ortoegiardino, giardinaggio Home Page        Blog


Voi siete qui: Home > piante da interno > dalla l alla p


mazzo di rose
Coltivare le Piante da interno: dalla l alla p




udemy:
The Complete SQL Bootcamp 2020: Go from Zero to Hero. Now for as low as £11.99
Vedi Tutti i Coupon udemy





Le Piante da interno dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z





Maranta

Maranta - Pianta che cresce rapidamente e che si adatta anche in ambienti poco luminosi.
D'estate si annaffia abbondantemente e si fertilizza ogni 2-3 settimane da maggio a settembre. Se la temperatura e' alta bisogna spruzzarle anche quotidianamente. D'inverno si annaffia moderatamente e si sposta in una posizione piu' luminosa senza esporla al sole diretto.

La temperatura non deve scendere sotto i 10 gradi, ma necessita sempre di spruzzature regolari.
La scarsa umidita' atmosferica favorisce la diffusione del ragnetto rosso, che si combatte spruzzando insetticidi specifici.

Puo' essere attaccata dalle cocciniglie che si possono rimuovere con un batuffolo di cotone imbevuto d'alcool denaturato.
Se le foglie cadono e se gli apici imbruniscono significa che l'aria e' troppo asciutta.
Si possono fare tra maggio e agosto dall'apice dei fusti talee lunghe 8-10 cm, munite di 2-3 foglie.

Si piantano in vasi con torba e sabbia e si chiudono in sacchetti di plastica trasparente e si mettono all'ombra. Dopo che hanno radicato si trattano come adulte.

... vedi scheda completa su maranta



Miltonia

Miltonia - (Vedi pure Orchidee)
Pianta fiorita da interni a seconda della specie di non troppo facile manutenzione.
Miltonia: e' un genere vicino ad Oncidium e Odontoglossum, e con questi e' molto ibridato.

Molto diffuse sono le cosiddette Miltonia panse', ibridi dai grandi e colorati fiori che non e' raro trovare anche in vivai non specializzati.

Come substrato utilizzare un miMiltonia di corteccia tritata e torba oppure un terriccio dedicato per orchidee, comunque molto ben drenato.
Se possibile collocare la pianta in zona ombreggiata. Come temperature si consiglia di non scendere sotto i 15 gradi.
Utilizzare concimi dedicati per orchidee seguendo le indicazioni del produttore.

... vedi scheda completa su miltonia



Monstera

Monstera - Genere di piante sempreverdi, rampicanti, della famiglia delle Aracee, originarie dell'America tropicale.

Il genere Monstera conta circa 20 specie di piante sempreverdi. Si tratta di un vigoroso rampicante erbaceo, caratterizzato da grosse foglie lucide, cuoiose e profondamente frastagliate.
Le foglie sono portate da fusti striscianti, che necessitano di un tutore ricoperto di muschio su cui si inseriscono radici avventizie.

In primavera-estate, anche se molto raramente, fiorisce emettendo una spata di colore verdastro che avvolge uno spadice bianco-crema.
Da questa infiorescenza matura un frutto dal sapore simile all'ananas.

... vedi scheda completa su monstera



Nephrolepis

Nephrolepis - (vedi pure Felci)



Links su Nephrolepis:

... vedi scheda completa su nephrolepis



Orchidee

Orchidee - Piante erbacee perenni, terrestri o epifite, autotrofe, saprofite o parassite, delle regioni tropicali e temperato-calde, appartenenti alla famiglia delle Orchidacee (Monocotiledoni);
foglie lineari carnose, a volte ridotte;
fiori solitari o in infiorescenze con apparati speciali per l'impollinazione entomofila e ornitofila, formati da sei tepali in due verticilli, dei quali l'interno ha un elemento caratteristico, a funzione vessillare, di colore e forma diversi dagli altri, detto labello;
frutti a capsula con numerosi semi piccolissimi.

Le specie epifite hanno radici aeree, ricoperte di uno strato di sostanza spugnosa (velamen) capace di assorbire l'acqua.
Molte specie ornamentali, pregiatissime, vengono coltivate in serra; altre forniscono frutti usati come aromatizzanti (vainiglia) e radici con proprietà medicinali (salep).



Libri & manuali:


... vedi scheda completa su orchidee



Ortensia

Ortensia - Il genere Hydrangea, della famiglia delle Sassifragacee, racchiude 80 specie di arbusti.
Le specie coltivate si adattano a essere allevate sia in vaso sia in piena terra.

Pianta originaria dell'Estremo Oriente. Le foglie sono ovali, grossolanamente dentate e di colore verde chiaro.
I fiori, rosa o azzurri, sono riuniti in corimbi larghi 15 cm; la fioritura e' tipicamente primaverile, per le piante allevate in vaso in ambiente domestico;
i fiori compaiono invece da luglio a settembre per le piante messe a dimora in piena terra.



Libri & manuali:


... vedi scheda completa su ortensia



Pachira Aquatica

Pachira aquatica - La Pachira Aquatica fa parte della famiglia delle Bombaceae (castagno) e proviene dell'America Centrale.

Introdotto nel 1909 a Taiwan, prima per i semi e in seguito per il tronco, il quale veniva usato nella pittura cinese.

Annaffiare con molta moderazione. Durante la crescita concimare leggermente. Mantiene la sua bellezza sia in posti ombrosi che in quelli soleggiati.
Temperatura da 12 a 25 gradi. Se la Pachira dovesse crescere troppo, si possono tagliare alcuni rami. Germogliera' di nuovo nei punti dove si e' tagliato



Libri & manuali:


... vedi scheda completa su pachira_aquatica



Peperomia

Peperomia - Genere di piante della famiglia Piperacee con circa 600 specie proprie dell'America tropicale.

Sono erbe sempreverdi con fusto cespitoso o ramoso, un po' succulento; foglie alterne, largamente ovate o subcuoriformi, carnose, verdi o argentee, assai decorative anche per le evidenti nervature; i fiori sono piccoli, insignificanti, in dense spighe verdastre.
Alcune Peperomie sono coltivate in serra a scopo ornamentale.

... vedi scheda completa su peperomia

... vedi scheda completa su paphiopedilum



Peonia

Peonia - Pianta cespugliosa (Paeonia officinalis) della famiglia delle Ranuncolacee, coltivata per ornamento in varieta' a fiori doppi e variamente colorati.

Anche se piante da esterno la peonia non ama il sole diretto, quindi leggera ombreggiatura. Irrigazione abbondante semza ristagni d'acqua poiche' puo' provocare marciumi vari, bagnare sempre con acqua a temperatura ambiente.



Libri & manuali:


... vedi scheda completa su peonia



Pervinca

Pervinca - Pianta erbacea rizomatosa (Vinca major) della famiglia delle Apocinacee, comune in boschi e siepi; foglie persistenti, fiori azzurro-violacei con corolla tubulosa a cinque lobi.

E' una pianta piuttosto diffusa, coltivata sia a scopo ornamentale, soprattutto per realizzare bordure, che per l'impiego farmaceutico, per la produzione di vincristina.
Alta 10-15 cm, ha un portamento strisciante e tappezzante.

I fiori compaiono tra marzo e maggio, con una possibile seconda fioritura in autunno e sono caratterizzati da un bellissimo colore azzurro-violetto, denominato appunto blu-pervinca.

... vedi scheda completa su pervinca



Petunia

Petunia - Famiglia: Solanaceae.
Il genere Petunia comprende 40 specie erbacee perenni, coltivate come annuali.

Le petunie oggi coltivate sono tutte ibridi ottenuti dalle specie Petunia phoenicia e Petunia nyctanginiflora.
E’ una pianta adatta ad essere coltivata in vaso ed in piena terra; predilige il terreno sabbioso.

I fiori sono imbutiformi, semplici o doppi, larghi da 5 a 10 cm, di svariati colori: bianco, scarlatto, violetto, rosa; alcune varieta' portano fiori bicolori. La fioritura e' estiva.

... vedi scheda completa su petunia



Phalaenopsis

Orchidea phalaenopsis - e' la varieta' che va per la maggiore, perche' e' particolare e anche robusta. Sta in vasi di plastica di 15 centimetri.

Come si cura.
Vive in casa, sul davanzale di una finestra, ma non al sole.
I fiori durano fino ai primi di agosto.
In estate, si innaffia una volta alla settimana cosi': si mette il vaso sotto il rubinetto e si fa scendere l'acqua sui pezzetti di corteccia che ricoprono le radici.

Fino a quando ci sono fiori, ogni quindici giorni si concima con fertilizzante specifico per orchidee.
Quando le corolle seccano si taglia il loro stelo, lasciandone un pezzetto lungo 5 centimetri.
Anche in inverno, si deve bagnare una volta alla settimana.
Ma si concima solo una volta al mese.

... vedi scheda completa su phalaenopsis



Philodendron

Philodendron - (vedi pure monstera)
Famiglia: Araceae.
E' una pianta rampicante rustica originaria dell’America tropicale. Presenta lunghi fusti con radici aeree che si sviluppano in corrispondenza di ogni nodo.

Puo' essere fatta arrampicare lungo un tutore coperto di muschio oppure sistemata in panieri appesi e lasciata ricadere.
Le foglie sono ovali, cuoriformi di un bel verde lucido e scuro.
Il filodendro sopporto bene l'aria viziata e gli ambienti fumosi.
Proprio per questo, e' una delle piante piu' facili da coltivare in ambienti chiusi.

Ama la luce, ma non il sole diretto. La temperatura non deve essere mai inferiorie ai 10/12 gradi.
Il filodendro ama l'umidita', ma se e' troppo bagnato e' soggetto a marciume radicale.

Nel periodo vegetativo va bagnata un paio di volte alla settimana; in inverno e' sufficiente una volta.
Il tutote va comunque sempre tenuto umido e le foglie vanno spruzzate spesso.
Per riprodurlo, si fanno radicare in acqua le talee apicali, possibilmente durante l'estate.

... vedi scheda completa su philodendron



Photos

Photos - oppure pothos, Genere di circa 40 specie di piante rampicanti, sempreverdi, originarie dell'Asia sudorientale, caratterizzate da grandi foglie molto decorative.

Collocare la pianta in luogo molto luminoso, ad esempio vicino ad una finestra, in estate e' opportuno fare attenzione che non venga colpita direttamente dai raggi del sole. Le annaffiature devono essere contenute, si consiglia di non inzuppare mai il terreno e di lasciarlo asciugare tra un'annaffiatura e l'altra.

La moltiplicazione avviene per talea: all'inizio della primavera si prelevano, dai germogli alla base della pianta, talee lunghe circa dieci centimetri che vanno piantate in un miscuglio di sabbia e torba in parti uguali; le talee vanno mantenute ad una temperatura di circa venti gradi fino a radicazione avvenuta, quindi si rinvasano in vasi singoli.

Se le foglie ingialliscono e tendono a cadere e' il momento di concimare la pianta per esempio sostituendo i primi strati di substrato con del terriccio nuovo e arricchito quindi annaffiare.

... vedi scheda completa su photos



Piante Carnivore

Piante carnivore
Ne esistono piu' di 600 specie e tutte meravigliose!
Non si tratta di esseri enormi e pericolosi, ma di piante anche molto piccole, con un fascino tutto particolare, piante che hanno dovuto adattarsi a mangiare insetti perche' in natura vivono in ambienti poveri di tutti quegli elementi essenziali per la vita delle piante.

Le troviamo in paludi, in torbiere acide o semplicemente su rocce, cosi' per sopravvivere si sono inventate durante la loro evoluzione forme, colori e trappole per attirare gli insetti e ricavare da loro nutrimento.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su carnivore



Platycerium

Platycerium - (vedi pure Felci)
Genere di Felci epifite appartenenti alle Pteridofite Polipodiacee, proprie delle foreste tropicali.

Formano un corpo basale costituito da grandi squame sovrapposte da cui si ergono alte foglie verdi, carnose, a forma di corna di cervo.

... vedi scheda completa su platycerium



Poinsettia

Poinsettia - (stella di natale)
L'euphorbia pulcherrima e' un piccolo arbusto dal fusto delicato alto di solito 40-50 centimetri. Ma ormai e' facile trovare questa pianta in tante dimensioni, da quelle mini a quelle ad alberello.

La sua caratteristica e' quella di avere sulla sommita' di ogni ramo una corona di brattee (cioe' di foglie modificate) che con l'avvicinarsi della stagione invernale mutano colore, passando dal verde al rosso, al rosa, al bianco secondo le varieta'.

Quelli che magari noi pensiamo siano fiori sono in realta' delle foglie, mentre il vero fiore della Stella di Natale - piccolo, giallo e insignificante - compare al centro della corona delle brattee colorate.

La Stella di Natale ama un'intensa luce diffusa e una temperatura intorno ai 18 gradi. Non ama, invece, i raggi diretti del sole e teme le correnti d'aria e la temperatura elevata.
E' opportuno, quindi, collocarla in posizione riparata e luminosa, lontana dai caloriferi e da altre fonti dirette di calore.
Bagnare poco e aspettare che il terriccio asciughi prima di innaffiare nuovamente.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su poinsettia