. I semi dovrebbero germogliare entro 2-4 settimane. Una volta che le piantine hanno raggiunto una dimensione sufficiente, puoi trapiantarle in vasi o in giardino.

    - Divisione dei cespugli:
    Se hai una pianta di lantana matura che ha formato cespugli, puoi dividerla per ottenere nuove piante. Scava intorno al cespuglio e solleva delicatamente la pianta dal terreno. Dividi il cespuglio in sezioni più piccole, assicurandoti che ogni sezione abbia radici e germogli. Trapianta le sezioni in vasi o in giardino, seguendo le stesse istruzioni di coltivazione per la lantana.

    ...vedi scheda completa su lantana

    Lentaggine


    Lentaggine


    Lentaggine - (Viburnum tinus L.)
    Pianta arbustiva, raramente alberello alta 3-5 mt. poco ramificata. Fiori raccolti in corimbi nell'apice dei ramoscelli, corolla bianca o rosata, fioritura da dicembre ad aprile.

    Il Viburnum tinus (lentaggine) si ricopre di fiori candidi durante l'inverno e la primavera. In seguito compaiono delle splendide bacche, nere e lucide da sembrare metalliche.
    Fiori bisessuali, profumati, riuniti in dense cime corimbose del diametro di 5-10 cm.

    Introduzione alla Lentaggine (Viburnum): Caratteristiche e Origini
    La lentaggine, nota anche come Viburnum, è un genere di piante che comprende circa 150-175 specie di arbusti e alberi originari principalmente delle regioni temperate dell'emisfero settentrionale. Queste piante sono ampiamente apprezzate per la loro bellezza ornamentale, grazie ai fiori profumati, alle foglie decorative e ai frutti colorati che producono. Ecco alcune caratteristiche e informazioni sulle lentaggini:

    - Fioritura: Le lentaggini producono fiori profumati e vistosi che possono essere di colore bianco, rosa, rosso o giallo, a seconda della specie. I fiori sono riuniti in infiorescenze tondeggianti o a pannocchia e fioriscono in primavera o in estate, aggiungendo un tocco di colore e profumo al giardino.

    - Fogliame: Le foglie delle lentaggini sono di solito decidue, ma alcune specie possono essere sempreverdi. Le foglie possono essere di diverse forme e colori, a seconda della specie, e aggiungono interesse visivo al fogliame della pianta.

    - Frutti: Dopo la fioritura, molte specie di lentaggine producono frutti decorativi di colore rosso, blu, nero o viola, che sono molto apprezzati dalla fauna selvatica, come uccelli e scoiattoli. I frutti possono persistere sulla pianta per diverse settimane o mesi, aggiungendo un elemento decorativo in autunno e inverno.

    - Crescita e dimensioni: Le lentaggini possono essere arbusti compatti o alberi di medie dimensioni, a seconda della specie. Alcune specie possono raggiungere altezze considerevoli, mentre altre sono più adatte per bordure o siepi.

    - Origini: Le lentaggini sono originarie principalmente delle regioni temperate dell'emisfero settentrionale, come Europa, Asia e Nord America. Sono piante adattabili e si trovano in una varietà di habitat, dalle foreste ai prati aperti.

    - Utilizzi: Le lentaggini sono ampiamente utilizzate nei giardini come piante ornamentali, per la fioritura, il fogliame decorativo e i frutti colorati. Possono essere coltivate come singole piante, in gruppi o come siepi per delimitare i confini del giardino.

    In sintesi, le lentaggini sono piante affascinanti e versatili, apprezzate per la loro bellezza ornamentale e la facilità di coltivazione. Se desideri aggiungere un tocco di colore e interesse al tuo giardino, considera di includere alcune varietà di lentaggine nella tua prossima progettazione paesaggistica.



    ...vedi scheda completa su lentaggine

    Lentisco


    Lentisco


    Lentisco - (Pistacia Lentiscus)
    Arbusto sempreverde aromatico (Pistacia lentiscus) della famiglia delle Anacardiacee, della regione mediterranea; foglie coriacee; fiori rossi; semi neri a maturazione.
    Ha portamento eretto, molto ramificato, e puo' raggiungere 4-5 m di altezza e 2-3 m di larghezza; la chioma e' tondeggiante, e in genere presenta un fusto molto corto, anche se talvolta si puo' sviluppare ad alberello.

