Voi siete qui: Home > erbe > coltivare borragine







Le erbe dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Borragine: Guida Completa alla Coltivazione e ai Benefici di questa Pianta Eccezionale


Borragine


Borragine - piante fiorifere, appartenente all'ordine delle Lamiali. La borragine (Borago officinalis) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Boraginaceae. Originaria del Mediterraneo, e' coltivata in tutto il mondo per le sue proprieta' medicinali e per l'uso in cucina.

La borragine ha una fitta chioma di foglie ruvide, ovali, di colore verde scuro con nervature bianche, e produce fiori a forma di stella di colore azzurro intenso. La pianta puo' raggiungere un'altezza di circa 60-90 cm.

Per coltivare la borragine, e' consigliabile scegliere un terreno ben drenato e ricco di sostanze organiche. La pianta predilige posizioni soleggiate o parzialmente ombreggiate e richiede un'irrigazione regolare ma non eccessiva. La semina si effettua da marzo a settembre, preferibilmente in primavera o inizio estate, in file distanti tra loro 30-40 cm e a una profondita' di circa 2-3 cm. La borragine puo' essere coltivata anche in vaso, purche' sia garantito un buon drenaggio.

La borragine e' una pianta molto rustica e resistente alle malattie, ma puo' essere attaccata da afidi o ragnetto rosso. In caso di infestazione, e' possibile utilizzare rimedi naturali come il sapone di Marsiglia diluito in acqua o un decotto di foglie di ortica.

Le foglie giovani della borragine sono utilizzate in cucina per preparare insalate, zuppe e minestre, mentre i fiori vengono utilizzati come decorazione. La borragine e' anche nota per le sue proprieta' medicinali: le foglie sono ricche di vitamina C e hanno proprieta' diuretiche, antinfiammatorie e antiossidanti.



Borragine pianta



Introduzione alla Borragine, Descrizione morfologica della pianta
La borragine (Borago officinalis L.) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Boraginaceae, originaria del bacino del Mediterraneo. La pianta può raggiungere un'altezza di circa 60-80 cm e presenta un fusto eretto, ramificato, ricoperto da peli rigidi e ispidi.

Le foglie sono di forma lanceolata, alterne, lunghe fino a 15 cm e larghe fino a 5 cm, con margine seghettato e di colore verde scuro. Le foglie inferiori sono picciolate, mentre quelle superiori sono sessili.

I fiori sono di colore blu intenso, ma possono anche essere rosa o bianchi, disposti in infiorescenze a corimbo. Ogni fiore è formato da un calice peloso, diviso in cinque lobi, e da una corolla rotata, composta da cinque petali fusi alla base. La corolla presenta una gibbosità all'apice dei petali, che contiene il nettare. I fiori sono ermafroditi e fioriscono da maggio a settembre.

Il frutto della borragine è un achenio obovoide, contenente quattro semi di colore marrone scuro.

La pianta predilige terreni ben drenati, soleggiati e poveri di nutrienti, ed è resistente alla siccità. La borragine è coltivata come pianta ornamentale e officinale, ed è utilizzata in cucina per le sue foglie tenere e succose, che hanno un sapore simile a quello degli spinaci. Inoltre, i fiori della borragine sono commestibili e possono essere utilizzati come decorazione per insalate e piatti freddi.

Ambiente e habitat della Borragine, Ciclo di vita della pianta
L'ambiente e l'habitat ideali per la crescita della borragine sono terreni ben drenati, soleggiati e poveri di nutrienti. La pianta è originaria del bacino del Mediterraneo, ma ora si trova in tutto il mondo come pianta coltivata e spontaneizzata.

Il ciclo di vita della borragine è annuale, il che significa che la pianta completa il suo ciclo di vita in un anno. La germinazione delle sementi avviene in primavera, quando le temperature del suolo superano i 15 gradi. Le piante giovani crescono rapidamente e fioriscono dopo circa 5-6 settimane dalla germinazione.

La fioritura della borragine avviene da maggio a settembre, con un picco di fioritura in estate. Ogni fiore dura solo un giorno, ma la pianta produce una grande quantità di fiori durante tutta la stagione di fioritura. I fiori sono autofecondi, ma possono anche essere impollinati da insetti come le api e le farfalle.

