Voi siete qui: Home > fiori > coltivare crisantemo







I fiori dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Crisantemo


Crisantemo - Piante perenni della famiglia delle Composite. Le varieta' ornamentali hanno capolini convessi, nei quali i fiori del raggio sono molto numerosi, mentre i fiori del disco sono pochi o del tutto assenti.

Crisantemo, informazioni generali sulla pianta
Sono state ottenute moltissime varieta' ibride, con boccioli, semplici, semidoppi o doppi, che possono svilupparsi sino a 20 centimetri di diametro. Tra le varie categorie vi sono:
i crisantemi pompon, con fiori piccoli e globosi;
i crisantemi a fiore d'anemone, con capolini piccoli e convessi;
i crisantemi incurvato-ricurvati, con capolini grandi e fiori ligulati rivolti verso il centro o verso l'esterno.

Introduzione al crisantemo:
Il crisantemo, noto scientificamente come Chrysanthemum, è una pianta ornamentale molto popolare ampiamente coltivata per i suoi fiori vistosi e variopinti. E' originario principalmente dell'Asia, ma è ampiamente coltivato e apprezzato in tutto il mondo per la sua bellezza e la sua lunga storia di coltivazione.

Il crisantemo è una pianta ornamentale molto popolare, appartenente alla famiglia delle Asteraceae. E' originario dell'Asia e viene coltivato in tutto il mondo per le sue bellissime fioriture di varie forme e colori. In Giappone, il crisantemo è un simbolo nazionale e viene utilizzato come emblema imperiale.

Il crisantemo è una pianta perenne che cresce bene in terreni ben drenati e soleggiati. La sua fioritura avviene in autunno e può durare fino a diverse settimane. Esistono diverse varietà di crisantemi, tra cui quelli a fiore singolo o doppio, a pompon o a margherita, di diverse dimensioni e colori.

Il crisantemo viene spesso utilizzato come pianta ornamentale in giardini, balconi e terrazze, ma anche come fiore da taglio per la creazione di composizioni floreali. Inoltre, alcune varietà di crisantemi vengono utilizzate in medicina tradizionale per le loro proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

In sintesi, il crisantemo è una pianta ornamentale molto diffusa e apprezzata per le sue bellissime fioriture, ma anche per le sue proprietà medicinali.

Caratteristiche della pianta di Crisantemo:
Il crisantemo è una pianta erbacea perenne che cresce da un rizoma o una radice tuberosa. Le piante di crisantemo possono variare notevolmente in altezza, dalla varietà a cuscino bassa di pochi centimetri fino alle varietà arbustive che possono superare il metro di altezza. Le foglie sono di solito verdi, lobate o dentellate, e le infiorescenze sono costituite da una fitta corona di piccoli fiori tubulosi o a petali allungati.

La pianta di crisantemo è una pianta ornamentale molto popolare, originaria dell'Asia, che presenta diverse caratteristiche distintive. In generale, si tratta di una pianta perenne che può raggiungere un'altezza di circa 1 metro e mezzo. Le foglie sono di colore verde scuro e hanno una forma lanceolata o pennata. I fiori, invece, sono la parte più vistosa della pianta e possono avere diverse forme e colori, a seconda della varietà.

In genere, i fiori di crisantemo sono grandi e a forma di margherita, con petali disposti in modo regolare attorno a un disco centrale. I colori variano dal bianco al giallo, dal rosa al viola e al rosso.
Oltre alle caratteristiche estetiche, il crisantemo è anche una pianta molto resistente e facile da coltivare, adatta a diversi tipi di terreno e condizioni climatiche.
Inoltre, alcune varietà di crisantemo sono utilizzate anche a scopo medicinale, per le loro proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Origine e diffusione del crisantemo:
Il crisantemo ha origini antiche in Asia, in particolare in Cina e Giappone, dove è stato coltivato per secoli. Nel corso dei secoli, la coltivazione del crisantemo si è diffusa in tutto il mondo e ha portato alla selezione di numerose varietà e ibridi.

Il crisantemo è una pianta ornamentale originaria dell'Asia orientale, dove è coltivata da oltre 2.500 anni. In particolare, si pensa che la sua origine sia in Cina e Giappone, dove è considerata una pianta sacra e simbolo di longevità e felicità.

Il crisantemo è stato introdotto in Europa nel XVII secolo, grazie ai commercianti olandesi che lo importavano dall'Asia. Inizialmente, la pianta era coltivata solo in serre e giardini botanici, ma successivamente si è diffusa anche nei giardini privati.

Oggi il crisantemo è diffuso in tutto il mondo e viene coltivato in molte varietà e colori diversi, utilizzato soprattutto come fiore ornamentale per decorare giardini, balconi e terrazzi. In alcune culture, come quella giapponese, il crisantemo è ancora considerato un fiore sacro e viene utilizzato anche in cerimonie religiose e rituali.

Aspetto e morfologia del crisantemo:
Il crisantemo presenta una morfologia complessa. Le sue infiorescenze possono essere di diverse forme, tra cui sferiche, a forma di pompon, a razzo o a margherita. I fiori possono essere singoli o doppi, a petali piatti o incurvati. La pianta produce fusti eretti o ramificati e le foglie possono variare in forma e dimensione a seconda delle varietà.

La sua morfologia è caratterizzata da un fusto eretto e ramificato che può raggiungere un'altezza di 60-150 cm.
Le foglie sono di forma ovale o lanceolata, di colore verde scuro e con bordi dentellati.
I fiori possono essere di diverse forme e dimensioni a seconda della varietà, ma generalmente hanno una forma globosa o a margherita con petali di varie tonalità di colore, dal bianco al giallo, all'arancione, al rosa, al viola e al rosso.

Il fiore è composto da un disco centrale di fiori tubulosi circondato da numerosi fiori ligulati, a forma di linguetta.
In genere, il crisantemo fiorisce in autunno, ma ci sono varietà che fioriscono anche in primavera e in estate.

Varietà e colori del crisantemo:
Esistono migliaia di varietà di crisantemo, ognuna caratterizzata da colori e forme diverse. I colori più comuni includono il bianco, il giallo, l'arancione, il rosa, il rosso e il viola. Le varietà possono differire anche nella forma dei fiori, con alcune varietà che presentano fiori ad asta, fiori a pompon o fiori a margherita.

Il crisantemo è un fiore che presenta molte varietà e colori diversi. Le varietà possono differire per la forma dei petali, la grandezza del fiore e la lunghezza del gambo. Inoltre, i crisantemi possono essere di colore bianco, giallo, rosa, rosso, viola o arancione.

Alcune varietà presentano anche sfumature o striature di colore diverso. In generale, il crisantemo è un fiore molto versatile e adatto a molte occasioni, grazie alla sua bellezza e alla sua varietà di colori.



Crisantemo fiore



Coltivazione del crisantemo:
Il crisantemo è coltivato attraverso talee o seme. Richiede un terreno ben drenato, ricco di sostanza organica e una buona esposizione alla luce solare. La pianta richiede annaffiature regolari e la rimozione dei fiori appassiti per favorire una fioritura continua. Alcune varietà di crisantemo richiedono anche sostegno o potatura per mantenere una forma compatta.

Il crisantemo è una pianta ornamentale molto apprezzata per la bellezza dei suoi fiori. La sua coltivazione richiede alcune attenzioni e cure specifiche per ottenere una fioritura rigogliosa e duratura.

Scelta del terreno e dell'esposizione
Il crisantemo cresce bene in terreni ben drenati, fertili e ricchi di sostanza organica. E' importante evitare terreni troppo compatti o argillosi, che possono favorire il ristagno dell'acqua e causare il marciume delle radici. L'esposizione ideale per il crisantemo è quella in pieno sole o in mezz'ombra, evitando le zone troppo esposte al vento.

Piantagione e cura delle piante
La piantagione dei crisantemi va effettuata preferibilmente in primavera o in autunno, evitando le giornate troppo calde o troppo fredde. Le piante vanno posizionate a una distanza di almeno 30-40 cm l'una dall'altra, per consentire lo sviluppo delle radici e delle foglie. Durante la fase di crescita, è importante mantenere il terreno umido ma non troppo bagnato, evitando ristagni idrici che possono causare il marciume delle radici.

Fertilizzazione e potatura
Il crisantemo ha bisogno di una buona dose di fertilizzante per crescere rigoglioso e produrre fiori belli e abbondanti. E' consigliabile utilizzare un concime specifico per piante fiorite, da somministrare ogni 15-20 giorni durante la fase di crescita. La potatura del crisantemo va effettuata in primavera, per eliminare i rami secchi o danneggiati e favorire la crescita di nuovi germogli. Inoltre, è possibile effettuare una potatura a metà estate, per favorire la formazione di nuovi fiori e mantenere la pianta più compatta.

Protezione dalle malattie e parassiti
Il crisantemo può essere attaccato da diverse malattie e parassiti, come la ruggine, la muffa grigia o gli afidi. Per prevenire questi problemi, è importante mantenere la pianta pulita e ben ventilata, evitando ristagni idrici eccessivi e rimuovendo le foglie o i fiori secchi. In caso di infestazioni da parassiti, è possibile utilizzare rimedi naturali come l'olio di neem o il sapone di Marsiglia, o ricorrere a prodotti specifici disponibili in commercio.

In conclusione, la coltivazione del crisantemo richiede alcune attenzioni e cure specifiche, ma con le giuste precauzioni è possibile ottenere una fioritura spettacolare e duratura.

Raccolta e conservazione dei crisantemi:
I crisantemi possono essere raccolti quando i fiori sono completamente aperti, ma prima che i petali inizino a cadere. I fiori possono essere conservati in acqua fresca o utilizzati per l'essiccazione. E' possibile conservare i fiori essiccati per scopi decorativi o utilizzarli in creazioni artigianali.

I crisantemi sono fiori molto popolari, utilizzati spesso per la decorazione di interni ed esterni, per eventi speciali come matrimoni e funerali, e per la produzione di oli essenziali e profumi.

Per raccogliere i crisantemi, è importante scegliere il momento giusto della giornata e il periodo dell'anno. I fiori dovrebbero essere raccolti durante le ore più fresche del giorno, preferibilmente al mattino presto o alla sera tardi, quando le temperature sono più basse.

Dopo la raccolta, i crisantemi dovrebbero essere conservati in modo adeguato per garantirne la freschezza e la durata. E' importante rimuovere le foglie e le parti danneggiate dei fiori, quindi immergere i gambi in acqua fredda per alcune ore. Successivamente, i crisantemi possono essere conservati in un contenitore di plastica o di vetro, coperti con un sacchetto di plastica per evitare che l'umidità si disperda. Possono essere conservati in frigorifero, ma non vicino a frutta e verdura, che emettono gas etilene che accelera la maturazione dei fiori.



Crisantemo pianta



Usi e simbolismo del crisantemo:
Il crisantemo ha un significato simbolico diverso in diverse culture. In molti paesi asiatici, come Cina e Giappone, il crisantemo è considerato un simbolo di longevità, felicità e nobiltà. In Giappone, il crisantemo è il simbolo nazionale del paese e viene celebrato durante il "Festival del crisantemo". Nel linguaggio dei fiori, il crisantemo può rappresentare anche la sincerità, l'ottimismo o l'amore.

In Giappone, ad esempio, il crisantemo è considerato il fiore nazionale e simboleggia la nobiltà, la bellezza e la perfezione.
In Cina, invece, il crisantemo rappresenta la longevità e la felicità, mentre in Europa è spesso associato alla morte e alla commemorazione dei defunti.

Oltre al suo valore simbolico, il crisantemo è anche molto utilizzato per scopi decorativi, soprattutto durante l'autunno, quando il fiore raggiunge la massima fioritura. In Giappone, ad esempio, il crisantemo viene utilizzato per decorare i templi e i giardini, mentre in Europa è spesso presente nei bouquet di fiori e nelle composizioni floreali.

Inoltre, il crisantemo viene anche utilizzato in campo medico, grazie alle sue proprietà curative. In particolare, l'estratto di crisantemo viene utilizzato per trattare l'infiammazione degli occhi e delle vie respiratorie.

In sintesi, il crisantemo è un fiore dalle molteplici utilità e significati simbolici, che lo rendono molto apprezzato in molte culture del mondo.

Curiosità sul crisantemo:
- In molti paesi asiatici, il crisantemo è considerato una pianta sacra e viene spesso utilizzato in cerimonie e celebrazioni tradizionali.

- Il crisantemo è stato introdotto in Europa nel 17 secolo e ha guadagnato rapidamente popolarità come fiore ornamentale.

- Alcune varietà di crisantemo vengono coltivate per la produzione di tè a base di petali di crisantemo, che viene apprezzato per le sue proprietà rinfrescanti e calmanti.

- Il nome "crisantemo" deriva dal greco "chrysos" che significa oro e "anthemon" che significa fiore, a causa del colore giallo intenso dei fiori.

- Ci sono più di 100 specie di crisantemi e oltre 8000 varietà coltivate.

- Il crisantemo è una pianta molto resistente e può sopravvivere anche a temperature molto basse, fino a -15C.

- Il crisantemo è stato utilizzato nella medicina tradizionale cinese per secoli, in particolare per il trattamento di malattie respiratorie e febbre.

- In Giappone, il crisantemo è il simbolo nazionale e l'imperatore giapponese è conosciuto come il "tenno", che significa "colui che regna sul crisantemo".

- Il crisantemo viene spesso utilizzato come fiore di addobbo per le festività in autunno, in particolare per il Giorno dei Morti in Messico e per il Giorno del Ringraziamento negli Stati Uniti.

Conclusioni sulla pianta di crisantemo:
Il crisantemo è una pianta ornamentale molto amata per i suoi fiori belli e variopinti. La sua coltivazione richiede cure adeguate, ma è relativamente accessibile anche ai giardinieri principianti. Con la sua lunga storia di coltivazione e il suo significato simbolico, il crisantemo continua a essere un fiore apprezzato in tutto il mondo per la sua bellezza e la sua versatilità in giardini e composizioni floreali.

Libri & manuali:
- I consigli del giardiniere:
Coltivare le varietÓ migliori di crisantemo in terrazzo o balcone.

- I migliori libri sui Fiori del nostro Giardino, su Amazon.it

- Libri e Manuali sui Fiori, su IBS.it


Achillea: Coltivazione, usi e proprietÓ di questa pianta medicinale


Scopri tutto sulla pianta di Achillea come coltivarla, i suoi usi in erboristeria e in medicina, e le proprietÓ terapeutiche per la salute. Leggi i nostri consigli su come coltivare e utilizzare al meglio questa pianta medicinale

VAI AL SITO


Ajuga: caratteristiche, coltivazione e cura della pianta erbacea perennale


Scopri tutto sulla pianta di ajuga, un erbacea perenne molto utilizzata in giardinaggio per la copertura del suolo. Leggi le sue caratteristiche, come coltivarla e prendersene cura per avere un bel tappeto erboso verde in giardino

VAI AL SITO


Guida pratica sulla coltivazione della forsythia: il fiore che annuncia l\'arrivo della primavera


La forsythia Ŕ un fiore che incanta con la sua bellezza e il suo colore vivace, segnando l'arrivo della primavera con i suoi fiori gialli brillanti. Se sei un appassionato di giardinaggio e desideri aggiungere un tocco di primavera al tuo spazio verde, coltivare la forsythia potrebbe essere la scelta perfetta.

VAI AL SITO


Aglio sempre fresco tutto l\'anno: come coltivarlo in casa, tutti i passaggi


L'aglio è un ingrediente versatile e salutare che viene utilizzato in molte ricette tradizionali. Ma cosa succede se desideri avere aglio fresco tutto l'anno senza doverlo acquistare costantemente? La soluzione è semplice: coltivarlo in casa!

VAI AL SITO


I 7 frutti che migliorano la pelle del viso, donandole luminositÓ, morbidezza e chiarezza


La cura della pelle è un aspetto fondamentale per mantenere un aspetto giovane e sano. Oltre ai prodotti cosmetici tradizionali, la natura ci offre una vasta gamma di ingredienti naturali che possono migliorare la salute e l'aspetto della nostra pelle.

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram