Voi siete qui: Home > piante da interno > dalla l alla p



  • echarme: eCharme - Spedizione Gratuita
    Scegli uno tra i prodotti presenti in questa pagina e ottieni subito la Spedizione Gratuita
    Vedi Tutti i Coupon echarme






  • Le Piante da interno dalla A alla Z:
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


    Maranta

    Maranta - Pianta che cresce rapidamente e che si adatta anche in ambienti poco luminosi.
    D'estate si annaffia abbondantemente e si fertilizza ogni 2-3 settimane da maggio a settembre. Se la temperatura e' alta bisogna spruzzarle anche quotidianamente. D'inverno si annaffia moderatamente e si sposta in una posizione piu' luminosa senza esporla al sole diretto.

    La temperatura non deve scendere sotto i 10 gradi, ma necessita sempre di spruzzature regolari.
    La scarsa umidita' atmosferica favorisce la diffusione del ragnetto rosso, che si combatte spruzzando insetticidi specifici.

    Puo' essere attaccata dalle cocciniglie che si possono rimuovere con un batuffolo di cotone imbevuto d'alcool denaturato.
    Se le foglie cadono e se gli apici imbruniscono significa che l'aria e' troppo asciutta.
    Si possono fare tra maggio e agosto dall'apice dei fusti talee lunghe 8-10 cm, munite di 2-3 foglie.

    Si piantano in vasi con torba e sabbia e si chiudono in sacchetti di plastica trasparente e si mettono all'ombra. Dopo che hanno radicato si trattano come adulte.

    ... vedi scheda completa su maranta



    Miltonia


    Miltonia - (Vedi pure Orchidee)
    Pianta fiorita da interni a seconda della specie di non troppo facile manutenzione.
    Miltonia: e' un genere vicino ad Oncidium e Odontoglossum, e con questi e' molto ibridato.

    Molto diffuse sono le cosiddette Miltonia panse', ibridi dai grandi e colorati fiori che non e' raro trovare anche in vivai non specializzati.

    Caratteristiche e descrizione della Miltonia
    La Miltonia è una pianta appartenente alla famiglia delle Orchidaceae, originaria delle foreste pluviali del Brasile, della Bolivia e del Paraguay. è una pianta epifita, che cresce su alberi o rocce, e produce fiori molto appariscenti e profumati.

    Le Miltonia presentano pseudobulbi, che sono ingrossamenti del fusto in cui la pianta immagazzina acqua e nutrienti. Le foglie sono lunghe e strette, di colore verde scuro, e possono raggiungere una lunghezza di circa 30 cm.

    I fiori della Miltonia sono la caratteristica più distintiva di questa pianta. Sono grandi, con petali e sepali di forma simile, spesso di colore bianco, giallo, rosa o viola, con venature, macchie o striature di colore più scuro. Il labello, la parte inferiore del fiore, è solitamente più grande e vistoso, con varie forme e colori.

    La fioritura della Miltonia avviene generalmente in primavera o in estate, e i fiori possono durare diverse settimane. Durante il periodo di fioritura, è importante fornire alla pianta condizioni di luce, temperatura e umidità adeguate per garantire una buona crescita e una fioritura rigogliosa.

    Cura e coltivazione della Miltonia
    La coltivazione della Miltonia richiede alcune attenzioni specifiche per garantire una crescita sana e una fioritura rigogliosa. Ecco alcune linee guida per la cura e la coltivazione della Miltonia:

    . Posizione: La Miltonia preferisce una posizione luminosa ma senza luce solare diretta. è consigliabile posizionarla vicino a una finestra orientata a est o a ovest, dove riceverà una luce indiretta per gran parte della giornata.

    . Temperatura: La Miltonia prospera in temperature moderate, comprese tra i 18°C e i 24°C durante il giorno e tra i 12C e i 16C durante la notte. Evitare sbalzi di temperatura e correnti d'aria.

    . Umidità: La Miltonia richiede un'umidità elevata. è consigliabile nebulizzare le foglie regolarmente con acqua a temperatura ambiente, soprattutto durante i periodi caldi o se l'ambiente è particolarmente secco.

    . Substrato: Utilizzare un substrato specifico per orchidee, come la corteccia di pino o il muschio sfagno, che permetta un buon drenaggio dell'acqua. Evitare l'uso di terriccio normale, poiché trattiene troppa umidità e può causare marciume delle radici. . Irrigazione: Evitare di lasciare ristagnare l'acqua nel sottovaso, ma mantenere il substrato costantemente umido. Innaffiare la pianta quando il substrato inizia ad asciugarsi leggermente, immergendo completamente il vaso in acqua per alcuni minuti e lasciando poi scolare l'acqua in eccesso.

    . Fertilizzazione: Durante il periodo di crescita attiva, è consigliabile fertilizzare la Miltonia ogni due settimane con un concime specifico per orchidee, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. Ridurre la frequenza della fertilizzazione durante i periodi di riposo.

    . Rinvaso: Rinvasare la Miltonia ogni 1-2 anni, preferibilmente dopo la fioritura. Utilizzare un vaso leggermente più grande e un substrato fresco. Durante il rinvaso, controllare le radici e rimuovere eventuali parti morte o marce.



    Miltonia pianta



    Come riprodurre la Miltonia
    La Miltonia può essere riprodotta in diversi modi, tra cui:

    - Divisione dei bulbi:
    Questo è il metodo più comune per riprodurre la Miltonia. Durante il rinvaso, è possibile dividere i bulbi della pianta madre e piantarli in vasi separati. Assicurarsi che ogni divisione abbia almeno un bulbo sano e radici. Le nuove piante richiederanno cure simili a quelle della pianta madre.

    - Semina:
    La Miltonia può essere riprodotta anche per via seminale. Tuttavia, questo metodo richiede più tempo e pazienza. I semi vengono raccolti dai frutti maturi della pianta e seminati su un substrato specifico per orchidee. è necessario mantenere l'umidità costante e fornire una luce diffusa. La germinazione dei semi può richiedere diversi mesi o anche anni.