Dopo la fioritura, la pianta produce frutti contenenti semi. I semi maturano in circa due settimane e possono essere dispersi dal vento o dagli animali. I semi possono rimanere vitali nel suolo per diversi anni, il che significa che la borragine può ricomparire spontaneamente in aree dove è stata precedentemente coltivata.

In autunno, la pianta muore e lascia i semi nel terreno per la germinazione della stagione successiva. La borragine può anche riprodursi vegetativamente attraverso la produzione di stoloni, che possono formare nuove piante.

Coltivazione e cura della Borragine
La coltivazione della borragine è relativamente semplice e può essere fatta sia in giardino che in vaso. Ecco alcuni consigli per la sua coltivazione e cura:

La borragine preferisce terreni ben drenati e ricchi di sostanza organica. Assicurarsi che il terreno sia sciolto e ben lavorato prima della semina.

Ama il sole, quindi scegliere un'area del giardino che riceva almeno 6-8 ore di luce solare diretta al giorno.

I semi di borragine possono essere seminati direttamente nel terreno in primavera o inizio estate, quando il rischio di gelate è passato. Se si preferisce, è possibile iniziare la semina in vaso e poi trapiantare le piantine nel terreno.

Lasciare circa 30-45 cm di spazio tra le piante per permettere una buona crescita e sviluppo.

La borragine è resistente alla siccità, ma ha bisogno di una regolare irrigazione durante i periodi di siccità prolungata. Evitare di innaffiare eccessivamente, poiché l'eccesso di acqua può causare marciume delle radici.

La borragine non richiede una concimazione eccessiva. Tuttavia, se il terreno è povero di nutrienti, è possibile aggiungere un po' di compost o fertilizzante organico al momento della semina.

Le foglie giovani e i fiori della borragine possono essere raccolti per l'uso culinario o medicinale. è meglio raccoglierli al mattino, quando sono più freschi.

La borragine produce numerosi semi che possono essere raccolti per la semina successiva. I semi possono essere conservati in un luogo fresco e asciutto fino al momento della semina.

Proprietà chimiche e principi attivi della Borragine, Usi tradizionali e benefici per la salute
La borragine (Borago officinalis L.) cresce spontaneamente in tutta Europa e in alcune regioni dell'Asia e dell'Africa. La pianta è nota per le sue proprietà chimiche e i principi attivi che contiene, tra cui:
Mucillagini: la borragine contiene elevate quantità di mucillagini, che hanno proprietà emollienti, lenitive e protettive per le mucose.
Acidi grassi polinsaturi: la pianta è ricca di acidi grassi polinsaturi, in particolare di acido linoleico e gamma-linolenico, che hanno proprietà antinfiammatorie e possono essere utili nel trattamento di alcune patologie cutanee e articolari.
Flavonoidi: la borragine contiene flavonoidi, composti fenolici con proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antivirali.
Alcaloidi pirrolizidinici: la pianta contiene alcaloidi pirrolizidinici, che possono avere effetti tossici sul fegato se consumati in dosi elevate o per periodi prolungati.

La borragine ha una lunga tradizione di utilizzo nella medicina popolare come rimedio per una varietà di disturbi, tra cui:
Tosse e raffreddore: la borragine può essere utilizzata come espettorante e antitussivo per alleviare i sintomi della tosse e del raffreddore.
Infiammazioni delle mucose: le mucillagini presenti nella borragine possono aiutare a proteggere e lenire le mucose infiammate, ad esempio in caso di gengiviti o faringiti.
Patologie articolari: i semi di borragine sono una fonte ricca di acidi grassi polinsaturi, che possono avere proprietà antinfiammatorie e potenzialmente utili nel trattamento di patologie articolari come l'artrite reumatoide.
Problemi della pelle: la borragine può essere utilizzata per trattare una varietà di problemi della pelle, come dermatiti, eczemi e acne, grazie alle sue proprietà emollienti e antinfiammatorie.

Tuttavia, è importante notare che l'uso della borragine come integratore o come rimedio erboristico dovrebbe essere sempre discusso con un operatore sanitario qualificato, in quanto la pianta può avere effetti collaterali e interazioni con farmaci. In particolare, l'uso prolungato di borragine può causare danni al fegato a causa della presenza di alcaloidi pirrolizidinici, pertanto è consigliabile non superare le dosi raccomandate e interrompere l'assunzione dopo un periodo di tempo limitato.

Ricerche scientifiche recenti sulla Borragine
Le ricerche scientifiche recenti sulla borragine hanno approfondito diversi aspetti legati alle sue proprietà e benefici per la salute. Ecco alcuni esempi di studi condotti:

- Effetti antinfiammatori: Uno studio pubblicato nel Journal of Ethnopharmacology ha dimostrato che l'estratto di borragine ha potenti effetti antinfiammatori, inibendo l'attività di enzimi coinvolti nella produzione di mediatori infiammatori.

- Salute della pelle: Una revisione sistematica pubblicata nel Journal of Dermatological Treatment ha evidenziato che l'applicazione topica di olio di borragine può migliorare la salute della pelle, riducendo l'infiammazione e l'irritazione cutanea.

- Sindrome premestruale (PMS): Uno studio pubblicato nel Journal of Obstetrics and Gynaecology Research ha mostrato che l'assunzione di integratori di olio di borragine può ridurre i sintomi del PMS, come crampi addominali e irritabilità.

- Salute cardiovascolare: Un altro studio pubblicato nel Journal of Agricultural and Food Chemistry ha dimostrato che gli acidi grassi essenziali presenti nella borragine possono avere effetti benefici sulla salute cardiovascolare, riducendo il colesterolo LDL e aumentando il colesterolo HDL.

- Salute mentale: Alcuni studi preliminari suggeriscono che l'olio di borragine potrebbe avere effetti positivi sulla salute mentale, migliorando l'umore e riducendo i sintomi di depressione e ansia. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati.

E' importante sottolineare che, nonostante i promettenti risultati delle ricerche, è sempre consigliabile consultare un medico prima di utilizzare la borragine come rimedio naturale, soprattutto se si stanno assumendo farmaci o si hanno condizioni di salute preesistenti.

Faq, una serie di domande e risposte che riguardano la pianta di Borragine
Di seguito sono riportate alcune domande frequenti sulla pianta di borragine:

1. Cos'è la borragine?
La borragine è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Boraginaceae, che cresce spontaneamente in tutta Europa e in alcune regioni dell'Asia e dell'Africa.

2. Quali sono le proprietà chimiche e i principi attivi della borragine?
La borragine contiene elevate quantità di mucillagini, acidi grassi polinsaturi (in particolare acido linoleico e gamma-linolenico), flavonoidi e alcaloidi pirrolizidinici.

3. Quali sono gli usi tradizionali della borragine?
La borragine è stata tradizionalmente utilizzata come rimedio per una varietà di disturbi, tra cui tosse e raffreddore, infiammazioni delle mucose, patologie articolari e problemi della pelle.

4. Quali sono i benefici per la salute della borragine?
La borragine può avere proprietà emollienti, lenitive, antinfiammatorie, antimicrobiche, antivirali, antitussive ed espettoranti. Tuttavia, è importante notare che l'uso della borragine come integratore o come rimedio erboristico dovrebbe essere sempre discusso con un operatore sanitario qualificato, in quanto la pianta può avere effetti collaterali e interazioni con farmaci.

5. Quali sono i possibili effetti collaterali della borragine?
L'uso prolungato di borragine può causare danni al fegato a causa della presenza di alcaloidi pirrolizidinici, pertanto è consigliabile non superare le dosi raccomandate e interrompere l'assunzione dopo un periodo di tempo limitato. Inoltre, la borragine può causare reazioni allergiche in alcune persone e può interagire con farmaci che fluidificano il sangue o abbassano la pressione sanguigna.

6. Come si può consumare la borragine?
La borragine può essere consumata come tisana, decotto o estratto fluido, oppure può essere utilizzata come condimento per insalate o come ingrediente in piatti a base di verdure. I semi di borragine possono essere utilizzati per produrre olio, che può essere assunto come integratore alimentare.

7. Dove si può trovare la borragine?
La borragine può essere acquistata in erboristerie, negozi di alimenti naturali o online. In alternativa, la pianta può essere coltivata in giardino o in vaso.

8. Quali sono le controindicazioni all'uso della borragine?
La borragine è controindicata in gravidanza, durante l'allattamento e in caso di malattie epatiche o renali. Inoltre, la borragine non dovrebbe essere assunta insieme a farmaci fluidificanti del sangue o a farmaci che abbassano la pressione sanguigna.

9. Quali sono le dosi raccomandate di borragine?
Le dosi raccomandate di borragine variano a seconda del metodo di assunzione e della forma farmaceutica. In generale, si consiglia di non superare i 3-6 grammi al giorno di foglie essiccate o i 2-4 grammi al giorno di semi di borragine. Tuttavia, è importante seguire le indicazioni fornite dal proprio operatore sanitario qualificato.

10. La borragine può essere utilizzata come cosmetico?
Sì, la borragine può essere utilizzata come ingrediente in cosmetici per le sue proprietà emollienti, lenitive e antiossidanti. Tuttavia, è importante verificare la composizione dei prodotti cosmetici prima dell'acquisto e seguire le istruzioni per l'uso.

Libri & manuali:


- I consigli del giardiniere:
Coltivare le varietà migliori di borragine nell'orto giardino.



Rimedi naturali:
Tutti i Prodotti Naturali che contengono borragine su:
- Amazon


- I migliori libri su Erbe Medicinali e Aromatiche su Amazon.it
(Sconti reali fino al 50% e spedizione Gratis!)

- Libri e manuali sulle Erbe, su IBS.it
Alcuni libri sulle erbe:

I Profumi del Giardino

II profumo è stato usato nell'antichità come mezzo per entrare in contatto con gli dei, successivamente è diventato simbolo di aristocratica eleganza e strumento di seduzione. Il libro ripercorre il ruolo dei fiori e degli altri elementi vegetali nella creazione dei profumi. I più celebri profumi a base di fiori. Come nasce un profumo. I più famosi maestri profumieri. Aromaterapia e profumoterapia.

Ortaggi ed erbe aromatiche

Tutta l'esperienza, la competenza e l'autorevolezza della Royal Horticultural Society in un volume dedicato ai sempre più numerosi appassionati di orticultura. Con l'ausilio di fotografie e di chiari disegni a colori, tutti i segreti degli esperti per coltivare con successo oltre 500 specie tra piante, arbusti, ortaggi ed erbe aromatiche, con tanti suggerimenti utili per risparmiare tempo, denaro e fatica.







Prenota il tuo viaggio a Dubai con lol.travel


A Dubai non trovi solo l'acqua cristallina, le lunghe spiagge dorate ed i club esclusivi. Scopri i tanti appuntamenti dedicati all'Arte che si tengono qui ogni anno e vivi un'esperienza davvero indimenticabile!


Utilizza il codice LOLDUBAI2024 per ottenere uno sconto del 10% sulla prenotazione del tuo hotel a Dubai!

VAI AL SITO


15%** di sconto extra ❄️ Saldi di fine stagione: nuove offerte


Marchi prestigiosi a prezzi imbattibili Sconti esclusivi fino al 75 dal prezzo originale

VAI AL SITO


35% di sconto quando compri 2 prodotti


Applica a carrello il codice GRAB35 e ricevi il 35% di sconto sull'acquisto di due prodotti Bondi Sands


Codice voucher: GRAB35


Termina il: 29/02/24

VAI AL SITO


30% di sconto su una selezione di prodotti


Applica a carrello il codice FANTASTICLF e ricevi fino al 30% di sconto su una selezione di prodotti


Codice voucher: FANTASTICLF


Termina: il 20/02/24

VAI AL SITO


Cosa piantare a febbraio


Il freddo è ancora intenso e limita i lavori in giardino tuttavia, man mano che le giornate si allungano e la natura piano piano si risveglia, con il sole che inizia a fare capolino nella seconda metà del mese, possiamo preparare qualche piccola semina al coperto, specie nelle zone più a sud

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram