Voi siete qui: Home > fiori > dalla l alla p








I fiori dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


Lantana


Lantana


Lantana - (Lantana Camara)
Famiglia: Verbenaceae. Il genere Lantana comprende circa 150 specie di arbusti sempreverdi; soltanto due specie vengono coltivate all'aperto nelle regioni miti.

Descrizione
Si tratta di piante arbustive o semi-arbustive con piccoli fiori simili a quelli delle verbene, con piccolissimo calice e corolla, con sottile tubo, espansa in lobi irregolari.
Raggiunge in natura anche i due metri d'altezza. E' caratterizzato da foglie ovali di colore verde scuro e fiori tubulosi raccolti in corimbi globosi, larghi anche 5 cm.

è una pianta perenne originaria dell'America tropicale, ma è stata introdotta in molte altre parti del mondo come pianta ornamentale.

Apprezzata per i suoi fiori colorati e profumati che possono essere di diversi colori, tra cui rosso, giallo, arancione e rosa. I suoi fiori si sviluppano in piccoli mazzetti e possono attirare farfalle e api.

Tuttavia, nonostante la sua bellezza, la lantana è considerata una pianta invasiva in molte regioni. Si diffonde rapidamente e può sopraffare altre piante indigene, riducendo la biodiversità e alterando gli ecosistemi locali. Per questo motivo, è importante controllare la sua crescita e prevenire la sua diffusione in aree naturali sensibili.


Il colore dei fiori varia dal bianco al rosso attraverso il giallo e l'arancione. La pianta e' d'origine tropicale.
A seconda della varieta', i fiori sono bianchi, gialli e rosa.



Lantana pianta



Coltivazione
Questa pianta è resistente e adatta a diversi tipi di terreno, ma preferisce un suolo ben drenato e pieno di sole. Può crescere come un arbusto o come una pianta rampicante, a seconda di come viene potata e curata.

La lantana è una pianta tropicale che può essere coltivata in giardino o in vaso. Ecco alcuni suggerimenti per coltivare la lantana:

Terreno:
La lantana si adatta a diversi tipi di terreno, ma preferisce un terreno ben drenato e fertile. Assicurati che il terreno sia ben drenato per evitare ristagni d'acqua.
Le lantane sopportano bene il pieno sole e non richiedono una grande quantita' di innaffiature.

Acqua:
La lantana ha bisogno di un'irrigazione regolare, specialmente durante i periodi di siccità. Innaffia la pianta quando il terreno è asciutto al tatto, ma evita di inondare il terreno.

Concimazione:
Fertilizza la lantana ogni primavera con un fertilizzante equilibrato a rilascio lento. Questo aiuterà la pianta a svilupparsi e a fiorire abbondantemente.

Potatura:
La lantana può essere potata per mantenere una forma compatta e per promuovere una fioritura più abbondante. Potatura le punte dei rami dopo la fioritura per incoraggiare una nuova crescita.



Lantana coltivare



Moltiplicazione
La lantana può essere riprodotta attraverso talee, semi o divisione dei cespugli. Ecco come puoi riprodurre la lantana in questi modi:

- Talee:
Prendi una talea di circa 10-15 cm dalla pianta madre. Rimuovi le foglie inferiori e pianta la talea in un substrato leggero e ben drenante. Puoi utilizzare una miscela di torba e sabbia o un substrato per talee commerciale. Mantieni il substrato umido e posiziona la talea in una zona luminosa ma non diretta. Dopo qualche settimana, le radici si svilupperanno e la talea inizierà a crescere. Una volta che la pianta ha radici ben sviluppate, puoi trapiantarla in un vaso o in giardino.

- Semi:
Puoi raccogliere i semi dalle piante mature di lantana. Lascia che i frutti maturino completamente e si aprano, quindi raccogli i semi. Pianta i semi in un substrato leggero e ben drenante, coprendoli leggermente con il terreno. Mantieni il substrato umido e posiziona il vaso in una zona luminosa ma non diretta. I semi dovrebbero germogliare entro 2-4 settimane. Una volta che le piantine hanno raggiunto una dimensione sufficiente, puoi trapiantarle in vasi o in giardino.

- Divisione dei cespugli:
Se hai una pianta di lantana matura che ha formato cespugli, puoi dividerla per ottenere nuove piante. Scava intorno al cespuglio e solleva delicatamente la pianta dal terreno. Dividi il cespuglio in sezioni più piccole, assicurandoti che ogni sezione abbia radici e germogli. Trapianta le sezioni in vasi o in giardino, seguendo le stesse istruzioni di coltivazione per la lantana.

... vedi scheda completa su lantana



Lavanda


Lavanda


Lavanda - pianta aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae, caratterizzata da fiori viola o blu molto profumati. Le lavande sono originarie del continente euroasiatico e sono caratterizzate da piccoli fiori violacei, riuniti in verticilli che si sovrappongono lungo il fusto fino a formare una spighetta apicale. Viene coltivata per le sue proprietà terapeutiche e aromatiche.

Presentazione della Lavanda
Ogni fiore e' costituito da un calice tubulare con 5 denti, una corolla composta da cinque petali (ovvero da due grandi labbra e da tre petali piu' ridotti), quattro stami e un solo pistillo. La lavanda propriamente detta e' una specie spontanea originaria del bacino del Mediterraneo; ha foglie sottili, coperte da una lanuggine grigia, e minuscoli fiori lilla contenenti il noto olio essenziale utilizzato nella produzione di profumi e aceti aromatici.

Viene ampiamente coltivata a scopo ornamentale in orti e giardini; con i fiori essiccati vengono spesso confezionati piccoli sacchetti utilizzati per profumare gli abiti o la biancheria.

Coltivazione della Lavanda
La lavanda E' una pianta che può essere coltivata facilmente in giardino o in vaso, purché si rispettino alcune condizioni specifiche. Ecco alcuni consigli per coltivare la lavanda:

- Posizione: la lavanda ama la luce solare diretta, quindi scegli un luogo soleggiato per coltivarla. Assicurati che il terreno sia ben drenato per evitare ristagni d'acqua.

- Terreno: la lavanda preferisce un terreno leggero e ben drenato. Puoi migliorare il terreno aggiungendo sabbia o ghiaia per aumentarne la drenabilità. Evita terreni argillosi o eccessivamente compatti.

- Innaffiatura: la lavanda E' una pianta che tollera la siccità, quindi evita di innaffiarla troppo frequentemente. Durante la stagione calda, innaffia solo quando il terreno E' asciutto in profondità. Evita di bagnare le foglie per evitare malattie fungine.

- Potatura: la potatura E' importante per mantenere la forma compatta della pianta e stimolare la fioritura. Potatura la lavanda in primavera, dopo il periodo di gelo, tagliando i rami vecchi e legnosi. Puoi anche potarla leggermente dopo la fioritura per favorire una seconda fioritura.