    Introduzione al Lentisco: Caratteristiche, Origini e Habitat Naturale
    Il Lentisco (Pistacia lentiscus) è un arbusto sempreverde, una pianta tipica della macchia mediterranea e rappresenta uno degli arbusti più diffusi e caratteristici di questo habitat. Ecco una breve introduzione alle sue caratteristiche, origini e habitat naturale:
    Caratteristiche Botaniche:
    - Il Lentisco può presentarsi come un cespuglio o raramente come un albero, raggiungendo un'altezza di 3-4 metri.
    - La pianta ha una chioma densa e globosa, con foglie alterne, paripennate e glabre, di colore verde cupo.
    - E' una specie dioica, con fiori maschili e femminili su piante separate.

    Origini e Distribuzione Geografica:
    - Originario delle coste meridionali atlantiche e mediterranee, il Lentisco è diffuso in tutta l'area del Mediterraneo.
    - In Italia, si trova in Liguria, nella penisola e nelle isole, fino ai 600 metri sul livello del mare.

    Habitat Naturale:
    - Predilige ambienti eliofili, termofili e xerofili, ovvero luoghi soleggiati, caldi e asciutti.
    - Cresce bene su suoli silicei e fa parte della vegetazione tipica della macchia mediterranea, spesso in associazione con l'olivastro e il mirto.
    - Non è una specie colonizzatrice, ma può diventare dominante in aree degradate, specialmente dopo incendi.

    Il Lentisco è noto anche per il suo forte odore resinoso e per la produzione di una resina chiamata mastice, utilizzata in vari ambiti, dalla medicina popolare all'industria. La sua rusticità e capacità di adattamento lo rendono una scelta eccellente per la riqualificazione ambientale di zone degradate.



    ...vedi scheda completa su lentisco

    Ligustro


    Ligustro


    Ligustro - (Ligustrum vulgare L., Olivella, Levistico)
    Arbusto ornamentale della famiglia delle Oleacee, dell'Europa meridionale.
    I Ligustri sono piante sempreverdi o a foglie caduche utilizzate in giardinaggio da epoche che risalgono al giardino greco e romano per la loro ornamentale eleganza e per il profumo dei loro fiori.
    Foglie lanceolate intere, persistenti e coriacee nella varieta' sempervirens; fiori bianchi, profumati, in pannocchie terminali piccole e dotate di un intenso profumo dolciastro.

    Ligustro: Una Pianta Versatile e Decorativa per il Giardino
    Il ligustro è una pianta molto apprezzata per la sua versatilità e bellezza, rendendola una scelta popolare per i giardini. Appartenente alla famiglia delle Oleaceae, il ligustro comprende diverse specie, tra cui il Ligustrum vulgare, il Ligustrum japonicum e il Ligustrum lucidum, ognuna con caratteristiche uniche che possono adattarsi a diverse esigenze di coltivazione e design paesaggistico.

    Caratteristiche del Ligustro
    - Foglie: Il ligustro presenta foglie semi-sempreverdi o sempreverdi, a seconda della specie e del clima. Le foglie sono generalmente piccole, di forma ovale e di un verde intenso, che possono virare verso toni più scuri o giallastri durante l'autunno.
    - Fiori e Frutti: I fiori del ligustro sono piccoli, bianchi e profumati, riuniti in grappoli che sbocciano in estate. Dopo la fioritura, la pianta produce piccoli frutti neri o blu scuro, che sono molto apprezzati dalla fauna selvatica, in particolare dagli uccelli.
    - Crescita e Manutenzione: Questa pianta è nota per la sua rapida crescita e per la facilità di manutenzione. Il ligustro può essere potata regolarmente per mantenere una forma compatta e ordinata, rendendola ideale per siepi e bordure.

    Vantaggi del Ligustro in Giardino
    - Versatilità: Il ligustro può essere utilizzato come pianta singola, siepe, bordura o addirittura in contenitori. La sua adattabilità a diversi tipi di terreno e condizioni climatiche la rende una scelta versatile per qualsiasi giardino.
    - Tolleranza: E' una pianta molto resistente, capace di tollerare condizioni di siccità, inquinamento urbano e potature frequenti. Questa caratteristica la rende ideale per l'uso in ambienti urbani e giardini pubblici.
    - Protezione e Privacy: Utilizzato come siepe, il ligustro offre una protezione naturale contro il vento e una schermatura efficace per la privacy. La densità del fogliame crea una barriera visiva e sonora, migliorando il comfort del giardino.