    - Keiki:
    A volte la Miltonia può sviluppare dei "keiki", che sono piccole piante che crescono lateralmente dai bulbi della pianta madre. Quando il keiki ha radici e foglie ben sviluppate, può essere staccato dalla pianta madre e piantato in un vaso separato. Assicurarsi che il keiki abbia tutte le parti necessarie per sopravvivere in modo indipendente.

    Indipendentemente dal metodo di riproduzione scelto, è importante fornire alle nuove piante condizioni di crescita ottimali, come un substrato adatto, una corretta illuminazione e un'adeguata umidità.



    Miltonia orchidea



    Miltonia e altre orchidee: confronti e differenze
    Miltonia è un genere di orchidee che comprende diverse specie di piante floreali. Alcune delle principali caratteristiche di Miltonia includono:

    1. Fioritura: Le orchidee Miltonia sono famose per la loro abbondante fioritura. Le piante producono fiori grandi e vistosi, spesso con colori vivaci e sfumature interessanti. La fioritura di solito avviene una volta all'anno, ma alcune specie possono fiorire più volte.

    2. Profumo: Molte specie di Miltonia emettono un profumo dolce e piacevole durante la fioritura. Questo li rende popolari come piante da interno, poiché possono aggiungere un tocco di fragranza alla casa.

    3. Esigenze di coltivazione: Le orchidee Miltonia richiedono un ambiente umido e caldo per prosperare. Hanno bisogno di un'illuminazione indiretta e di una temperatura costante tra i 18°C e i 24°C. Inoltre, richiedono un'adeguata ventilazione e un buon drenaggio del terreno.

    4. Cura: Le orchidee Miltonia richiedono cure regolari per mantenere la loro salute. Richiedono annaffiature regolari, ma è importante evitare di lasciare ristagnare l'acqua nella base della pianta. Inoltre, possono beneficiare di concimazioni mensili durante la stagione di crescita attiva.

    Altre orchidee, come le Phalaenopsis e le Cattleya, possono presentare alcune differenze rispetto alle Miltonia:

    1. Fioritura: Le Phalaenopsis sono conosciute per la loro fioritura prolungata, con fiori che possono durare diverse settimane. Le Cattleya, d'altra parte, producono fiori grandi e vistosi, ma la loro fioritura può essere meno duratura rispetto alle Phalaenopsis e alle Miltonia.

    2. Esigenze di coltivazione: Le Phalaenopsis sono orchidee adattabili e possono essere coltivate con successo in ambienti interni. Richiedono temperature moderate e un'illuminazione indiretta. Le Cattleya, d'altra parte, richiedono temperature più elevate e una luce più intensa rispetto alle Phalaenopsis e alle Miltonia.

    3. Cura: Le Phalaenopsis richiedono un'annaffiatura regolare e un'alta umidità, ma è importante evitare l'accumulo di acqua nella base delle piante. Le Cattleya richiedono una maggiore ventilazione e possono beneficiare di una leggera riduzione delle annaffiature durante il riposo invernale.

    In generale, le orchidee Miltonia, Phalaenopsis e Cattleya sono tutte piante affascinanti e popolari tra gli appassionati di orchidee. Tuttavia, hanno esigenze di coltivazione leggermente diverse, quindi è importante conoscere le specifiche esigenze di ogni specie per garantire la loro salute e la loro fioritura ottimale.

    Miltonia come pianta da regalare: significato e simbolismo
    La scelta di regalare una pianta come Miltonia può avere un significato e un simbolismo particolari. Ecco alcuni punti da considerare:

    . Bellezza e eleganza: Miltonia è conosciuta per i suoi fiori grandi e vistosi, che possono essere considerati un simbolo di bellezza e eleganza. Regalare una Miltonia può rappresentare l'apprezzamento per la bellezza e la grazia della persona a cui viene donata.

    . Amore e affetto: Le orchidee sono spesso associate all'amore e all'affetto. Regalare una Miltonia può essere un modo per esprimere i propri sentimenti verso qualcuno di speciale. Può essere un regalo romantico per un partner o un gesto di affetto verso un amico o un familiare.

    . Prosperità e fortuna: In alcune culture, le orchidee sono considerate simboli di prosperità e fortuna. Regalare una Miltonia può essere interpretato come un augurio di successo e buona fortuna nella vita della persona a cui viene donata.

    . Cura e dedizione: Le orchidee richiedono cure e attenzioni per prosperare. Regalare una Miltonia può rappresentare l'impegno a prendersi cura della persona a cui viene donata e a coltivare la relazione.

    . Raffinatezza e stile: Miltonia è una pianta raffinata e di classe. Regalare una Miltonia può essere un modo per mostrare apprezzamento per il buon gusto e lo stile della persona a cui viene donata.

    Origine e storia della pianta di Miltonia
    La pianta di Miltonia prende il nome dal botanico inglese Charles Wentworth-Fitzwilliam, IV conte di Fitzwilliam, che era anche noto come Visconte Milton. La pianta fu così chiamata in suo onore.

    La storia della pianta di Miltonia risale al XIX secolo, quando venne scoperta e descritta per la prima volta dagli esploratori e dai botanici che visitavano le regioni tropicali dell'America del Sud. La sua bellezza e la sua fioritura vistosa ne fecero presto una delle orchidee più amate e coltivate.

    Nel corso degli anni, sono state sviluppate numerose varietà e ibridi di Miltonia per migliorarne le caratteristiche e adattarle alle esigenze dei coltivatori. Oggi, la pianta di Miltonia è molto popolare tra gli appassionati di orchidee e viene coltivata in tutto il mondo.

    La pianta di Miltonia è apprezzata per i suoi fiori grandi e vistosi, che possono variare in colori e combinazioni di tonalità, tra cui il bianco, il rosa, il viola e il giallo. è una pianta che richiede cure e attenzioni specifiche, ma con le giuste condizioni di coltivazione può regalare una fioritura spettacolare.

    ... vedi scheda completa su miltonia



    Monstera

    Monstera - Genere di piante sempreverdi, rampicanti, della famiglia delle Aracee, originarie dell'America tropicale.

    Il genere Monstera conta circa 20 specie di piante sempreverdi. Si tratta di un vigoroso rampicante erbaceo, caratterizzato da grosse foglie lucide, cuoiose e profondamente frastagliate.
    Le foglie sono portate da fusti striscianti, che necessitano di un tutore ricoperto di muschio su cui si inseriscono radici avventizie.