- Raccolta: la lavanda E' nota per il suo profumo rilassante ed E' spesso utilizzata per produrre oli essenziali. Raccogli i fiori di lavanda quando sono completamente aperti ma prima che inizino a seccarsi. Appendi i fiori in mazzetti in un luogo fresco e asciutto per essiccarli.



Lavanda coltivare



Riproduzione della Lavanda
La lavanda può essere riprodotta in diversi modi, tra cui:

- Per Talea:
Prendi una talea di 10-15 cm di lunghezza da un ramo sano e giovane della pianta madre. Rimuovi le foglie basali e pianta la talea in un terreno sabbioso o in un mix di torba e sabbia. Innaffia leggermente e mantieni il terreno umido fino a quando le radici si sviluppano. Dopo qualche settimana, la talea dovrebbe radicarsi e potrai trapiantarla in un vaso o in giardino.

- Per Divisione dei cespi:
Questo metodo E' adatto per le piante mature. Scava intorno al cespo di lavanda e separalo in più parti, assicurandoti di avere radici e germogli su ciascuna divisione. Trapianta le divisioni in vasi o in un nuovo posto nel giardino, mantenendo il terreno umido fino a quando le piante si radicano.

- Per Semina:
Puoi anche riprodurre la lavanda tramite semi, sebbene sia un processo più lungo. Semina i semi in un terreno leggero e ben drenato in primavera o in autunno. Copri i semi con uno strato sottile di terreno e innaffia leggermente. Mantieni il terreno umido ma non bagnato. I semi di lavanda possono richiedere alcune settimane o anche mesi per germogliare, quindi armati di pazienza.



Lavanda pianta



Proprietà e utilizzi della Lavanda
La lavanda viene utilizzata per la produzione di oli essenziali, che vengono impiegati in profumeria, cosmetica e aromaterapia. Ha anche proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, sedative e calmanti, ed E' spesso utilizzata per alleviare lo stress, l'ansia e l'insonnia. La lavanda può essere utilizzata in diversi modi, come l'infusione delle sue foglie e fiori per preparare tisane o l'uso di oli essenziali per massaggi o diffusori.

La lavanda E' una pianta versatile che offre molte proprietà benefiche e diversi utilizzi. Ecco alcuni dei principali:

. Proprietà calmanti: la lavanda E' nota per le sue proprietà calmanti e rilassanti. Il suo profumo può aiutare a ridurre lo stress, l'ansia e favorire il sonno. Può essere utilizzata come olio essenziale per massaggi, diffusori o aggiunta al bagno.

. Proprietà antinfiammatorie: l'olio essenziale di lavanda ha proprietà antinfiammatorie che possono aiutare a ridurre l'infiammazione cutanea, come le punture di insetti o le scottature solari lievi. Può essere applicato direttamente sulla pelle diluito in un olio vettore.

. Proprietà antibatteriche: la lavanda ha anche proprietà antibatteriche e antifungine. Può essere utilizzata per trattare piccole ferite, tagli o punture di insetti per prevenire infezioni. L'olio essenziale di lavanda può essere applicato direttamente sulla pelle o diluito in un olio vettore.

. Proprietà antispasmodiche: la lavanda può aiutare a ridurre i crampi muscolari e i dolori addominali grazie alle sue proprietà antispasmodiche. Può essere utilizzata come olio essenziale per massaggi o aggiunta a un bagno caldo.

. Utilizzi cosmetici: l'olio essenziale di lavanda e' spesso utilizzato in prodotti cosmetici come creme, lozioni, shampoo e balsami per i capelli. Può aiutare a lenire la pelle irritata, idratare e migliorare la salute dei capelli.


. Utilizzi culinari: la lavanda E' anche utilizzata in cucina per aggiungere un tocco di aroma e sapore. Può essere utilizzata per preparare tisane, sciroppi, dolci o come condimento per insalate.

E' importante notare che l'uso di oli essenziali di lavanda o prodotti a base di lavanda dovrebbe essere fatto con cautela e diluiti correttamente, in quanto possono essere irritanti per la pelle se usati in concentrazioni elevate.

Libri & manuali:

... vedi scheda completa su lavanda



Margherita


Margherita


Margherita - Specie erbacee fiorifere della famiglia delle Composite. Le vere margherite, come la pratolina, appartengono al genere Bellis e sono caratterizzate da un capolino fiorale formato da un disco di fiori tubulari gialli, circondato da una corolla di fiori ligulati bianchi o rosati.

Con lo stesso nome si identificano spesso anche svariate altre specie simili alle pratoline, appartenenti a un altro genere.

Descrizione della pianta di Margherita
La margherita è una pianta erbacea perenne che cresce in modo spontaneo in molte regioni del mondo. Ha un fusto sottile e ramificato che può raggiungere un'altezza variabile da 10 a 50 centimetri.

Le foglie della margherita sono di forma lanceolata e di colore verde chiaro. Sono disposte in modo alternato lungo il fusto e presentano una consistenza leggermente pelosa. I fiori della margherita sono caratterizzati da una corolla composta da petali bianchi e un centro giallo. Ogni fiore ha una forma simile a una margherita, con i petali disposti a raggiera intorno al centro.

La margherita fiorisce durante la primavera e l'estate, producendo fiori che attirano api e farfalle per la loro impollinazione. Dopo la fioritura, la margherita produce dei frutti contenenti i semi, che vengono dispersi dal vento o da animali che si attaccano alle loro peli.

Questa pianta è molto comune nei prati, nei campi e lungo i bordi delle strade. è apprezzata per la sua bellezza semplice e per la sua resistenza, in quanto può adattarsi a diversi tipi di terreno e condizioni climatiche. La margherita è spesso utilizzata anche come pianta ornamentale nei giardini e nei vasi.



... vedi scheda completa su margherita



Miltonia


Miltonia


Miltonia - (Vedi pure Orchidee)
Pianta fiorita da interni a seconda della specie di non troppo facile manutenzione.
Miltonia: e' un genere vicino ad Oncidium e Odontoglossum, e con questi e' molto ibridato.

Molto diffuse sono le cosiddette Miltonia panse', ibridi dai grandi e colorati fiori che non e' raro trovare anche in vivai non specializzati.

Caratteristiche e descrizione della Miltonia
La Miltonia è una pianta appartenente alla famiglia delle Orchidaceae, originaria delle foreste pluviali del Brasile, della Bolivia e del Paraguay. è una pianta epifita, che cresce su alberi o rocce, e produce fiori molto appariscenti e profumati.

Le Miltonia presentano pseudobulbi, che sono ingrossamenti del fusto in cui la pianta immagazzina acqua e nutrienti. Le foglie sono lunghe e strette, di colore verde scuro, e possono raggiungere una lunghezza di circa 30 cm.

I fiori della Miltonia sono la caratteristica più distintiva di questa pianta. Sono grandi, con petali e sepali di forma simile, spesso di colore bianco, giallo, rosa o viola, con venature, macchie o striature di colore più scuro. Il labello, la parte inferiore del fiore, è solitamente più grande e vistoso, con varie forme e colori.

La fioritura della Miltonia avviene generalmente in primavera o in estate, e i fiori possono durare diverse settimane. Durante il periodo di fioritura, è importante fornire alla pianta condizioni di luce, temperatura e umidità adeguate per garantire una buona crescita e una fioritura rigogliosa.

Cura e coltivazione della Miltonia
La coltivazione della Miltonia richiede alcune attenzioni specifiche per garantire una crescita sana e una fioritura rigogliosa. Ecco alcune linee guida per la cura e la coltivazione della Miltonia:

. Posizione: La Miltonia preferisce una posizione luminosa ma senza luce solare diretta. è consigliabile posizionarla vicino a una finestra orientata a est o a ovest, dove riceverà una luce indiretta per gran parte della giornata.

. Temperatura: La Miltonia prospera in temperature moderate, comprese tra i 18°C e i 24°C durante il giorno e tra i 12C e i 16C durante la notte. Evitare sbalzi di temperatura e correnti d'aria.

. Umidità: La Miltonia richiede un'umidità elevata. è consigliabile nebulizzare le foglie regolarmente con acqua a temperatura ambiente, soprattutto durante i periodi caldi o se l'ambiente è particolarmente secco.

. Substrato: Utilizzare un substrato specifico per orchidee, come la corteccia di pino o il muschio sfagno, che permetta un buon drenaggio dell'acqua. Evitare l'uso di terriccio normale, poiché trattiene troppa umidità e può causare marciume delle radici. . Irrigazione: Evitare di lasciare ristagnare l'acqua nel sottovaso, ma mantenere il substrato costantemente umido. Innaffiare la pianta quando il substrato inizia ad asciugarsi leggermente, immergendo completamente il vaso in acqua per alcuni minuti e lasciando poi scolare l'acqua in eccesso.

. Fertilizzazione: Durante il periodo di crescita attiva, è consigliabile fertilizzare la Miltonia ogni due settimane con un concime specifico per orchidee, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Ridurre la frequenza della fertilizzazione durante i periodi di riposo.

. Rinvaso: Rinvasare la Miltonia ogni 1-2 anni, preferibilmente dopo la fioritura. Utilizzare un vaso leggermente più grande e un substrato fresco. Durante il rinvaso, controllare le radici e rimuovere eventuali parti morte o marce.



Miltonia pianta



Come riprodurre la Miltonia
La Miltonia può essere riprodotta in diversi modi, tra cui:

- Divisione dei bulbi:
Questo è il metodo più comune per riprodurre la Miltonia. Durante il rinvaso, è possibile dividere i bulbi della pianta madre e piantarli in vasi separati. Assicurarsi che ogni divisione abbia almeno un bulbo sano e radici. Le nuove piante richiederanno cure simili a quelle della pianta madre.

- Semina:
La Miltonia può essere riprodotta anche per via seminale. Tuttavia, questo metodo richiede più tempo e pazienza. I semi vengono raccolti dai frutti maturi della pianta e seminati su un substrato specifico per orchidee. è necessario mantenere l'umidità costante e fornire una luce diffusa. La germinazione dei semi può richiedere diversi mesi o anche anni.

- Keiki:
A volte la Miltonia può sviluppare dei "keiki", che sono piccole piante che crescono lateralmente dai bulbi della pianta madre. Quando il keiki ha radici e foglie ben sviluppate, può essere staccato dalla pianta madre e piantato in un vaso separato. Assicurarsi che il keiki abbia tutte le parti necessarie per sopravvivere in modo indipendente.

Indipendentemente dal metodo di riproduzione scelto, è importante fornire alle nuove piante condizioni di crescita ottimali, come un substrato adatto, una corretta illuminazione e un'adeguata umidità.



Miltonia orchidea



Miltonia e altre orchidee: confronti e differenze
Miltonia è un genere di orchidee che comprende diverse specie di piante floreali. Alcune delle principali caratteristiche di Miltonia includono:

1. Fioritura: Le orchidee Miltonia sono famose per la loro abbondante fioritura. Le piante producono fiori grandi e vistosi, spesso con colori vivaci e sfumature interessanti. La fioritura di solito avviene una volta all'anno, ma alcune specie possono fiorire più volte.

2. Profumo: Molte specie di Miltonia emettono un profumo dolce e piacevole durante la fioritura. Questo li rende popolari come piante da interno, poiché possono aggiungere un tocco di fragranza alla casa.

3. Esigenze di coltivazione: Le orchidee Miltonia richiedono un ambiente umido e caldo per prosperare. Hanno bisogno di un'illuminazione indiretta e di una temperatura costante tra i 18°C e i 24°C. Inoltre, richiedono un'adeguata ventilazione e un buon drenaggio del terreno.

4. Cura: Le orchidee Miltonia richiedono cure regolari per mantenere la loro salute. Richiedono annaffiature regolari, ma è importante evitare di lasciare ristagnare l'acqua nella base della pianta. Inoltre, possono beneficiare di concimazioni mensili durante la stagione di crescita attiva.

Altre orchidee, come le Phalaenopsis e le Cattleya, possono presentare alcune differenze rispetto alle Miltonia:

1. Fioritura: Le Phalaenopsis sono conosciute per la loro fioritura prolungata, con fiori che possono durare diverse settimane. Le Cattleya, d'altra parte, producono fiori grandi e vistosi, ma la loro fioritura può essere meno duratura rispetto alle Phalaenopsis e alle Miltonia.

2. Esigenze di coltivazione: Le Phalaenopsis sono orchidee adattabili e possono essere coltivate con successo in ambienti interni. Richiedono temperature moderate e un'illuminazione indiretta. Le Cattleya, d'altra parte, richiedono temperature più elevate e una luce più intensa rispetto alle Phalaenopsis e alle Miltonia.

3. Cura: Le Phalaenopsis richiedono un'annaffiatura regolare e un'alta umidità, ma è importante evitare l'accumulo di acqua nella base delle piante. Le Cattleya richiedono una maggiore ventilazione e possono beneficiare di una leggera riduzione delle annaffiature durante il riposo invernale.

In generale, le orchidee Miltonia, Phalaenopsis e Cattleya sono tutte piante affascinanti e popolari tra gli appassionati di orchidee. Tuttavia, hanno esigenze di coltivazione leggermente diverse, quindi è importante conoscere le specifiche esigenze di ogni specie per garantire la loro salute e la loro fioritura ottimale.