    Coltivazione del Ligustro
    - Piantagione: Il ligustro può essere piantato in qualsiasi periodo dell'anno, preferibilmente in primavera o autunno. Si adatta a vari tipi di terreno, purché ben drenati. è consigliabile piantarlo in una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata per una crescita ottimale.
    - Irrigazione: Durante il primo anno dopo la piantagione, è importante mantenere il terreno umido per favorire l'attecchimento delle radici. Una volta stabilita, la pianta necessita di irrigazioni moderate, tollerando brevi periodi di siccità.
    - Potatura: La potatura regolare aiuta a mantenere la forma desiderata e promuove una crescita densa e compatta. Si consiglia di potare il ligustro in primavera o in autunno, rimuovendo i rami secchi e quelli che compromettono la forma generale della pianta.

    In Conclusione il ligustro è una pianta ornamentale che offre numerosi vantaggi per il giardino, grazie alla sua bellezza, resistenza e versatilità. Che si tratti di creare una siepe, una bordura o semplicemente di aggiungere un tocco di verde, il ligustro rappresenta una scelta eccellente per qualsiasi progetto di giardinaggio. Con la giusta cura e manutenzione, questa pianta può arricchire il tuo spazio verde per molti anni a venire.



    ...vedi scheda completa su ligustro

    Liriodendro


    Liriodendro


    Liriodendro - o albero dei tulipani, albero ornamentale (Liriodendron tulipifera) della famiglia delle Magnoliacee, dell'America Settentrionale, alto fino a 45 m, con foglie lobate ad apice tronco e retuso.
    I fiori solitari, vistosi e di colore verde-giallognolo, sono molto profumati e ricordano i tulipani;
    I frutti non hanno valore ornamentale. Sono marrone, di forma conica, portati spesso sulla punta dei rami, costituiti da numerosi piccoli acheni alati addossati insieme a spirale. Sono attrattivi per gli uccelli e altri animali selvatici.
    Alcune varieta' vengono coltivate per il loro fogliame ornamentale e per il legno, ampiamente utilizzato in ebanisteria e in falegnameria.

    Origine e storia del Liriodendro
    Il Liriodendro, conosciuto anche come Albero dei Tulipani, è un magnifico albero appartenente alla famiglia delle Magnoliacee. Le sue origini affondano nel tempo profondo del Nord America, dove prosperava già durante l'Eocene, circa 37 milioni di anni fa.

    Testimonianze fossili dimostrano che un tempo il Liriodendro era diffuso anche in Europa e in Asia, ma con il passare delle ere geologiche scomparve da questi continenti, lasciando traccia di sé solo nel ricco patrimonio arboreo dell'est del Nord America.

    L'arrivo del Liriodendro in Europa risale al XVII secolo, grazie ai coloni europei che ne apprezzarono la bellezza e l'imponenza. Da allora, si è diffuso rapidamente in tutto il continente, diventando un elemento prezioso di parchi, giardini e viali alberati.

    Il nome "Liriodendro" deriva dal greco e significa "albero dei gigli", un chiaro riferimento ai suoi splendidi fiori, che sbocciano in tarda primavera e ricordano la forma di tulipani verde-gialli. I Nativi Americani chiamavano quest'albero "albero dello zucchero" per il dolce nettare prodotto dai suoi fiori, che utilizzavano come dolcificante naturale.

    Oltre al suo valore ornamentale, il Liriodendro vanta anche un legno pregiato, robusto e leggero, impiegato in passato per la costruzione di canoe, strumenti musicali e mobili. Ancora oggi, il legno di Liriodendro viene apprezzato per la sua bellezza e utilizzato in falegnameria.

    Oggi, il Liriodendro continua a conquistare il cuore di chi lo ammira con la sua eleganza e il suo fascino senza tempo, un vero ambasciatore della natura americana che arricchisce i paesaggi di tutto il mondo.



