Voi siete qui: Home > erbe > coltivare rafano







Le erbe dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
Pianta di Rafano - Coltivazione e utilizzi | Orto e Giardino


Rafano


Rafano - Pianta erbacea perenne che puo' raggiungere l'altezza di un metro. Sviluppa radici a fittone, carnose, di colore bianco giallastro. Le foglie appaiono in primavera e sono di due tipi: quelle radicali sono ellittiche mentre quelle caulinari sono piccole e pennate.

L'infiorescenza e' un grappolo di piccoli fiori a quattro petali; il frutto e' una siliquetta che solo in rari casi contiene i semi. Le radici del rafano si utilizzano grattugiate per preparare una salsa piccante per aromatizzare pesce o carne.

Il rafano e' anche una pianta medicinale: il succo della radice contiene molta vitamina A, inoltre aiuta in caso di problemi di digestione ed e' un ottimo depurativo e diuretico.

Rafano: la pianta piccante che ricorda il wasabi
Il rafano, noto anche come cren, barbaforte o ravanett, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Brassicaceae o Cruciferae, la stessa dei cavoli, dei broccoli e dei ravanelli. Il rafano si coltiva per la sua radice rizomatosa, di forma cilindrica e di colore bianco, che ha un sapore molto piccante e aromatico, simile al wasabi giapponese. Il rafano è originario dell'Europa centro-orientale, ma si è diffuso in tutto il mondo grazie alle sue proprietà e al suo uso in cucina.



Rafano pianta



Come si coltiva il rafano
Il rafano è una pianta rustica e resistente, che non richiede particolari cure. Si adatta a climi freschi e umidi, ma tollera anche il caldo se coltivato in zone ombreggiate e ben irrigate. Il terreno ideale per il rafano è ben drenato, fertile e soffice, in modo da favorire lo sviluppo delle radici.
Il rafano si può seminare in piena terra da febbraio a marzo, oppure in vaso o in semenzaio da gennaio a febbraio. Si usa il metodo della talea, ovvero si piantano dei pezzi di radice di circa 10 cm di lunghezza e 2 cm di diametro, a una profondità di 5-10 cm e a una distanza di 30-40 cm tra le file e di 20-30 cm sulla fila.
Il rafano cresce rapidamente e produce foglie grandi e ruvide, di colore verde intenso, e fiori bianchi a croce che sbocciano in estate. La raccolta delle radici si può fare da ottobre a marzo, quando raggiungono una dimensione di 15-20 cm di lunghezza e 3-5 cm di diametro. Si estraggono delicatamente dal terreno con l'aiuto di una forca o di una vanga, si eliminano le foglie e si conservano in luogo fresco e asciutto, o sottovuoto in frigorifero.

Come si usa il rafano in cucina
Il rafano ha un sapore molto piccante e pungente, che stimola la salivazione e il senso dell'olfatto. Si usa prevalentemente la radice, che va grattugiata o tritata finemente e aggiunta a salse, insalate, verdure, carne, pesce, formaggi e uova.
Il rafano si abbina bene con il limone, l'aceto, la senape, il miele, la panna, lo yogurt e le erbe aromatiche.
Il rafano si può anche conservare sott'aceto o sott'olio, o essiccare e polverizzare. Il rafano è tipico della cucina del nord Europa, dove si prepara la salsa cren, a base di rafano grattugiato, aceto, zucchero e sale, che si accompagna a salsicce, bolliti, arrosti e verdure. In Italia, il rafano è diffuso soprattutto in Basilicata, dove si fa la rafanata, una torta salata di pasta sfoglia ripiena di rafano, formaggio, uova e pepe. Il rafano si può anche usare per aromatizzare liquori, come il krenovka, una grappa al rafano tipica della Slovenia.

Quali sono le proprietà e i benefici del rafano
Il rafano ha molte proprietà benefiche per la salute, grazie alla presenza di vitamine, minerali, antiossidanti e composti solforati, che gli conferiscono un'azione antibatterica, antinfiammatoria, antivirale, digestiva, diuretica, depurativa, espettorante e stimolante.

Il rafano aiuta a prevenire e curare le infezioni delle vie respiratorie, come il raffreddore, la tosse, la bronchite e la sinusite, grazie alla sua capacità di fluidificare il muco e di disinfettare le mucose.
Il rafano favorisce anche la digestione e il metabolismo, contrastando la formazione di gas intestinali, la stitichezza, il gonfiore e la pesantezza.
Il rafano aiuta inoltre a eliminare i liquidi in eccesso e le tossine, favorendo la funzionalità renale e epatica. Il rafano ha anche un effetto tonico e antianemico, grazie al suo apporto di vitamina C, ferro e acido folico.
Il rafano può anche essere usato per uso esterno, sotto forma di impacchi o cataplasmi, per alleviare i dolori articolari, muscolari e reumatici, le infiammazioni cutanee, le punture di insetti e le scottature.

Quali sono le controindicazioni e gli effetti collaterali del rafano
Il rafano è un alimento sicuro e salutare, ma va consumato con moderazione e cautela, in quanto il suo sapore piccante e i suoi principi attivi possono causare irritazioni e bruciori a livello gastrico, intestinale e urinario.
Il rafano è sconsigliato a chi soffre di gastrite, ulcera, colite, cistite, calcoli renali, ipertiroidismo, ipertensione e allergie.
Può anche interagire con alcuni farmaci, come quelli anticoagulanti, antinfiammatori e antitiroidei, per cui è bene consultare il medico prima di assumerlo. Il rafano non va dato ai bambini piccoli, alle donne in gravidanza e allattamento, in quanto può provocare reazioni avverse e interferire con lo sviluppo del feto e del neonato. Il rafano va anche manipolato con cura, evitando il contatto con gli occhi e le mucose, in quanto può causare lacrimazione, arrossamento e bruciore.



Rafano erba



Quali sono le altre piante della famiglia delle Brassicaceae?
Le altre piante della famiglia delle Brassicaceae sono molte e varie, e comprendono ortaggi, fiori, erbe aromatiche e spontanee. Alcuni esempi sono:

- Il cavolo (Brassica oleracea), che comprende diverse varietà come il cavolfiore, il broccolo, il cavolo cappuccio, il cavolo verza, il cavolo riccio e il cavolo rapa.
- La senape (Sinapis alba), che produce semi usati come spezia e per fare la salsa di senape.
- La rucola (Eruca sativa), che è una pianta erbacea commestibile, usata come insalata o condimento.
- Il ravanello (Raphanus sativus), che è una radice commestibile, di forma rotonda o allungata e di colore rosso, bianco o viola.
- La lunaria (Lunaria annua), che è una pianta ornamentale, con fiori viola o bianchi e frutti a forma di moneta.
- La biscutella (Biscutella laevigata), che è una pianta spontanea, con fiori gialli e frutti a forma di occhiali.
- La cardamine (Cardamine spp.), che è un genere di piante spontanee, con fiori bianchi, rosa o viola e frutti a scatto.

Libri & manuali:


- I consigli del giardiniere:
Coltivare le varietà migliori di rafano nell'orto giardino.



Rimedi naturali:
Tutti i Prodotti Naturali che contengono rafano su:
- Amazon


- I migliori libri su Erbe Medicinali e Aromatiche su Amazon.it
(Sconti reali fino al 50% e spedizione Gratis!)

- Libri e manuali sulle Erbe, su IBS.it
Alcuni libri sulle erbe:

I Profumi del Giardino

II profumo è stato usato nell'antichità come mezzo per entrare in contatto con gli dei, successivamente è diventato simbolo di aristocratica eleganza e strumento di seduzione. Il libro ripercorre il ruolo dei fiori e degli altri elementi vegetali nella creazione dei profumi. I più celebri profumi a base di fiori. Come nasce un profumo. I più famosi maestri profumieri. Aromaterapia e profumoterapia.

Ortaggi ed erbe aromatiche

Tutta l'esperienza, la competenza e l'autorevolezza della Royal Horticultural Society in un volume dedicato ai sempre più numerosi appassionati di orticultura. Con l'ausilio di fotografie e di chiari disegni a colori, tutti i segreti degli esperti per coltivare con successo oltre 500 specie tra piante, arbusti, ortaggi ed erbe aromatiche, con tanti suggerimenti utili per risparmiare tempo, denaro e fatica.





Guida pratica sulla coltivazione della forsythia: il fiore che annuncia l\'arrivo della primavera


La forsythia è un fiore che incanta con la sua bellezza e il suo colore vivace, segnando l'arrivo della primavera con i suoi fiori gialli brillanti. Se sei un appassionato di giardinaggio e desideri aggiungere un tocco di primavera al tuo spazio verde, coltivare la forsythia potrebbe essere la scelta perfetta.

VAI AL SITO


Aglio sempre fresco tutto l\'anno: come coltivarlo in casa, tutti i passaggi


L'aglio è un ingrediente versatile e salutare che viene utilizzato in molte ricette tradizionali. Ma cosa succede se desideri avere aglio fresco tutto l'anno senza doverlo acquistare costantemente? La soluzione è semplice: coltivarlo in casa!

VAI AL SITO


I 7 frutti che migliorano la pelle del viso, donandole luminosità, morbidezza e chiarezza


La cura della pelle è un aspetto fondamentale per mantenere un aspetto giovane e sano. Oltre ai prodotti cosmetici tradizionali, la natura ci offre una vasta gamma di ingredienti naturali che possono migliorare la salute e l'aspetto della nostra pelle.

VAI AL SITO


La Passiflora: la pianta della passione, come coltivarla e prendersene cura


La Passiflora, nota anche come fiore della passione, è una pianta rampicante originaria dell'America tropicale. Questa pianta è apprezzata per la sua bellezza unica e per la sua capacità di crescere rapidamente, rendendola una scelta popolare per chi desidera creare una parete verde o un'area fiorita in giardino. In questo articolo, ti forniremo una guida completa su come piantare, coltivare e prenderti cura della Passiflora.

VAI AL SITO


Le nuove offerte Geox con sconti fino al 70%


Una vasta selezione di prodotti scontati, dove trovare abbigliamento, scarpe, accessori e molto altro ancora a prezzi convenienti.


Non perdere l'opportunità di visitare questa pagina e approfittare delle offerte esclusive disponibili.


Acquista ora e risparmia sui tuoi acquisti di moda!

VAI AL SITO


- Vedi tutte le News
- Iscriviti al canale Telegram