Miltonia come pianta da regalare: significato e simbolismo
La scelta di regalare una pianta come Miltonia può avere un significato e un simbolismo particolari. Ecco alcuni punti da considerare:

. Bellezza e eleganza: Miltonia è conosciuta per i suoi fiori grandi e vistosi, che possono essere considerati un simbolo di bellezza e eleganza. Regalare una Miltonia può rappresentare l'apprezzamento per la bellezza e la grazia della persona a cui viene donata.

. Amore e affetto: Le orchidee sono spesso associate all'amore e all'affetto. Regalare una Miltonia può essere un modo per esprimere i propri sentimenti verso qualcuno di speciale. Può essere un regalo romantico per un partner o un gesto di affetto verso un amico o un familiare.

. Prosperità e fortuna: In alcune culture, le orchidee sono considerate simboli di prosperità e fortuna. Regalare una Miltonia può essere interpretato come un augurio di successo e buona fortuna nella vita della persona a cui viene donata.

. Cura e dedizione: Le orchidee richiedono cure e attenzioni per prosperare. Regalare una Miltonia può rappresentare l'impegno a prendersi cura della persona a cui viene donata e a coltivare la relazione.

. Raffinatezza e stile: Miltonia è una pianta raffinata e di classe. Regalare una Miltonia può essere un modo per mostrare apprezzamento per il buon gusto e lo stile della persona a cui viene donata.

Origine e storia della pianta di Miltonia
La pianta di Miltonia prende il nome dal botanico inglese Charles Wentworth-Fitzwilliam, IV conte di Fitzwilliam, che era anche noto come Visconte Milton. La pianta fu così chiamata in suo onore.

La storia della pianta di Miltonia risale al XIX secolo, quando venne scoperta e descritta per la prima volta dagli esploratori e dai botanici che visitavano le regioni tropicali dell'America del Sud. La sua bellezza e la sua fioritura vistosa ne fecero presto una delle orchidee più amate e coltivate.

Nel corso degli anni, sono state sviluppate numerose varietà e ibridi di Miltonia per migliorarne le caratteristiche e adattarle alle esigenze dei coltivatori. Oggi, la pianta di Miltonia è molto popolare tra gli appassionati di orchidee e viene coltivata in tutto il mondo.

La pianta di Miltonia è apprezzata per i suoi fiori grandi e vistosi, che possono variare in colori e combinazioni di tonalità, tra cui il bianco, il rosa, il viola e il giallo. è una pianta che richiede cure e attenzioni specifiche, ma con le giuste condizioni di coltivazione può regalare una fioritura spettacolare.

... vedi scheda completa su miltonia



Muscari


Muscari


Muscari - Genere di piante erbacee bulbose, ornamentali, della famiglia delle Gigliacee, delle regioni europea, alpina e mediterranea; piccoli fiori azzurri in racemo (Muscari botryoides, Muscari racemosum).

Il nome di Muscari, venne attribuito da C. Clusius, per il tenue profumo somigliante a quello del muschio di alcune varieta'.
Tra i nomi volgari coi quali son note le varieta' presenti in Italia, ricordiamo: Lampascione, Muschino, Pan del Cucco, Pentolino.

Muscari: Caratteristiche e aspetti botanici di una pianta affascinante
I Muscari, noti anche come "uva di serpente" o "lampascioni", sono piante affascinanti originarie delle regioni mediterranee e dell'Asia occidentale, queste piante hanno foglie strette e lineari di colore verde scuro, disposte a rosetta alla base della pianta. I loro fiori a forma di campana sono raggruppati in infiorescenze a grappolo che ricordano un grappolo d'uva.

I fiori possono essere di diversi colori, come blu, viola, bianco e rosa, e hanno un profumo dolce e delicato simile a quello del miele o delle mandorle.

I Muscari sono piante perenni che crescono da bulbi sotterranei e si propagano facilmente tramite divisione dei bulbi o semi. Sono piante resistenti e facili da coltivare, preferendo un terreno ben drenato e tollerando sia il sole che l'ombra parziale. Sono spesso utilizzati come piante ornamentali in giardini e parchi per aggiungere colore e vita ai paesaggi primaverili.



... vedi scheda completa su muscari



Narciso


Narciso


Narciso - Specie erbacee e bulbose, appartenenti alla famiglia delle Amarillidacee. Sono caratterizzati da lunghe foglie strette e lineari, che fuoriescono direttamente dalla radice bulbosa, e da fiori solitari, formati da sei vistosi sepali, da sei petali fusi in una corolla particolare a forma di tromba o di disco, da sei stami e da un solo pistillo.

Descrizione del fiore di Narciso
Il narciso è un fiore caratterizzato da una forma elegante e un profumo delicato. è originario dell'Europa meridionale, ma è stato introdotto in molte altre parti del mondo a causa della sua bellezza e del suo significato simbolico.

Pianta perenne che cresce da un bulbo sotterraneo. Le foglie sono lunghe, strette e di un verde intenso, disposte a rosetta alla base del fusto. Il fusto può raggiungere un'altezza di circa 30-40 centimetri e porta un singolo fiore all'apice. Il fiore del narciso è composto da sei petali, che possono essere di vari colori, dal bianco al giallo al rosa. Al centro del fiore si trova un'ampolla di colore giallo o arancione, chiamata corona o tromba, che è la caratteristica distintiva del narciso.

Il narciso fiorisce in primavera, solitamente tra marzo e aprile, e i suoi fiori durano per diverse settimane. è una pianta molto resistente e può adattarsi a diversi tipi di terreno, anche se predilige quelli ben drenati e ricchi di sostanza organica. è anche una pianta che richiede molta luce solare, quindi è consigliabile piantarla in un'area soleggiata del giardino.



... vedi scheda completa su narciso





Ortensia


Ortensia - Il genere Hydrangea, della famiglia delle Sassifragacee, racchiude 80 specie di arbusti.
Le specie coltivate si adattano a essere allevate sia in vaso sia in piena terra.

Pianta originaria dell'Estremo Oriente. Le foglie sono ovali, grossolanamente dentate e di colore verde chiaro.

Descrizione dell'ortensia
L'ortensia E' un arbusto ornamentale appartenente alla famiglia delle Hydrangeaceae. E' originaria principalmente dell'Asia orientale e dell'America settentrionale.

E' caratterizzata da fiori vistosi, riuniti in infiorescenze a forma di pannocchia o corimbo, che possono variare di colore a seconda della varietà. I fiori possono essere bianchi, rosa, blu o viola, a seconda del pH del terreno in cui crescono.