    ...vedi scheda completa su liriodendro

    Mimosa


    Mimosa


    Mimosa - Genere di piante arboree o cespugliose della fam. Mimosacee con numerose specie dell'America tropicale. Fra le piu' note e' la Mimosa pudica (sensitiva) dalle foglie sensibili le cui foglioline alla minima sollecitazione si ripiegano prontamente sul rachide.
    La mimosa e' specie esigente: infatti sopporta il gelo solo se breve e saltuario e viene danneggiata dal vento freddo.
    La Mimosa e' una pianta da esterno tipica del clima temperato e secondo le diverse specie di Acacia si possono avere due tipi di foglie: composte, bipennate e dal colore grigio-argento, oppure ridotte a piccole scaglie (fillodi) poiche' si tratta piu' propriamente di rami trasformati.

    Mimosa: Un Fiore Delicato con un Simbolismo Profondo
    La mimosa è un fiore delicato e profumato, conosciuto per i suoi piccoli fiori gialli e la sua forma piumosa. Questo fiore è spesso associato alla primavera e alla festa della donna, in quanto simboleggia la sensibilità, la delicatezza e la femminilità.

    La mimosa è anche un simbolo di speranza e ottimismo, poiche' fiorisce all'inizio della primavera, portando con se' la promessa di nuovi inizi e di tempi migliori. Inoltre, il suo colore giallo brillante rappresenta la gioia, l'energia e la vitalità.

    Questo fiore è spesso regalato come segno di affetto e apprezzamento verso una persona cara, per celebrare momenti speciali o semplicemente per portare un po' di allegria e positività nella vita di qualcuno.

    Inoltre la mimosa è anche considerato un simbolo di solidarietà e sostegno verso le donne, in quanto è spesso associato alla lotta per i diritti delle donne e alla celebrazione della loro forza e resilienza.

    In conclusione, la mimosa è un fiore che va oltre la sua bellezza estetica, portando con se' un significato profondo e simbolico che lo rende un dono prezioso e speciale in diverse occasioni.



    ...vedi scheda completa su mimosa

    Mirto


    Mirto


    Mirto - (Myrtus Communis)
    Famiglia: Myrtaceae. Il genere Myrtus comprende circa 100 specie di arbusti e alberi sempreverdi.
    Sono piante semirustiche caratterizzate da foglie aromatiche. Sono particolarmente indicate per bordure in piena terra, oppure in grandi vasi sui terrazzi. Pianta arbustiva con foglie ovali di colore verde scuro brillante e aromatiche: emanano un odore fragrante quando vengono stropicciate. I fiori sono bianchi, larghi circa 3 cm, e appaiono da giugno ad agosto; i frutti si formano in autunno.
    I frutti sono bacche globoso-ovoidali di colore nero-azzurrastro, rosso-scuro o piu' raramente biancastre, con numerosi semi reniformi.

    Mirto: Un gioiello mediterraneo con mille virtù
    Mirto è un frutto che cresce principalmente in Italia, Spagna, Portogallo e altri paesi del Mediterraneo. è un frutto piccolo, simile a un uva, con un'esaltazione azzurra e un'aroma intenso.
    Il mirto è noto per le sue proprietà medicinali e per i suoi benefici per la salute. E' considerato un gioiello mediterraneo per la sua ricchezza di vitamine, minerali e antiossidanti.

    - E' un potente antinfiammatorio e analgesico. E' utilizzato per alleviare dolori articolari e muscolari, come la gonite, la lombalgia e la colite. E' anche efficace per il trattamento delle infiammazioni croniche, come la colite ulcerosa.
    - Il mirto è un potente anticancro. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, il mirto è in grado di prevenire la formazione di tumori e di aiutare a combattere il cancro.
    - Un potente antidiabete. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e ai suoi componenti fitoestrogenici, il mirto è in grado di aiutare a regolare il livello di insulina nel sangue e di prevenire l'insulinaresistenza.
    Infine il mirto è un potente antiflogistico. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e ai suoi componenti fitoestrogenici, il mirto è in grado di aiutare a ridurre le infiammazioni croniche.

    In sintesi, il mirto è un gioiello mediterraneo con mille virtù. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, anticancro, antidiabete e antiflogistiche, il mirto è un frutto prezioso per la salute e la cura del corpo.



    ...vedi scheda completa su mirto

    Nandina


    Nandina


    Nandina - Famiglia: Berberidacee. Arbusto sempreverde eretto molto somigliante al bambu', originario delle zone orientali dell'Asia.
    Armoniosa ed elegante pianta arbustiva sempreverde di portamento globoso e di taglia contenuta.
    Le sue foglie strette e lanceolate hanno la caratteristica di nascere rosso scuro, diventare verdi e poi tornare rosse senza mai cadere. In estate produce delle pannocchie di fiorellini bianchi a stella che nei climi piu' caldi si tramutano in frutti rossi sferici.

    Nandina domestica: Caratteristiche e varietà
    La Nandina domestica, comunemente conosciuta come bambù sacro o albero del paradiso, è un arbusto sempreverde originario dell'Asia orientale. Ha foglie pennate di colore verde scuro che assumono tonalità rosse o viola durante l'autunno e l'inverno.
    Questa pianta può raggiungere un'altezza di 1-2 metri e ha un portamento eretto e compatto. I suoi fusti sono sottili e leggermente arcuati, con una corteccia marrone.

    La Nandina domestica produce anche fiori bianchi o rosa, riuniti in infiorescenze a pannocchia che sbocciano in primavera e in estate. Successivamente, si formano dei frutti rossi o arancioni che persistono per gran parte dell'inverno.
    Esistono diverse varietà di Nandina domestica, tra cui:
    - 'Firepower': una varietà compatta che raggiunge un'altezza di circa 60 cm. Ha foglie verde scuro che diventano rosse in autunno e inverno.
    - 'Gulf Stream': una varietà più alta, che può raggiungere un'altezza di 1,2 metri. Ha foglie verde scuro che diventano rosse in autunno e inverno.
    - 'Harbour Dwarf': una varietà molto compatta, che raggiunge un'altezza di circa 30 cm. Ha foglie verde scuro che diventano rosse in autunno e inverno.
    - 'Lemon Lime': una varietà con foglie giallo-verdi che diventano arancioni in autunno e inverno.
    - 'Obsession': una varietà con foglie verde scuro che diventano rosse brillanti in autunno e inverno.

    La Nandina domestica è una pianta molto resistente e adatta a diversi tipi di terreno e condizioni climatiche. è spesso utilizzata come pianta ornamentale in giardini e parchi, grazie alla sua bellezza e alla sua capacità di fornire colore anche durante i mesi più freddi dell'anno.



    ...vedi scheda completa su nandina

    Ninfea


    Ninfea


    Ninfea - pianta erbacea rizomatosa (Nymphaea alba) della famiglia delle Ninfeacee, delle acque stagnanti, diffusa in Europa; ampie foglie arrotondato-cuoriformi, a fior d'acqua; fiori bianchi, vistosi, natanti.
    La purezza del bianco di questo fiore aveva il potere magico di allontanare il maligno. Oggi queste incredibili piante acquatiche sono coltivate come piante ornamentali.
    Sono in grado di resistere all'inverno piu' rigido a condizione che le loro radici siano coperte da uno spesso strato di limo e l'acqua sia profonda almeno 60 cm.

    Ninfea: La Regina dei Laghi e Stagni
    Ninfea, conosciuta anche come Nymphaea, è una pianta acquatica che si trova comunemente nei laghi e negli stagni. è nota come "la regina dei laghi e stagni" per la sua bellezza e la sua eleganza.
    La ninfea è caratterizzata da grandi foglie rotonde o a forma di cuore che galleggiano sulla superficie dell'acqua. I fiori sono grandi e vistosi, con petali bianchi o rosa e un centro giallo. Sono molto profumati e attirano api, farfalle e altri insetti impollinatori.

    Questa pianta è considerata sacra in molte culture antiche, come quella egizia e quella greca. Era associata alla dea dell'amore e della bellezza, Afrodite, e veniva spesso utilizzata nei rituali religiosi e nelle cerimonie.
    La ninfea è anche un simbolo di purezza e rinascita. Le sue foglie e i suoi fiori emergono dalla melma e dal fango dei fondali dei laghi e degli stagni, rappresentando la capacità di rigenerarsi e di trasformarsi.

    Oltre al suo significato simbolico, la ninfea ha anche importanti proprietà ecologiche. Le sue foglie galleggianti forniscono ombra e rifugio per i pesci e altri organismi acquatici. Inoltre, le radici della ninfea aiutano a mantenere l'equilibrio dell'ecosistema, assorbendo nutrienti in eccesso e riducendo la crescita di alghe nocive.
    La ninfea è una pianta molto popolare nei giardini acquatici e viene spesso coltivata in laghetti ornamentali. La sua bellezza e la sua capacità di purificare l'acqua la rendono una scelta ideale per creare un ambiente tranquillo e sereno.

    In conclusione, la ninfea è davvero la regina dei laghi e degli stagni. La sua bellezza, il suo significato simbolico e le sue proprietà ecologiche la rendono una pianta unica e affascinante.



    ...vedi scheda completa su ninfea

    Oleandro


    Oleandro


    Oleandro - (Nerium Oleander)
    Arbusto cespuglioso sempreverde. Le foglie lanceolate sono coriacee. I fiori, con cinque lobi appiattiti semplici e doppi, sono larghi dai 2-4 cm; compaiono da giugno a settembre su racemi terminali. Il loro colore varia dal bianco al rosso, passando da molte tonalita' di rosa, al giallo, all'albicocca a seconda della varieta'. In genere sono profumati. E' spesso coltivato per ornamento e per realizzare bordure stradali.

    Introduzione all'Oleandro: Descrizione generale della pianta, Origini e diffusione
    L'oleandro, noto scientificamente come Nerium oleander, è una pianta sempreverde appartenente alla famiglia delle Apocinaceae. E' una delle piante ornamentali più comuni e popolari al mondo, grazie alla sua bellezza e resistenza.

    L'oleandro è caratterizzato da foglie lunghe e strette, di colore verde scuro, che crescono in modo opposto lungo i rami. I fiori sono grandi e vistosi, con petali di colore bianco, rosa, rosso o giallo. La pianta può raggiungere un'altezza di circa 2-3 metri e si sviluppa in modo arbustivo o a forma di albero, a seconda della varietà.
    Questa pianta è originaria delle regioni mediterranee, in particolare del bacino del Mediterraneo e dell'Asia occidentale. Tuttavia, grazie alla sua resistenza e adattabilità, l'oleandro è stato introdotto in molte altre parti del mondo, compresi i climi tropicali e subtropicali. Oggi è ampiamente diffuso in tutto il Mediterraneo, ma si trova anche in Nord America, Sud America, Africa e Asia.

    L'oleandro è una pianta molto resistente e tollerante alla siccità, al caldo e al vento. è in grado di crescere in diversi tipi di terreno, anche se preferisce quelli ben drenati. è una pianta che richiede poca manutenzione e può sopravvivere anche in condizioni ambientali avverse.
    Tuttavia, è importante notare che tutte le parti dell'oleandro sono altamente tossiche se ingerite. Le foglie, i fiori e persino la linfa della pianta contengono sostanze velenose che possono causare gravi intossicazioni. Pertanto, è necessario fare attenzione quando si coltiva l'oleandro, soprattutto se ci sono bambini o animali domestici in casa.

    Nonostante la sua tossicità, l'oleandro è ancora molto apprezzato come pianta ornamentale per i suoi fiori colorati e la sua capacità di resistere a condizioni ambientali difficili. è spesso utilizzato per decorare giardini, parchi e strade, ma può anche essere coltivato in vaso come pianta da interno.
    In conclusione, l'oleandro è una pianta sempreverde molto diffusa e apprezzata per la sua bellezza e resistenza. Originaria delle regioni mediterranee, si è diffusa in molte altre parti del mondo grazie alla sua adattabilità. Tuttavia, è importante ricordare la sua tossicità e prendere le precauzioni necessarie quando si coltiva questa pianta.



    ...vedi scheda completa su oleandro

    Osmanthus


    Osmanthus


    Osmanthus - (Osmanthus fragrans)
    Arbusto sempreverde originario di Cina e Giappone, teme i freddi intensi e soprattutto il vento gelido (al quale reagisce defogliandosi). Ha foglie di colore verde scuro dalla forma oblunga, con fiorellini piccoli di forma tubolare, molto profumati, che sbocciano in autunno.

    Introduzione all'Osmanthus: Origini e caratteristiche botaniche. Importanza storica e culturale
    L'Osmanthus è un genere di piante appartenente alla famiglia delle Oleaceae, che comprende circa 30 specie di arbusti e piccoli alberi originari dell'Asia orientale. Queste piante sono note per le loro foglie persistenti e lucide, nonché per i fiori profumati che sbocciano in autunno.
    L'origine dell'Osmanthus risale a milioni di anni fa, ed è stata trovata traccia di questa pianta in fossili risalenti al Cretaceo inferiore, circa 100 milioni di anni fa. La maggior parte delle specie di Osmanthus sono originarie della Cina, dove sono state coltivate per secoli per scopi ornamentali e medicinali.

    Le caratteristiche botaniche dell'Osmanthus variano a seconda della specie, ma in generale si tratta di piante sempreverdi con foglie lanceolate o ovali, di colore verde scuro e lucide. I fiori sono piccoli e di solito bianchi, ma alcune specie hanno fiori gialli o arancioni. I fiori sono profumati e sbocciano in autunno, quando la maggior parte delle altre piante sono in letargo.

    L'importanza storica e culturale dell'Osmanthus è significativa in Asia orientale, dove è stato utilizzato per secoli per scopi medicinali, rituali e ornamentali. Ad esempio, in Cina, l'Osmanthus è stato utilizzato per secoli nella medicina tradizionale per trattare una varietà di disturbi, tra cui la tosse, l'asma e le malattie della pelle. In Giappone, l'Osmanthus è stato utilizzato per secoli nei rituali shintoisti e buddisti, e le sue foglie sono state utilizzate per fare tè e sake.

    Inoltre, l'Osmanthus è una pianta molto apprezzata per il suo valore ornamentale, e molte specie sono state selezionate per le loro caratteristiche particolari, come la forma delle foglie, la profumazione dei fiori e la resistenza al freddo. L'Osmanthus è spesso utilizzato come pianta ornamentale in parchi e giardini, e alcune specie sono coltivate come bonsai.

    In sintesi, l'Osmanthus è una pianta con una lunga storia e una grande importanza culturale in Asia orientale, nota per le sue foglie persistenti e lucide, nonché per i fiori profumati che sbocciano in autunno. La sua bellezza e il suo profumo lo rendono una pianta molto apprezzata per scopi ornamentali, e la sua importanza storica e culturale lo rendono un simbolo importante in Asia orientale.



    ...vedi scheda completa su osmanthus




    Amazon Prime Day in anticipo: tante ottime offerte dal mondo hi-tech


    Su Amazon tantissime promozioni su robot aspirapolvere, TV, notebook e tanto altro

    VAI AL SITO


    Alcune piante anti-zanzare per salvare la tua estate


    L'estate e' la stagione preferita da molti, ma puo' anche essere la piu' fastidiosa a causa delle zanzare.


    Fortunatamente, esistono piante che possono aiutare a tenere lontane queste fastidiose creature.

    VAI AL SITO


    Achillea: Coltivazione, usi e propriet di questa pianta medicinale


    Scopri tutto sulla pianta di Achillea come coltivarla, i suoi usi in erboristeria e in medicina, e le propriet terapeutiche per la salute. Leggi i nostri consigli su come coltivare e utilizzare al meglio questa pianta medicinale

    VAI AL SITO


    Ajuga: caratteristiche, coltivazione e cura della pianta erbacea perennale


    Scopri tutto sulla pianta di ajuga, un erbacea perenne molto utilizzata in giardinaggio per la copertura del suolo. Leggi le sue caratteristiche, come coltivarla e prendersene cura per avere un bel tappeto erboso verde in giardino

    VAI AL SITO


    Guida pratica sulla coltivazione della forsythia: il fiore che annuncia l\'arrivo della primavera


    La forsythia un fiore che incanta con la sua bellezza e il suo colore vivace, segnando l'arrivo della primavera con i suoi fiori gialli brillanti. Se sei un appassionato di giardinaggio e desideri aggiungere un tocco di primavera al tuo spazio verde, coltivare la forsythia potrebbe essere la scelta perfetta.

    VAI AL SITO


    - Vedi tutte le News
    - Iscriviti al canale Telegram