    In primavera-estate, anche se molto raramente, fiorisce emettendo una spata di colore verdastro che avvolge uno spadice bianco-crema.
    Da questa infiorescenza matura un frutto dal sapore simile all'ananas.

    ... vedi scheda completa su monstera



    Nephrolepis

    Nephrolepis - (vedi pure Felci)



    Links su Nephrolepis:

    ... vedi scheda completa su nephrolepis



    Orchidee

    Orchidee - Piante erbacee perenni, terrestri o epifite, autotrofe, saprofite o parassite, delle regioni tropicali e temperato-calde, appartenenti alla famiglia delle Orchidacee (Monocotiledoni);
    foglie lineari carnose, a volte ridotte;
    fiori solitari o in infiorescenze con apparati speciali per l'impollinazione entomofila e ornitofila, formati da sei tepali in due verticilli, dei quali l'interno ha un elemento caratteristico, a funzione vessillare, di colore e forma diversi dagli altri, detto labello;
    frutti a capsula con numerosi semi piccolissimi.

    Le specie epifite hanno radici aeree, ricoperte di uno strato di sostanza spugnosa (velamen) capace di assorbire l'acqua.
    Molte specie ornamentali, pregiatissime, vengono coltivate in serra; altre forniscono frutti usati come aromatizzanti (vainiglia) e radici con proprieta' medicinali (salep).

    Libri & manuali:

    ... vedi scheda completa su orchidee



    Ortensia


    Ortensia - Il genere Hydrangea, della famiglia delle Sassifragacee, racchiude 80 specie di arbusti.
    Le specie coltivate si adattano a essere allevate sia in vaso sia in piena terra.

    Pianta originaria dell'Estremo Oriente. Le foglie sono ovali, grossolanamente dentate e di colore verde chiaro.

    Descrizione dell'ortensia
    L'ortensia E' un arbusto ornamentale appartenente alla famiglia delle Hydrangeaceae. E' originaria principalmente dell'Asia orientale e dell'America settentrionale.

    E' caratterizzata da fiori vistosi, riuniti in infiorescenze a forma di pannocchia o corimbo, che possono variare di colore a seconda della varietà. I fiori possono essere bianchi, rosa, blu o viola, a seconda del pH del terreno in cui crescono.

    L'ortensia E' una pianta perenne che può raggiungere altezze variabili, a seconda della specie, da 1 a 3 metri. Le foglie sono grandi, di forma ovale o lanceolata, di colore verde scuro.

    Questa pianta E' originaria dell'Asia orientale, ma E' diventata molto popolare come pianta ornamentale in tutto il mondo. E' ampiamente utilizzata per decorare giardini, parchi e terrazze, grazie alla sua bellezza e alla sua capacità di fiorire abbondantemente per diversi mesi.

    L'ortensia richiede una buona esposizione al sole o alla mezz'ombra e un terreno ben drenato e fertile. E' una pianta rustica, che può sopportare temperature molto basse, ma necessita di una buona irrigazione durante i periodi di siccità.

    Per mantenere l'ortensia in buona salute e favorirne la fioritura, E' consigliabile potarla regolarmente, eliminando i rami secchi o danneggiati. Inoltre, E' possibile modificare il colore dei fiori dell'ortensia modificando il pH del terreno: in terreni acidi i fiori saranno blu o viola, mentre in terreni alcalini saranno rosa o bianchi.



    Ortensia pianta



    Origine e storia dell'ortensia
    La storia dell'ortensia risale al XVIII secolo, quando fu scoperta in Giappone da un botanico francese di nome Philibert Commerson. Fu lui a dare il nome all'arbusto, chiamandolo "Hydrangea" dal greco "hydro" che significa acqua e "angeion" che significa vaso, a causa della forma delle sue infiorescenze.

    L'origine e la storia dell'ortensia sono legate alla sua scoperta e diffusione nel mondo occidentale. L'ortensia E' una pianta originaria dell'Asia orientale, in particolare del Giappone e della Cina. Fu introdotta in Europa nel XVIII secolo, grazie agli esploratori e ai botanici che portarono campioni di piante esotiche dalle loro spedizioni.

    Il nome "ortensia" deriva dal latino "hortensius", che significa "del giardino". Questo nome fu dato alla pianta in onore di Hortense de Beauharnais, figliastra di Napoleone Bonaparte e regina consorte dell'Olanda, che amava molto i fiori e il giardinaggio.

    Oggi, l'ortensia E' coltivata in tutto il mondo e viene utilizzata per decorare giardini, parchi e terrazze. E' una pianta apprezzata per la sua resistenza e la sua capacità di fiorire abbondantemente anche in condizioni climatiche avverse.

    Inoltre, l'ortensia E' spesso utilizzata anche come fiore reciso per composizioni floreali e bouquet. La sua forma sferica e i suoi fiori vistosi la rendono un'aggiunta perfetta per matrimoni, eventi speciali e decorazioni floreali in generale.

    Varietà di ortensia
    Ci sono numerose varietà di ortensia, ognuna con caratteristiche uniche. Le più comuni sono l'ortensia macrophylla, con grandi infiorescenze a palla di colore rosa, blu o bianco; l'ortensia paniculata, con infiorescenze a forma di piramide di colore bianco o rosa; e l'ortensia quercifolia, con foglie simili a quelle delle querce e infiorescenze bianche.

    Ogni varietà di ortensia ha le sue esigenze specifiche di coltivazione e può essere utilizzata per scopi diversi, come la decorazione di giardini, terrazzi o balconi.



    Ortensia coltivare



    Cura e manutenzione dell'ortensia
    Per la cura e la manutenzione dell'ortensia E' importante fornire un terreno ben drenato e ricco di sostanza organica. L'arbusto preferisce un'esposizione parzialmente ombreggiata e richiede un'irrigazione regolare, soprattutto durante i periodi di siccità. E' anche importante potare l'ortensia correttamente per favorire la fioritura e mantenere la forma desiderata.

    Queste pratiche possono includere l'irrigazione adeguata, la potatura, la concimazione e la protezione dalle malattie e dai parassiti. L'ortensia richiede una quantità adeguata di acqua per sopravvivere, quindi E' importante assicurarsi di irrigare regolarmente la pianta, soprattutto durante i periodi di siccità. Tuttavia, E' anche importante evitare l'eccesso di acqua, che potrebbe causare marciume delle radici.

    La potatura E' un'altra pratica importante per mantenere l'ortensia in salute. La potatura può essere fatta per rimuovere i rami morti o danneggiati, per controllare la forma della pianta o per promuovere una fioritura migliore. E' consigliabile potare l'ortensia dopo la fioritura, in modo da non rimuovere i rami che producono i fiori.

    La concimazione E' un'altra pratica importante per fornire alla pianta i nutrienti necessari per una crescita sana. E' possibile utilizzare fertilizzanti specifici per le ortensie o fertilizzanti a lento rilascio per fornire nutrienti in modo graduale nel corso della stagione.

    Infine, E' importante proteggere l'ortensia dalle malattie e dai parassiti. Alcune malattie comuni dell'ortensia includono la muffa grigia, la ruggine e l'oidio. E' possibile prevenire queste malattie mantenendo la pianta ben ventilata, evitando l'irrigazione eccessiva e rimuovendo le foglie o i rami infetti. Per quanto riguarda i parassiti, l'ortensia può essere attaccata da afidi, cocciniglie o acari. E' possibile utilizzare insetticidi o rimedi naturali per controllare questi parassiti.

    Metodo di propagazione dell'ortensia
    L'ortensia può essere propagata attraverso talea o divisione dei cespi. La propagazione per talea prevede il prelievo di una porzione di ramo giovane e la sua messa a radicare in un substrato adatto. La propagazione per divisione dei cespi, invece, consiste nel separare gli arbusti più grandi in più parti, assicurandosi che ogni parte abbia radici e germogli.

    La propagazione delle ortensie può essere fatta in diversi modi, tra cui:
    - Talee: si prelevano delle porzioni di rami o steli sani e giovani dalla pianta madre e si radicano in un substrato adeguato fino a sviluppare radici proprie.
    - Divisione dei cespi: si preleva una pianta di ortensia adulta e si dividono i cespi, separando le radici e i fusti in modo da ottenere piante individuali.
    - Innesto: si unisce una porzione di una pianta di ortensia a un'altra pianta o portinnesto, in modo che crescano insieme e si sviluppino come una sola pianta.

    Questi sono solo alcuni dei metodi più comuni utilizzati per propagare le ortensie, ma possono esserci anche altre tecniche specifiche. La propagazione delle piante di ortensia consente di ottenere nuove piante a partire da una pianta madre sana e desiderabile, consentendo di espandere il giardino o di condividere le piante con altre persone.

    Usi decorativi dell'ortensia
    L'ortensia E' ampiamente utilizzata a scopo decorativo nei giardini e nei parchi. Le sue infiorescenze vistose e colorate la rendono una pianta molto apprezzata per creare bordure, siepi o come pianta solitaria. E' anche spesso utilizzata come pianta da vaso o in composizioni floreali.

    Le ortensie possono essere utilizzate singolarmente o in gruppi per creare composizioni floreali accattivanti. I loro fiori grandi e vistosi sono molto apprezzati per decorare tavoli, centrotavola e vetrine. Le ortensie possono essere messe in vasi o cesti per creare arrangiamenti floreali da appendere alle pareti o da posizionare su tavoli e mensole.

    Inoltre, l'ortensia può essere utilizzata per creare ghirlande e corone floreali, che aggiungono un tocco di freschezza e colore a porte, finestre e pareti. Le ortensie essiccate possono essere utilizzate per creare decorazioni floreali durature e possono essere inserite in composizioni artistiche o appese come ornamenti.

    Simbolismo dell'ortensia
    Dal punto di vista simbolico, l'ortensia rappresenta l'amore, la gratitudine e la bellezza. In alcune culture, E' considerata un simbolo di abbondanza e prosperità. Tuttavia, il suo significato può variare a seconda del colore dei fiori: il rosa rappresenta l'amore e l'affetto, il blu la grazia e l'eleganza, mentre il bianco simboleggia la purezza e l'innocenza. E' spesso associata alla felicità e alla gratificazione per i risultati ottenuti. L'ortensia può anche rappresentare la comprensione e l'empatia verso gli altri, essendo un fiore che cresce in modo rigoglioso e generoso. In alcune culture, l'ortensia E' anche un simbolo di perseveranza e di forza interiore. In generale, l'ortensia E' un fiore che porta con sé un messaggio di positività e di apprezzamento per la vita.

    Libri & manuali:

    ... vedi scheda completa su ortensia



    Pachira Aquatica

    Pachira aquatica - La Pachira Aquatica fa parte della famiglia delle Bombaceae (castagno) e proviene dell'America Centrale.

    Introdotto nel 1909 a Taiwan, prima per i semi e in seguito per il tronco, il quale veniva usato nella pittura cinese.

    Annaffiare con molta moderazione. Durante la crescita concimare leggermente. Mantiene la sua bellezza sia in posti ombrosi che in quelli soleggiati.
    Temperatura da 12 a 25 gradi. Se la Pachira dovesse crescere troppo, si possono tagliare alcuni rami. Germogliera' di nuovo nei punti dove si e' tagliato

    Libri & manuali:

    ... vedi scheda completa su pachira_aquatica



    Peperomia

    Peperomia - Genere di piante della famiglia Piperacee con circa 600 specie proprie dell'America tropicale.

    Sono erbe sempreverdi con fusto cespitoso o ramoso, un po' succulento; foglie alterne, largamente ovate o subcuoriformi, carnose, verdi o argentee, assai decorative anche per le evidenti nervature; i fiori sono piccoli, insignificanti, in dense spighe verdastre.
    Alcune Peperomie sono coltivate in serra a scopo ornamentale.

    ... vedi scheda completa su peperomia



    Paphiopedilum

    Paphiopedilum - (vedi pure orchidee)

    ... vedi scheda completa su paphiopedilum



    Peonia


    Peonia - Pianta cespugliosa (Paeonia officinalis) della famiglia delle Ranuncolacee, coltivata per ornamento in varieta' a fiori doppi e variamente colorati.

    Anche se piante da esterno la peonia non ama il sole diretto, quindi leggera ombreggiatura. Irrigazione abbondante semza ristagni d'acqua poiche' puo' provocare marciumi vari, bagnare sempre con acqua a temperatura ambiente.

    Introduzione alla pianta di peonia: caratteristiche e classificazione
    La peonia è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Paeoniaceae. è conosciuta per i suoi fiori grandi e vistosi, che possono essere di diversi colori, come il rosa, il bianco, il rosso e il giallo. La pianta di peonia può raggiungere un'altezza di circa 1-1,5 metri e ha foglie verdi e lucide. è una pianta molto longeva, che può vivere anche per decenni.

    Le varietà di peonia: un panorama delle diverse specie e varietà
    Esistono diverse specie di peonia, tra cui la Paeonia lactiflora, la Paeonia suffruticosa e la Paeonia officinalis. Ogni specie ha caratteristiche uniche, come il colore dei fiori, la forma delle foglie e la dimensione della pianta. Inoltre, ci sono numerose varietà ibride di peonia, che sono state create attraverso l'incrocio di diverse specie. Queste varietà ibride offrono una vasta gamma di colori e forme dei fiori.

    Cura e coltivazione della peonia: istruzioni pratiche per un giardino rigoglioso
    La peonia è una pianta relativamente facile da coltivare, ma richiede alcune cure specifiche per fiorire al meglio. Ha bisogno di un terreno ben drenato e ricco di sostanza organica. è importante piantare le peonie in un'area soleggiata, anche se possono tollerare anche l'ombra parziale. Durante la stagione di crescita, le piante di peonia devono essere annaffiate regolarmente, ma evitando di inzuppare il terreno. è anche importante sfoltire le piante e rimuovere i fiori appassiti per stimolare una fioritura continua.

    La cura e la coltivazione delle peonie richiedono attenzione e cura adeguata per garantire una crescita sana e fioritura abbondante. Ecco alcuni suggerimenti per la cura delle peonie:

    - Posizione: Le peonie preferiscono una posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. Assicurati che le piante ricevano almeno 6-8 ore di sole al giorno. Evita di piantarle in zone ventose.

    - Terreno: Le peonie prosperano in terreni ben drenati e ricchi di sostanza organica. Assicurati che il terreno sia ben drenato per evitare ristagni d'acqua che possono danneggiare le radici. Puoi migliorare il terreno aggiungendo compost o letame maturo prima di piantare le peonie.

    - Irrigazione: Le peonie hanno bisogno di un'irrigazione regolare, soprattutto durante i periodi di siccità. Innaffia le piante profondamente, assicurandoti che il terreno sia umido fino alle radici. Evita di innaffiare eccessivamente, poiché l'acqua in eccesso può causare marciume radicale.

    - Concimazione: Le peonie beneficiano di una concimazione annuale. Applica un concime equilibrato a lento rilascio o un concime specifico per piante da fiore all'inizio della primavera. Segui le istruzioni del produttore per la quantità e la frequenza di applicazione.

    - Supporto: Le peonie possono avere fiori grandi e pesanti che possono far piegare i fusti. Utilizza dei sostegni per piante o dei tutori per sostenere i fusti e prevenire che si pieghino o si spezzino.

    - Rimozione dei fiori appassiti: Rimuovi i fiori appassiti man mano che si presentano. Questo incoraggerà la pianta a produrre nuovi fiori e manterrà l'aspetto ordinato del giardino.

    - Potatura: Le peonie richiedono una potatura leggera. Rimuovi i fusti morti o danneggiati all'inizio della primavera, prima che la nuova crescita inizi a svilupparsi. Evita di potare troppo, poiché ciò potrebbe ridurre la fioritura.

    - Protezione invernale: In alcune zone, le peonie potrebbero richiedere una protezione invernale. Applica uno strato di pacciame intorno alle piante per proteggere le radici dal freddo e dal gelo.



    Peonia coltivare



    Propagazione delle peonie: tecniche di propagazione e divisione delle piante
    Le peonie possono essere propagate attraverso diverse tecniche, come la divisione delle piante e la semina dei semi. La divisione delle piante è il metodo più comune e consiste nel dividere un cespuglio di peonia in più parti.

    Oltre alla divisione delle piante, esistono altre tecniche di propagazione delle peonie che possono essere utilizzate. Ecco alcuni metodi alternativi:

    Talea:
    La propagazione per talea è possibile con alcune varietà di peonie. Taglia un ramo sano e giovane dalla pianta madre, assicurandoti di includere almeno 2-3 nodi. Rimuovi le foglie dalla parte inferiore del taglio e immergi la base in un ormone radicante. Pianta la talea in un substrato leggero e ben drenato, mantenendola umida. Dopo diverse settimane, la talea dovrebbe sviluppare radici e potrà essere trapiantata in un vaso o in pieno campo.

    - Semina:
    La propagazione per seme è un metodo meno comune, ma può essere utilizzato per ottenere nuove varietà di peonie. Raccogli i semi dalle piante mature, puliscili e lasciali asciugare. Pianta i semi in un substrato umido e ben drenato, coprendoli leggermente con terra. Mantieni il terreno umido e posiziona il contenitore in un luogo fresco e ombreggiato. I semi impiegheranno diversi mesi per germogliare e le piante ottenute da seme potrebbero richiedere alcuni anni prima di fiorire.

    - Innesto:
    L'innesto è una tecnica più avanzata che viene utilizzata per propagare specifiche varietà di peonie. Questo metodo richiede la conoscenza delle tecniche di innesto e la disponibilità di portainnesti compatibili. L'innesto può essere utilizzato per propagare peonie ad albero o per ottenere piante con caratteristiche specifiche.

    Problemi comuni nella coltivazione delle peonie: malattie, parassiti e soluzioni
    Le peonie possono essere soggette a diverse malattie e attacchi di parassiti, come la botrite (o muffa grigia), la ruggine e l'oidio. è importante monitorare attentamente le piante per rilevare eventuali segni di malattie o parassiti e intervenire tempestivamente. L'utilizzo di prodotti fitosanitari specifici può aiutare a prevenire e trattare queste problematiche.

    Ecco alcuni esempi e possibili soluzioni:

    - Botrite (muffa grigia):
    La botrite è una malattia fungina che può colpire le peonie, causando macchie scure e marciume sui fiori e sulle foglie. Per prevenire la botrite, è importante assicurarsi che le piante abbiano una buona circolazione dell'aria e che non siano eccessivamente umide. In caso di infezione, è possibile trattare le piante con fungicidi specifici.

    - Muffa bianca:
    La muffa bianca è un'altra malattia fungina che può colpire le peonie, causando una copertura biancastra sulle foglie e sui fiori. Per prevenire la muffa bianca, è importante evitare l'accumulo di umidità intorno alle piante e assicurarsi che abbiano spazio sufficiente per la circolazione dell'aria. In caso di infezione, è possibile trattare le piante con fungicidi.

    - Afidi:
    Gli afidi sono parassiti comuni che possono attaccare le peonie, succhiando la linfa e causando danni alle foglie e ai boccioli. Per controllare gli afidi, è possibile utilizzare insetticidi specifici o rimedi naturali come il sapone insetticida o l'olio di neem.

    - Nematodi delle radici:
    I nematodi delle radici possono infestare le peonie, causando ingiallimento delle foglie, riduzione della crescita e deformità delle radici. Per prevenire l'infestazione dei nematodi, è importante utilizzare piante sane e resistenti e praticare una buona rotazione delle colture. In caso di infestazione, è possibile trattare le piante con nematicidi specifici.

    - Morte improvvisa delle peonie:
    La morte improvvisa delle peonie è una condizione misteriosa in cui le piante appaiono improvvisamente deboli e muoiono. Non esiste una soluzione definitiva per questa condizione, ma è possibile ridurre il rischio fornendo alle piante condizioni di crescita ottimali, come un terreno ben drenato, una corretta esposizione al sole e una corretta irrigazione.

    Significato simbolico delle peonie: tradizioni e miti legati a questa pianta
    Le peonie sono associate a diversi significati simbolici in diverse culture. In molte tradizioni, sono considerate simbolo di bellezza, prosperità e buona fortuna. In alcune culture orientali, sono considerate simbolo di amore e matrimonio felice. Le peonie sono spesso utilizzate anche in occasioni speciali come matrimoni e anniversari per rappresentare l'amore e la felicità.

    Le peonie sono piante ricche di tradizioni e miti in diverse culture. Ecco alcuni esempi:

    1. Cina: Le peonie sono considerate il fiore nazionale della Cina e sono ampiamente coltivate e celebrate. Sono simbolo di ricchezza, prosperità e onore. Secondo una leggenda cinese, le peonie sono nate dal sangue di una dea che si è sacrificata per salvare un eroe. Per questo motivo, sono spesso associate all'immortalità e alla bellezza eterna.

    2. Giappone: In Giappone, le peonie sono chiamate "botan" e sono ampiamente coltivate come fiori ornamentali nei giardini. Sono considerate simbolo di fortuna, felicità e amore. Nel folklore giapponese, si crede che i petali delle peonie abbiano il potere di allontanare gli spiriti maligni.

    3. Europa: Nella tradizione europea, le peonie erano considerate fiori magici e venivano spesso utilizzate in medicina popolare per le loro proprietà curative. Si credeva che le peonie potessero proteggere dalle streghe e portare fortuna e prosperità.

    4. Grecia antica: Secondo la mitologia greca, le peonie prendono il nome da Paeon, un medico degli dei. Si racconta che Paeon abbia ricevuto un fiore da Apollo, dio della medicina, che aveva il potere di guarire le ferite. Questo fiore divenne quindi noto come peonia.

    5. Tibet: Nel buddismo tibetano, le peonie sono considerate fiori sacri e sono spesso rappresentate nelle opere d'arte buddiste. Sono simbolo di compassione, saggezza e illuminazione.



    Peonia fiore



    La peonia nella medicina tradizionale: proprietà terapeutiche e utilizzi
    La peonia è stata utilizzata nella medicina tradizionale per secoli per le sue proprietà terapeutiche. Le radici della pianta sono ricche di composti chimici che possono avere effetti antinfiammatori, analgesici e calmanti. La peonia è stata utilizzata per trattare una varietà di disturbi, come l'artrite, l'infiammazione e il dolore. Tuttavia, è importante consultare un professionista della salute prima di utilizzare la peonia per scopi terapeutici.

    Ecco alcune delle proprietà attribuite alle peonie nella medicina tradizionale:

    . Antinfiammatorio: Le peonie sono conosciute per le loro proprietà antinfiammatorie, che possono aiutare a ridurre l'infiammazione e il gonfiore.

    . Analgesico: Le peonie possono avere un effetto analgesico, aiutando a ridurre il dolore.

    . Antispasmodico: Le peonie possono agire come antispasmodici, aiutando a rilassare i muscoli e alleviare i crampi.

    . Sedativo: Le peonie sono state tradizionalmente utilizzate come sedativi per calmare l'ansia, l'agitazione e promuovere il sonno.

    . Tonico emmenagogo: Le peonie sono state utilizzate per favorire il flusso mestruale regolare e alleviare i disturbi associati al ciclo mestruale.

    . Antiossidante: Le peonie contengono composti antiossidanti che possono aiutare a proteggere le cellule dai danni dei radicali liberi.

    . Antimicrobico: Alcune ricerche suggeriscono che le peonie possono avere proprietà antimicrobiche, aiutando a combattere batteri e funghi.

    Peonie nel linguaggio dei fiori: significato e messaggi associati
    Nel linguaggio dei fiori, le peonie possono avere diversi significati e messaggi associati. Possono rappresentare l'amore, la passione e il desiderio. Possono anche simboleggiare l'onore, la ricchezza e il prestigio. Le peonie possono essere regalate per esprimere sentimenti di affetto, ammirazione e gratitudine.

    Le peonie nel linguaggio dei fiori sono associate a diversi significati, tra cui:

    - Bellezza femminile: le peonie sono considerate fiori molto belli e vengono spesso associate alla bellezza delle donne.

    - Amore romantico: le peonie sono spesso regalate come simbolo di amore romantico e passione.

    - Prosperità e fortuna: le peonie sono considerate portatrici di fortuna e prosperità, e vengono spesso regalate come augurio di successo e ricchezza.

    - Onore e nobiltà: le peonie sono anche associate all'onore e alla nobiltà, e possono essere regalate come segno di rispetto e ammirazione.

    - Felicità e buona fortuna: le peonie sono spesso associate alla felicità e alla buona fortuna, e vengono spesso regalate come augurio di gioia e prosperità.

    - Timidezza e vergogna: in alcuni contesti, le peonie possono essere associate alla timidezza e alla vergogna, e possono essere usate per esprimere sentimenti di imbarazzo o timidezza.

    Libri & manuali:

    ... vedi scheda completa su peonia



    Pervinca

    Pervinca - Pianta erbacea rizomatosa (Vinca major) della famiglia delle Apocinacee, comune in boschi e siepi; foglie persistenti, fiori azzurro-violacei con corolla tubulosa a cinque lobi.

    E' una pianta piuttosto diffusa, coltivata sia a scopo ornamentale, soprattutto per realizzare bordure, che per l'impiego farmaceutico, per la produzione di vincristina.
    Alta 10-15 cm, ha un portamento strisciante e tappezzante.

    I fiori compaiono tra marzo e maggio, con una possibile seconda fioritura in autunno e sono caratterizzati da un bellissimo colore azzurro-violetto, denominato appunto blu-pervinca.

    ... vedi scheda completa su pervinca



    Petunia

    La Petunia e' una pianta ornamentale molto popolare originaria del Sud America, appartenente alla famiglia delle Solanaceae.
    E' conosciuta per la sua abbondante fioritura, con fiori bellissimi e colorati che possono essere di diverse forme e dimensioni a seconda della varieta'. Sono ideali per adornare giardini, terrazze, balconi e vasi.

    I fiori sono imbutiformi, semplici o doppi, larghi da 5 a 10 cm, di svariati colori: bianco, scarlatto, violetto, rosa; alcune varieta' portano fiori bicolori. La fioritura e' estiva.

    Descrizione:
    Le piante di Petunia sono generalmente annuali o perenni a breve durata. Hanno un portamento eretto o pendulo, con fusti sottili e flessibili che possono raggiungere lunghezze di 30-60 cm. Le foglie sono di colore verde chiaro o scuro e sono coperte da una leggera peluria. I fiori, a forma di trombetta, possono essere semplici o doppi e presentano una vasta gamma di colori come bianco, rosa, rosso, viola, blu e giallo, con diverse sfumature e combinazioni.

    Coltivazione:
    La Petunia e' una pianta piuttosto facile da coltivare e adatta a diversi climi. Ha bisogno di molta luce e preferisce posizioni soleggiate o semi-ombreggiate. La temperatura ideale per la crescita e' compresa tra i 16 e 24 gradi Celsius, necessita inoltre di un buon drenaggio per evitare ristagni d'acqua che possono causare marciume radicale.

    Terreno: Preferisce terreni fertili, ben drenati, leggeri e contenenti materiale organico (torba, compost). Evitare terreni troppo compatti e argillosi.

    Irrigazione: La Petunia ha bisogno di regolari annaffiature, soprattutto durante la stagione estiva o in presenza di temperature elevate. E' importante non esagerare con l'acqua e lasciare che il terreno si asciughi tra un'annaffiatura e l'altra.

    Concimazione: Per favorire una fioritura rigogliosa, e' consigliabile fornire un concime specifico per piante fiorite, seguendo le dosi e le modalita' indicate sull'etichetta del prodotto.

    Potatura: Per favorire una maggiore ramificazione e fioritura, e' possibile pizzicare i fusti e togliere i fiori appassiti. Questa operazione stimola la pianta a produrre nuovi germogli e fiori.

    Coltivazione in vaso: La Petunia e' adatta alla coltivazione in vaso, scegliere un contenitore adeguatamente grande e assicurarsi che abbia dei fori per il drenaggio dell'acqua. Utilizzare un terriccio leggero e ben drenante.

    Moltiplicazione: La Petunia puo' essere propagata per talea o per seme. La semina si effettua in primavera, all'interno, in contenitori con substrato umido e leggero. Le talee si possono prelevare dalla pianta in primavera o in estate.

    Consigli:
    - Scegli le varieta' di Petunia piu' adatte al tuo contesto e alle tue esigenze. Esistono varieta' nane o compatte ideali per piccoli spazi, varieta' rampicanti per coprire pergole, e varietà con fiori particolari, come i bicolore.
    - Durante la coltivazione in vaso, e' importante monitorare l'umidita' del substrato per evitare che si asciughi eccessivamente.
    - Per combattere eventuali attacchi di parassiti come l'afide o malattie come l'oidio, a' possibile utilizzare prodotti specifici o rimedi naturali, prestando sempre attenzione alle indicazioni riportate sull'etichetta.

    ... vedi scheda completa su petunia



    Phalaenopsis

    Orchidea phalaenopsis - e' la varieta' che va per la maggiore, perche' e' particolare e anche robusta. Sta in vasi di plastica di 15 centimetri.

    Come si cura.
    Vive in casa, sul davanzale di una finestra, ma non al sole.
    I fiori durano fino ai primi di agosto.
    In estate, si innaffia una volta alla settimana cosi': si mette il vaso sotto il rubinetto e si fa scendere l'acqua sui pezzetti di corteccia che ricoprono le radici.

    Fino a quando ci sono fiori, ogni quindici giorni si concima con fertilizzante specifico per orchidee.
    Quando le corolle seccano si taglia il loro stelo, lasciandone un pezzetto lungo 5 centimetri.
    Anche in inverno, si deve bagnare una volta alla settimana.
    Ma si concima solo una volta al mese.

    ... vedi scheda completa su phalaenopsis



    Philodendron

    Philodendron - (vedi pure monstera)
    Famiglia: Araceae.
    E' una pianta rampicante rustica originaria dell’America tropicale. Presenta lunghi fusti con radici aeree che si sviluppano in corrispondenza di ogni nodo.

    Puo' essere fatta arrampicare lungo un tutore coperto di muschio oppure sistemata in panieri appesi e lasciata ricadere.
    Le foglie sono ovali, cuoriformi di un bel verde lucido e scuro.
    Il filodendro sopporto bene l'aria viziata e gli ambienti fumosi.
    Proprio per questo, e' una delle piante piu' facili da coltivare in ambienti chiusi.

    Ama la luce, ma non il sole diretto. La temperatura non deve essere mai inferiorie ai 10/12 gradi.
    Il filodendro ama l'umidita', ma se e' troppo bagnato e' soggetto a marciume radicale.

    Nel periodo vegetativo va bagnata un paio di volte alla settimana; in inverno e' sufficiente una volta.
    Il tutote va comunque sempre tenuto umido e le foglie vanno spruzzate spesso.
    Per riprodurlo, si fanno radicare in acqua le talee apicali, possibilmente durante l'estate.

    ... vedi scheda completa su philodendron



    Photos

    Photos - oppure pothos, Genere di circa 40 specie di piante rampicanti, sempreverdi, originarie dell'Asia sudorientale, caratterizzate da grandi foglie molto decorative.

    Collocare la pianta in luogo molto luminoso, ad esempio vicino ad una finestra, in estate e' opportuno fare attenzione che non venga colpita direttamente dai raggi del sole. Le annaffiature devono essere contenute, si consiglia di non inzuppare mai il terreno e di lasciarlo asciugare tra un'annaffiatura e l'altra.

    La moltiplicazione avviene per talea: all'inizio della primavera si prelevano, dai germogli alla base della pianta, talee lunghe circa dieci centimetri che vanno piantate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali; le talee vanno mantenute ad una temperatura di circa venti gradi fino a radicazione avvenuta, quindi si rinvasano in vasi singoli.

    Se le foglie ingialliscono e tendono a cadere e' il momento di concimare la pianta per esempio sostituendo i primi strati di substrato con del terriccio nuovo e arricchito quindi annaffiare.

    ... vedi scheda completa su photos



    Piante Carnivore

    Piante carnivore
    Ne esistono piu' di 600 specie e tutte meravigliose!
    Non si tratta di esseri enormi e pericolosi, ma di piante anche molto piccole, con un fascino tutto particolare, piante che hanno dovuto adattarsi a mangiare insetti perche' in natura vivono in ambienti poveri di tutti quegli elementi essenziali per la vita delle piante.

    Le troviamo in paludi, in torbiere acide o semplicemente su rocce, cosi' per sopravvivere si sono inventate durante la loro evoluzione forme, colori e trappole per attirare gli insetti e ricavare da loro nutrimento.

    Libri & manuali:

    ... vedi scheda completa su carnivore



    Platycerium

    Platycerium - (vedi pure Felci)
    Genere di Felci epifite appartenenti alle Pteridofite Polipodiacee, proprie delle foreste tropicali.

    Formano un corpo basale costituito da grandi squame sovrapposte da cui si ergono alte foglie verdi, carnose, a forma di corna di cervo.

    ... vedi scheda completa su platycerium



    Poinsettia

    Poinsettia - (stella di natale)
    L'euphorbia pulcherrima e' un piccolo arbusto dal fusto delicato alto di solito 40-50 centimetri. Ma ormai e' facile trovare questa pianta in tante dimensioni, da quelle mini a quelle ad alberello.

    La sua caratteristica e' quella di avere sulla sommita' di ogni ramo una corona di brattee (cioe' di foglie modificate) che con l'avvicinarsi della stagione invernale mutano colore, passando dal verde al rosso, al rosa, al bianco secondo le varieta'.

    Quelli che magari noi pensiamo siano fiori sono in realta' delle foglie, mentre il vero fiore della Stella di Natale - piccolo, giallo e insignificante - compare al centro della corona delle brattee colorate.

    La Stella di Natale ama un'intensa luce diffusa e una temperatura intorno ai 18 gradi. Non ama, invece, i raggi diretti del sole e teme le correnti d'aria e la temperatura elevata.
    E' opportuno, quindi, collocarla in posizione riparata e luminosa, lontana dai caloriferi e da altre fonti dirette di calore.
    Bagnare poco e aspettare che il terriccio asciughi prima di innaffiare nuovamente.

    Libri & manuali:

    ... vedi scheda completa su poinsettia




    Geox: scopri le nuove offerte Amazon! Scarpe a partire da 30


    Dai uno sguardo al vastissimo catalogo dedicato alle scarpe Geox presente su Amazon, dove potete trovare ben 8 pagine di scarpe in sconto a partire da 30,00!

    VAI AL SITO


    Guess + Guess Originals - Scarpe Risparmia fino al 80%


    Se ami la moda, sei nel posto giusto


    Su Priv by Zalando trovi ogni giorno nuove offerte sui tuoi marchi preferiti e nuovi incredibili tesori tutti da scoprire.
    E con queste incredibili offerte potrai risparmiare fino all'75%

    VAI AL SITO


    ManoMano: Bagno nuovo dalla A alla Z!


    Niente di meglio di un bagno nuovo per ravvivare il mese di febbraio.


    Ultimi giorni per approfittare degli sconti sulla selezione dedicata al bagno!

    VAI AL SITO


    Prenota il tuo viaggio a Dubai con lol.travel


    A Dubai non trovi solo l'acqua cristallina, le lunghe spiagge dorate ed i club esclusivi. Scopri i tanti appuntamenti dedicati all'Arte che si tengono qui ogni anno e vivi un'esperienza davvero indimenticabile!


    Utilizza il codice LOLDUBAI2024 per ottenere uno sconto del 10% sulla prenotazione del tuo hotel a Dubai!

    VAI AL SITO


    15%** di sconto extra ❄️ Saldi di fine stagione: nuove offerte


    Marchi prestigiosi a prezzi imbattibili Sconti esclusivi fino al 75 dal prezzo originale

    VAI AL SITO


    - Vedi tutte le News
    - Iscriviti al canale Telegram