L'ortensia E' una pianta perenne che può raggiungere altezze variabili, a seconda della specie, da 1 a 3 metri. Le foglie sono grandi, di forma ovale o lanceolata, di colore verde scuro.

Questa pianta E' originaria dell'Asia orientale, ma E' diventata molto popolare come pianta ornamentale in tutto il mondo. E' ampiamente utilizzata per decorare giardini, parchi e terrazze, grazie alla sua bellezza e alla sua capacità di fiorire abbondantemente per diversi mesi.

L'ortensia richiede una buona esposizione al sole o alla mezz'ombra e un terreno ben drenato e fertile. E' una pianta rustica, che può sopportare temperature molto basse, ma necessita di una buona irrigazione durante i periodi di siccità.

Per mantenere l'ortensia in buona salute e favorirne la fioritura, E' consigliabile potarla regolarmente, eliminando i rami secchi o danneggiati. Inoltre, E' possibile modificare il colore dei fiori dell'ortensia modificando il pH del terreno: in terreni acidi i fiori saranno blu o viola, mentre in terreni alcalini saranno rosa o bianchi.



Ortensia pianta



Origine e storia dell'ortensia
La storia dell'ortensia risale al XVIII secolo, quando fu scoperta in Giappone da un botanico francese di nome Philibert Commerson. Fu lui a dare il nome all'arbusto, chiamandolo "Hydrangea" dal greco "hydro" che significa acqua e "angeion" che significa vaso, a causa della forma delle sue infiorescenze.

L'origine e la storia dell'ortensia sono legate alla sua scoperta e diffusione nel mondo occidentale. L'ortensia E' una pianta originaria dell'Asia orientale, in particolare del Giappone e della Cina. Fu introdotta in Europa nel XVIII secolo, grazie agli esploratori e ai botanici che portarono campioni di piante esotiche dalle loro spedizioni.

Il nome "ortensia" deriva dal latino "hortensius", che significa "del giardino". Questo nome fu dato alla pianta in onore di Hortense de Beauharnais, figliastra di Napoleone Bonaparte e regina consorte dell'Olanda, che amava molto i fiori e il giardinaggio.

Oggi, l'ortensia E' coltivata in tutto il mondo e viene utilizzata per decorare giardini, parchi e terrazze. E' una pianta apprezzata per la sua resistenza e la sua capacità di fiorire abbondantemente anche in condizioni climatiche avverse.

Inoltre, l'ortensia E' spesso utilizzata anche come fiore reciso per composizioni floreali e bouquet. La sua forma sferica e i suoi fiori vistosi la rendono un'aggiunta perfetta per matrimoni, eventi speciali e decorazioni floreali in generale.

Varietà di ortensia
Ci sono numerose varietà di ortensia, ognuna con caratteristiche uniche. Le più comuni sono l'ortensia macrophylla, con grandi infiorescenze a palla di colore rosa, blu o bianco; l'ortensia paniculata, con infiorescenze a forma di piramide di colore bianco o rosa; e l'ortensia quercifolia, con foglie simili a quelle delle querce e infiorescenze bianche.

Ogni varietà di ortensia ha le sue esigenze specifiche di coltivazione e può essere utilizzata per scopi diversi, come la decorazione di giardini, terrazzi o balconi.



Ortensia coltivare



Cura e manutenzione dell'ortensia
Per la cura e la manutenzione dell'ortensia E' importante fornire un terreno ben drenato e ricco di sostanza organica. L'arbusto preferisce un'esposizione parzialmente ombreggiata e richiede un'irrigazione regolare, soprattutto durante i periodi di siccità. E' anche importante potare l'ortensia correttamente per favorire la fioritura e mantenere la forma desiderata.

Queste pratiche possono includere l'irrigazione adeguata, la potatura, la concimazione e la protezione dalle malattie e dai parassiti. L'ortensia richiede una quantità adeguata di acqua per sopravvivere, quindi E' importante assicurarsi di irrigare regolarmente la pianta, soprattutto durante i periodi di siccità. Tuttavia, E' anche importante evitare l'eccesso di acqua, che potrebbe causare marciume delle radici.

La potatura E' un'altra pratica importante per mantenere l'ortensia in salute. La potatura può essere fatta per rimuovere i rami morti o danneggiati, per controllare la forma della pianta o per promuovere una fioritura migliore. E' consigliabile potare l'ortensia dopo la fioritura, in modo da non rimuovere i rami che producono i fiori.

La concimazione E' un'altra pratica importante per fornire alla pianta i nutrienti necessari per una crescita sana. E' possibile utilizzare fertilizzanti specifici per le ortensie o fertilizzanti a lento rilascio per fornire nutrienti in modo graduale nel corso della stagione.

Infine, E' importante proteggere l'ortensia dalle malattie e dai parassiti. Alcune malattie comuni dell'ortensia includono la muffa grigia, la ruggine e l'oidio. E' possibile prevenire queste malattie mantenendo la pianta ben ventilata, evitando l'irrigazione eccessiva e rimuovendo le foglie o i rami infetti. Per quanto riguarda i parassiti, l'ortensia può essere attaccata da afidi, cocciniglie o acari. E' possibile utilizzare insetticidi o rimedi naturali per controllare questi parassiti.

Metodo di propagazione dell'ortensia
L'ortensia può essere propagata attraverso talea o divisione dei cespi. La propagazione per talea prevede il prelievo di una porzione di ramo giovane e la sua messa a radicare in un substrato adatto. La propagazione per divisione dei cespi, invece, consiste nel separare gli arbusti più grandi in più parti, assicurandosi che ogni parte abbia radici e germogli.

La propagazione delle ortensie può essere fatta in diversi modi, tra cui:
- Talee: si prelevano delle porzioni di rami o steli sani e giovani dalla pianta madre e si radicano in un substrato adeguato fino a sviluppare radici proprie.
- Divisione dei cespi: si preleva una pianta di ortensia adulta e si dividono i cespi, separando le radici e i fusti in modo da ottenere piante individuali.
- Innesto: si unisce una porzione di una pianta di ortensia a un'altra pianta o portinnesto, in modo che crescano insieme e si sviluppino come una sola pianta.

Questi sono solo alcuni dei metodi più comuni utilizzati per propagare le ortensie, ma possono esserci anche altre tecniche specifiche. La propagazione delle piante di ortensia consente di ottenere nuove piante a partire da una pianta madre sana e desiderabile, consentendo di espandere il giardino o di condividere le piante con altre persone.

Usi decorativi dell'ortensia
L'ortensia E' ampiamente utilizzata a scopo decorativo nei giardini e nei parchi. Le sue infiorescenze vistose e colorate la rendono una pianta molto apprezzata per creare bordure, siepi o come pianta solitaria. E' anche spesso utilizzata come pianta da vaso o in composizioni floreali.

Le ortensie possono essere utilizzate singolarmente o in gruppi per creare composizioni floreali accattivanti. I loro fiori grandi e vistosi sono molto apprezzati per decorare tavoli, centrotavola e vetrine. Le ortensie possono essere messe in vasi o cesti per creare arrangiamenti floreali da appendere alle pareti o da posizionare su tavoli e mensole.

Inoltre, l'ortensia può essere utilizzata per creare ghirlande e corone floreali, che aggiungono un tocco di freschezza e colore a porte, finestre e pareti. Le ortensie essiccate possono essere utilizzate per creare decorazioni floreali durature e possono essere inserite in composizioni artistiche o appese come ornamenti.

Simbolismo dell'ortensia
Dal punto di vista simbolico, l'ortensia rappresenta l'amore, la gratitudine e la bellezza. In alcune culture, E' considerata un simbolo di abbondanza e prosperità. Tuttavia, il suo significato può variare a seconda del colore dei fiori: il rosa rappresenta l'amore e l'affetto, il blu la grazia e l'eleganza, mentre il bianco simboleggia la purezza e l'innocenza. E' spesso associata alla felicità e alla gratificazione per i risultati ottenuti. L'ortensia può anche rappresentare la comprensione e l'empatia verso gli altri, essendo un fiore che cresce in modo rigoglioso e generoso. In alcune culture, l'ortensia E' anche un simbolo di perseveranza e di forza interiore. In generale, l'ortensia E' un fiore che porta con sé un messaggio di positività e di apprezzamento per la vita.

Libri & manuali:

... vedi scheda completa su ortensia



Peonia


Peonia


Peonia - Pianta cespugliosa (Paeonia officinalis) della famiglia delle Ranuncolacee, coltivata per ornamento in varieta' a fiori doppi e variamente colorati.

Anche se piante da esterno la peonia non ama il sole diretto, quindi leggera ombreggiatura. Irrigazione abbondante semza ristagni d'acqua poiche' puo' provocare marciumi vari, bagnare sempre con acqua a temperatura ambiente.

Introduzione alla pianta di peonia: caratteristiche e classificazione
La peonia è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Paeoniaceae. è conosciuta per i suoi fiori grandi e vistosi, che possono essere di diversi colori, come il rosa, il bianco, il rosso e il giallo. La pianta di peonia può raggiungere un'altezza di circa 1-1,5 metri e ha foglie verdi e lucide. è una pianta molto longeva, che può vivere anche per decenni.

Le varietà di peonia: un panorama delle diverse specie e varietà
Esistono diverse specie di peonia, tra cui la Paeonia lactiflora, la Paeonia suffruticosa e la Paeonia officinalis. Ogni specie ha caratteristiche uniche, come il colore dei fiori, la forma delle foglie e la dimensione della pianta. Inoltre, ci sono numerose varietà ibride di peonia, che sono state create attraverso l'incrocio di diverse specie. Queste varietà ibride offrono una vasta gamma di colori e forme dei fiori.

Cura e coltivazione della peonia: istruzioni pratiche per un giardino rigoglioso
La peonia è una pianta relativamente facile da coltivare, ma richiede alcune cure specifiche per fiorire al meglio. Ha bisogno di un terreno ben drenato e ricco di sostanza organica. è importante piantare le peonie in un'area soleggiata, anche se possono tollerare anche l'ombra parziale. Durante la stagione di crescita, le piante di peonia devono essere annaffiate regolarmente, ma evitando di inzuppare il terreno. è anche importante sfoltire le piante e rimuovere i fiori appassiti per stimolare una fioritura continua.

La cura e la coltivazione delle peonie richiedono attenzione e cura adeguata per garantire una crescita sana e fioritura abbondante. Ecco alcuni suggerimenti per la cura delle peonie:

- Posizione: Le peonie preferiscono una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. Assicurati che le piante ricevano almeno 6-8 ore di sole al giorno. Evita di piantarle in zone ventose.

- Terreno: Le peonie prosperano in terreni ben drenati e ricchi di sostanza organica. Assicurati che il terreno sia ben drenato per evitare ristagni d'acqua che possono danneggiare le radici. Puoi migliorare il terreno aggiungendo compost o letame maturo prima di piantare le peonie.

- Irrigazione: Le peonie hanno bisogno di un'irrigazione regolare, soprattutto durante i periodi di siccità. Innaffia le piante profondamente, assicurandoti che il terreno sia umido fino alle radici. Evita di innaffiare eccessivamente, poiché l'acqua in eccesso può causare marciume radicale.

- Concimazione: Le peonie beneficiano di una concimazione annuale. Applica un concime equilibrato a lento rilascio o un concime specifico per piante da fiore all'inizio della primavera. Segui le istruzioni del produttore per la quantità e la frequenza di applicazione.

- Supporto: Le peonie possono avere fiori grandi e pesanti che possono far piegare i fusti. Utilizza dei sostegni per piante o dei tutori per sostenere i fusti e prevenire che si pieghino o si spezzino.

- Rimozione dei fiori appassiti: Rimuovi i fiori appassiti man mano che si presentano. Questo incoraggerà la pianta a produrre nuovi fiori e manterrà l'aspetto ordinato del giardino.

- Potatura: Le peonie richiedono una potatura leggera. Rimuovi i fusti morti o danneggiati all'inizio della primavera, prima che la nuova crescita inizi a svilupparsi. Evita di potare troppo, poiché ciò potrebbe ridurre la fioritura.

- Protezione invernale: In alcune zone, le peonie potrebbero richiedere una protezione invernale. Applica uno strato di pacciame intorno alle piante per proteggere le radici dal freddo e dal gelo.



Peonia coltivare



Propagazione delle peonie: tecniche di propagazione e divisione delle piante
Le peonie possono essere propagate attraverso diverse tecniche, come la divisione delle piante e la semina dei semi. La divisione delle piante è il metodo più comune e consiste nel dividere un cespuglio di peonia in più parti.

Oltre alla divisione delle piante, esistono altre tecniche di propagazione delle peonie che possono essere utilizzate. Ecco alcuni metodi alternativi:

Talea:
La propagazione per talea è possibile con alcune varietà di peonie. Taglia un ramo sano e giovane dalla pianta madre, assicurandoti di includere almeno 2-3 nodi. Rimuovi le foglie dalla parte inferiore del taglio e immergi la base in un ormone radicante. Pianta la talea in un substrato leggero e ben drenato, mantenendola umida. Dopo diverse settimane, la talea dovrebbe sviluppare radici e potrà essere trapiantata in un vaso o in pieno campo.

- Semina:
La propagazione per seme è un metodo meno comune, ma può essere utilizzato per ottenere nuove varietà di peonie. Raccogli i semi dalle piante mature, puliscili e lasciali asciugare. Pianta i semi in un substrato umido e ben drenato, coprendoli leggermente con terra. Mantieni il terreno umido e posiziona il contenitore in un luogo fresco e ombreggiato. I semi impiegheranno diversi mesi per germogliare e le piante ottenute da seme potrebbero richiedere alcuni anni prima di fiorire.

- Innesto:
L'innesto è una tecnica più avanzata che viene utilizzata per propagare specifiche varietà di peonie. Questo metodo richiede la conoscenza delle tecniche di innesto e la disponibilità di portainnesti compatibili. L'innesto può essere utilizzato per propagare peonie ad albero o per ottenere piante con caratteristiche specifiche.

Problemi comuni nella coltivazione delle peonie: malattie, parassiti e soluzioni
Le peonie possono essere soggette a diverse malattie e attacchi di parassiti, come la botrite (o muffa grigia), la ruggine e l'oidio. è importante monitorare attentamente le piante per rilevare eventuali segni di malattie o parassiti e intervenire tempestivamente. L'utilizzo di prodotti fitosanitari specifici può aiutare a prevenire e trattare queste problematiche.

Ecco alcuni esempi e possibili soluzioni:

- Botrite (muffa grigia):
La botrite è una malattia fungina che può colpire le peonie, causando macchie scure e marciume sui fiori e sulle foglie. Per prevenire la botrite, è importante assicurarsi che le piante abbiano una buona circolazione dell'aria e che non siano eccessivamente umide. In caso di infezione, è possibile trattare le piante con fungicidi specifici.

- Muffa bianca:
La muffa bianca è un'altra malattia fungina che può colpire le peonie, causando una copertura biancastra sulle foglie e sui fiori. Per prevenire la muffa bianca, è importante evitare l'accumulo di umidità intorno alle piante e assicurarsi che abbiano spazio sufficiente per la circolazione dell'aria. In caso di infezione, è possibile trattare le piante con fungicidi.

- Afidi:
Gli afidi sono parassiti comuni che possono attaccare le peonie, succhiando la linfa e causando danni alle foglie e ai boccioli. Per controllare gli afidi, è possibile utilizzare insetticidi specifici o rimedi naturali come il sapone insetticida o l'olio di neem.

- Nematodi delle radici:
I nematodi delle radici possono infestare le peonie, causando ingiallimento delle foglie, riduzione della crescita e deformità delle radici. Per prevenire l'infestazione dei nematodi, è importante utilizzare piante sane e resistenti e praticare una buona rotazione delle colture. In caso di infestazione, è possibile trattare le piante con nematicidi specifici.

- Morte improvvisa delle peonie:
La morte improvvisa delle peonie è una condizione misteriosa in cui le piante appaiono improvvisamente deboli e muoiono. Non esiste una soluzione definitiva per questa condizione, ma è possibile ridurre il rischio fornendo alle piante condizioni di crescita ottimali, come un terreno ben drenato, una corretta esposizione al sole e una corretta irrigazione.

Significato simbolico delle peonie: tradizioni e miti legati a questa pianta
Le peonie sono associate a diversi significati simbolici in diverse culture. In molte tradizioni, sono considerate simbolo di bellezza, prosperità e buona fortuna. In alcune culture orientali, sono considerate simbolo di amore e matrimonio felice. Le peonie sono spesso utilizzate anche in occasioni speciali come matrimoni e anniversari per rappresentare l'amore e la felicità.

Le peonie sono piante ricche di tradizioni e miti in diverse culture. Ecco alcuni esempi:

1. Cina: Le peonie sono considerate il fiore nazionale della Cina e sono ampiamente coltivate e celebrate. Sono simbolo di ricchezza, prosperità e onore. Secondo una leggenda cinese, le peonie sono nate dal sangue di una dea che si è sacrificata per salvare un eroe. Per questo motivo, sono spesso associate all'immortalità e alla bellezza eterna.

2. Giappone: In Giappone, le peonie sono chiamate "botan" e sono ampiamente coltivate come fiori ornamentali nei giardini. Sono considerate simbolo di fortuna, felicità e amore. Nel folklore giapponese, si crede che i petali delle peonie abbiano il potere di allontanare gli spiriti maligni.

3. Europa: Nella tradizione europea, le peonie erano considerate fiori magici e venivano spesso utilizzate in medicina popolare per le loro proprietà curative. Si credeva che le peonie potessero proteggere dalle streghe e portare fortuna e prosperità.

4. Grecia antica: Secondo la mitologia greca, le peonie prendono il nome da Paeon, un medico degli dei. Si racconta che Paeon abbia ricevuto un fiore da Apollo, dio della medicina, che aveva il potere di guarire le ferite. Questo fiore divenne quindi noto come peonia.

5. Tibet: Nel buddismo tibetano, le peonie sono considerate fiori sacri e sono spesso rappresentate nelle opere d'arte buddiste. Sono simbolo di compassione, saggezza e illuminazione.



Peonia fiore



La peonia nella medicina tradizionale: proprietà terapeutiche e utilizzi
La peonia è stata utilizzata nella medicina tradizionale per secoli per le sue proprietà terapeutiche. Le radici della pianta sono ricche di composti chimici che possono avere effetti antinfiammatori, analgesici e calmanti. La peonia è stata utilizzata per trattare una varietà di disturbi, come l'artrite, l'infiammazione e il dolore. Tuttavia, è importante consultare un professionista della salute prima di utilizzare la peonia per scopi terapeutici.

Ecco alcune delle proprietà attribuite alle peonie nella medicina tradizionale:

. Antinfiammatorio: Le peonie sono conosciute per le loro proprietà antinfiammatorie, che possono aiutare a ridurre l'infiammazione e il gonfiore.

. Analgesico: Le peonie possono avere un effetto analgesico, aiutando a ridurre il dolore.

. Antispasmodico: Le peonie possono agire come antispasmodici, aiutando a rilassare i muscoli e alleviare i crampi.

. Sedativo: Le peonie sono state tradizionalmente utilizzate come sedativi per calmare l'ansia, l'agitazione e promuovere il sonno.

. Tonico emmenagogo: Le peonie sono state utilizzate per favorire il flusso mestruale regolare e alleviare i disturbi associati al ciclo mestruale.

. Antiossidante: Le peonie contengono composti antiossidanti che possono aiutare a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi.

. Antimicrobico: Alcune ricerche suggeriscono che le peonie possono avere proprietà antimicrobiche, aiutando a combattere batteri e funghi.

Peonie nel linguaggio dei fiori: significato e messaggi associati
Nel linguaggio dei fiori, le peonie possono avere diversi significati e messaggi associati. Possono rappresentare l'amore, la passione e il desiderio. Possono anche simboleggiare l'onore, la ricchezza e il prestigio. Le peonie possono essere regalate per esprimere sentimenti di affetto, ammirazione e gratitudine.

Le peonie nel linguaggio dei fiori sono associate a diversi significati, tra cui:

- Bellezza femminile: le peonie sono considerate fiori molto belli e vengono spesso associate alla bellezza delle donne.

- Amore romantico: le peonie sono spesso regalate come simbolo di amore romantico e passione.

- Prosperità e fortuna: le peonie sono considerate portatrici di fortuna e prosperità, e vengono spesso regalate come augurio di successo e ricchezza.

- Onore e nobiltà: le peonie sono anche associate all'onore e alla nobiltà, e possono essere regalate come segno di rispetto e ammirazione.

- Felicità e buona fortuna: le peonie sono spesso associate alla felicità e alla buona fortuna, e vengono spesso regalate come augurio di gioia e prosperità.

- Timidezza e vergogna: in alcuni contesti, le peonie possono essere associate alla timidezza e alla vergogna, e possono essere usate per esprimere sentimenti di imbarazzo o timidezza.

Libri & manuali:

... vedi scheda completa su peonia



Primula


Primula


Primula - Specie di piante erbacee fiorifere, annuali e perenni, diffuse ovunque nelle regioni temperate dell'emisfero boreale. Gran parte delle primule produce appariscenti fiori gialli o violacei, riuniti in ombrelle sostenute da un fusto eretto e privo di foglie, o inseriti singolarmente su lunghi piccioli che si dipartono dalla base della pianta.

Caratteristiche morfologiche della primula
La primula è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Primulaceae. è conosciuta per i suoi fiori colorati e vivaci, che spuntano durante la primavera. La primula è una pianta molto apprezzata per la sua bellezza e viene spesso coltivata come pianta ornamentale nei giardini.

Le sue foglie sono di forma ovale o lanceolata, di colore verde scuro, e i suoi fiori possono variare dal bianco al rosa, giallo, lilla, arancione e rosso. La primula si adatta a diversi ambienti, ma predilige terreni umidi e ombrosi. è una pianta resistente e relativamente facile da coltivare.

Molte specie di Primula vengono coltivate a scopo ornamentale. Le primule sono tra i primi fiori a sbocciare in primavera, insieme ad altre specie della stessa famiglia, come i ciclamini. Da alcune specie della famiglia delle primule si ricavano sostanze medicinali o coloranti.

Habitat e distribuzione geografica della primula
Le primule sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Primulaceae. Sono originarie dell'emisfero settentrionale, ma sono ampiamente distribuite in tutto il mondo. Si trovano principalmente nelle regioni temperate dell'Europa, dell'Asia e dell'America del Nord.

Coltivazione e cura delle primule
Per coltivare le primule, è importante fornire loro un terreno ben drenato e ricco di sostanze nutritive. Hanno bisogno di essere annaffiate regolarmente, ma è importante evitare ristagni d'acqua. Richiedono anche una buona esposizione alla luce solare, ma possono tollerare anche ombra parziale.

Per coltivare e curare le primule, ecco alcuni consigli:

- Terreno:
Le primule preferiscono un terreno ben drenato e ricco di sostanze nutritive. Puoi arricchire il terreno con compost o concime organico prima di piantare le primule.

- Esposizione:
Le primule preferiscono una buona esposizione alla luce solare, ma possono tollerare anche l'ombra parziale. Scegli un luogo nel tuo giardino o sul balcone che riceva almeno 4-6 ore di luce solare diretta al giorno.

- Annaffiatura:
Le primule richiedono un'annaffiatura regolare, mantenendo il terreno umido ma non completamente bagnato. Evita ristagni d'acqua, che potrebbero causare marciume delle radici.

- Temperatura:
Le primule sono piante perenni resistenti al freddo, ma alcune varietà possono soffrire del caldo intenso. Assicurati di piantarle in un luogo fresco durante i mesi estivi e proteggile dal sole diretto nelle giornate più calde.

- Concimazione:
Puoi concimare le primule ogni primavera con un concime bilanciato, seguendo le indicazioni riportate sull'etichetta del prodotto. Questo aiuterà a fornire alle piante i nutrienti necessari per una crescita sana.

- Potatura:
Dopo la fioritura, puoi potare le parti appassite o ingiallite delle primule per mantenere una bella forma e favorire la crescita di nuovi germogli.

- Protezione in inverno:
Se vivi in un'area con inverni rigidi, potrebbe essere necessario proteggere le primule dal freddo intenso. Puoi coprire le piante con uno strato di pacciame o utilizzare coperture protettive per evitare danni da gelo.

- Moltiplicazione:
Le primule possono essere moltiplicate per divisione dei cespi o per talea delle foglie. Questo può essere fatto in primavera o in autunno.



... vedi scheda completa su primula


I consigli del giardiniere:
- Acquista in tutta sicurezza i tuoi bulbi da fiore online affidandoti
ad Amazon e dedicati alla cura del tuo giardino.


- I migliori libri sui Fiori del nostro Giardino, su Amazon.it
(Sconti reali fino al 50% e spedizione Gratis!)

- Libri Tutto sui fiori, su IBS.it




Geox: scopri le nuove offerte Amazon! Scarpe a partire da 30


Dai uno sguardo al vastissimo catalogo dedicato alle scarpe Geox presente su Amazon, dove potete trovare ben 8 pagine di scarpe in sconto a partire da 30,00!

VAI AL SITO


Guess + Guess Originals - Scarpe Risparmia fino al 80%


Se ami la moda, sei nel posto giusto


Su Priv by Zalando trovi ogni giorno nuove offerte sui tuoi marchi preferiti e nuovi incredibili tesori tutti da scoprire.
E con queste incredibili offerte potrai risparmiare fino all'75%

VAI AL SITO


ManoMano: Bagno nuovo dalla A alla Z!


Niente di meglio di un bagno nuovo per ravvivare il mese di febbraio.


Ultimi giorni per approfittare degli sconti sulla selezione dedicata al bagno!

VAI AL SITO


Prenota il tuo viaggio a Dubai con lol.travel


A Dubai non trovi solo l'acqua cristallina, le lunghe spiagge dorate ed i club esclusivi. Scopri i tanti appuntamenti dedicati all'Arte che si tengono qui ogni anno e vivi un'esperienza davvero indimenticabile!


Utilizza il codice LOLDUBAI2024 per ottenere uno sconto del 10% sulla prenotazione del tuo hotel a Dubai!

VAI AL SITO


15%** di sconto extra ❄️ Saldi di fine stagione: nuove offerte


Marchi prestigiosi a prezzi imbattibili Sconti esclusivi fino al 75 dal prezzo originale

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram