ortoegiardino, giardinaggio Home Page        Blog


Voi siete qui: Home > piante da interno > dalla q alla z


mazzo di rose
Coltivare le Piante da interno: dalla q alla z







Le Piante da interno dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z





Radermachera

Radermachera - Famiglia: Bignoniaceae. Origine: Taiwan, Cina. Pianta ornamentale da foglia, necesita di substrato fertile e ricco di materia organica e una temperatura 18-20 gradi.

... vedi scheda completa su radermachera



Azalea

Azalea Rododendro - Arbusto sempreverde con piccole foglie ovali e cuoiose di colore verde scuro brillante sulla pagina superiore e verde piu' chiaro sulla pagina inferiore.
I fiori sono a corolla semplice o doppia, sono increspati e riuniti in gruppi di 2-5. Hanno colori vivaci e delicati: bianco, rosa o rosso e sbocciano, sottoposte ad un processo di forzatura, da dicembre ad aprile.

Per mantenere piu' a lungo la fioritura e' necessario annaffiarla in maniera corretta: annaffiare dal basso, quasi giornalmente, versando l'acqua nel sotto vaso e lasciare che venga assorbita dalle radici, appena si nota che il terriccio si e' inumidito, togliere l'acqua in eccesso del sottovaso.

Se la pianta si trova in casa riscaldata e si nota un appasimento delle foglie, immergere tutta la pianta in una bacinella d'acqua fino a quando non si sentono piu' le bollicine di aria, quindi fare scocciolare prima di riporre la pianta sul sottovaso.
L'azalea va tenuta in luogo illuminato, ma mai al sole o vicino a termosifoni o fonti di calore.



Libri & manuali:


... vedi scheda completa su rododendro



Sansevieria

Sansevieria - Pianta originaria dell'Africa tropicale, il nome deriva dal napoletano Raimondo de Sango principe di Sanseviero vissuto nel 1700.

Ha foglie spesse e carnose che tollerano bene anche lunghi periodi di siccita'.
Uso: vive bene in appartamento, la temperatura ottimale e' di 18-20 gradi, anche se sopporta fino ai 10-12 gradi.

... vedi scheda completa su sansevieria



Schefflera

Schefflera - Famiglia: Goodoniaceae.
Il genere Scaevola raggruppa circa 110 piante arbustive, suffruticose e sempreverdi.

Fioriscono in estate, tra luglio e settembre. I fiori possono essere azzurri, blu, lilla, rosso pallido, riuniti in infiorescenze con forma a spiga terminale oppure a ombrelle terminali.

La maggior parte delle specie si presenta come arbusti rigidi, caratterizzati da foglie lanceolate piccole, leggermente carnose e pelose.
In alcune, i rami hanno uno sviluppo e un portamento orizzontale. In particolare la specie Scaevola aemula e' considerata una tappezzante, per la sua capacita' di ricoprire vaste superfici.

La Schefflera ama un terreno soffice e apprezza innaffiature modeste e regolari, tollera senza risentirne eventuali periodi di siccita' ma le sue radici temono decisamente i ristagni d'acqua.
Nel periodo vegetativo questa pianta gradisce una concimazione mensile.
La riproduzione avviene per talea da effettuarsi all'inizio della primavera, in aprile.

... vedi scheda completa su schefflera



Skimmia

Skimmia - (Rutaceae)
originaria dell'Asia, comprende sette otto specie di arbusti sempreverdi a crescita lenta. I fiori maschili e femminili sbocciano su piante separate in marzo aprile. Sono piccoli, stellati, riuniti in pannocchie terminali e sono seguiti da bacche.

Si tratta di piante sempreverdi, che quindi mantengono le foglie per tutto l'arco dell'anno. Queste piante danno origine ad un arbusto di forma arrotondata.
Queste piante vengono poste a dimora in terreno soffice, ma abbastanza pesante, non eccessivamente drenato.

... vedi scheda completa su skimmia



Syngonium

Syngonium - Famiglia: Aracee. Il genere Syngonium comprendente una ventina di specie per lo piu' dell'America centrale e tropicale, da dove sono state importate soprattutto come piante d'appartamento.

Si tratta per lo piu' di specie rampicanti a fusti flessibili, che ai nodi portano radici aeree, con foglie sagittiformi da giovani, suddivise in 5-9 lobi diseguali da adulte e sostenute da piccioli inguainanti.

Temperatura: 15-25 gradi, sempre comunque in acquario temperato-caldo; pH: neutro; durezza dell'acqua: media; illuminazione: debole-normale; substrato: sabbioso.

Annaffiare regolarmente, evitando i ristagni idrici, ma mantenendo il terreno costantemente umido. Da marzo a ottobre mescolare del concime per piante verdi all'acqua delle annaffiature, ogni 15-20 giorni.
I Syngonium non sopportano la siccita', alcune varieta' vengono infatti utilizzate come vegetazione per gli acquari.

... vedi scheda completa su syngonium



Spatiphyllum

Spatiphyllum - Famiglia: Araceae. Pianta apprezzata sia per la bellezza delle foglie sia per quella dei fiori. Le foglie sono lanceolate e di un lucido color verde scuro.

Quando lo spatifillo fiorisce, una lunga spata bianca raccoglie un infiorescenza cilindrica si colore giallo pallido. Il ciclo della fioritura inizia a primavera e puo' ripetersi fino all'autunno inoltrato. Lo spatifillo ha un'altezza tra 30 e 50 cm. e puo' raggiungere anche dimensioni notevoli in larghezza. Si presta quindi bene ad essere coltivato in ciotole larghe.

Vegeta bene in posizione luminosa ma non esposta direttamente ai raggi del sole. Richiede una temperatura costante tra i 15 e i 20 gradi.
D'estate e' opportuno mettere questa pianta all'aperto, in luogo ombreggiato. necessita di regolari e frequenti annaffiature. E' opportuno spruzzare di tanto in tanto le foglie per dare umidita' alla pianta. Un buon accorgimento e' quello di appoggiare il vaso contenente lo spatifillo su un vassoio coperto di argilla espansa costantemente inumidita.

Concimazione: durante il periodo vegetativo (da marzo a ottobre), lo spatifillo va concimato regolarmente ogni due o tre settimane.
Le concimazioni vanno sospese durante il periodo invernale di riposo della pianta. E' una pianta che necessita di frequenti rinvasi. Sarebbe opportuno rinvasarlo ogni anno prima dell'estate. Si puo' moltiplicare dividendo il rizoma al momento del rinvaso.

... vedi scheda completa su spatiphyllum



Stromanthe

Stromanthe - Famiglia: Marantaceae. Questa pianta ama molta luce ma non il sole diretto e una temperatura minima di 15 gradi.

Il terriccio non deve mai asciugarsi completamente, concimare ogni 15 giorni. Le foglie della Stromanthe si chiudono di sera mettendo in mostra il colore viola porpora della parte inferiore delle foglie.
Il termine "Stromanthe" deriva dal greco e significa "letto di fiori": i fiori rossi, situati nella parte superiore della pianta, e' come se fossero "coricati" su una specie di lettino.

... vedi scheda completa su stromanthe



Surfinia

Surfinia - Dopo il geranio e' la pianta piu' fiorita che si vede sui balconi o sulle terrazze, la pianta richiede molto sole, acqua e concime. La pianta e' una varieta' della petunia pendula.

E' una perenne pero' coltivata come annuale, ha lunghi rami ricadenti che possono raggiungere anche il metro di lunghezza, le foglie sono ovali e oblunghe i fiori ascellari hanno corolle imbutiformi che misurano di diametro da 6 a 15cm, il colore dei fiori varia a seconda della varieta' dal viola scuro al rosa pallido cio' crea un bel contrasto con il verde uniforme delle foglie.

Per una buona crescita la pianta ha bisogno di abbondanti irrigazioni, l'apporto di acqua deve in ogni caso seguire l'andamento climatico, nei periodi troppo piovosi e umidi meglio sospendere, nei periodi estivi quando e' troppo secco la pianta ha bisogno di irrigazioni regolari anche 2 volte al giorno, evitare sempre i ristagni d'acqua.

La surfinia, come la petunia e' una pianta ideale per vasi e fioriere, ma, rispetto alla petunia tradizionale, questa pianta ha una crescita e una fioritura estremamente vigorosa e puo' dar luogo ad un tappeto fittissimo di fiori o ad una vera e propria cascata della lunghezza anche di tre metri.

... vedi scheda completa su surfinia



Tagete

Tagete o tagetes - Famiglia: Compositae. Il genere Tagetes comprende piu' di trenta specie di piante erbacee, annuali e perenni. Foglie lanceolate e seghettate, verde scuro; emettono un odore pungente quando vengono maneggiate. I fiori, dalle belle tinte calde tra il giallo e l'arancio, sono a capolino e compaiono dall'estate all'autunno inoltrato.

Comprende specie erbacee annuali o perenni, alte da 25 a 80 cm, piante rustiche, con il fusto cespuglioso, ampiamente ramificato, compatto e uniforme, foglie pennate e frastagliate, di colore verde scuro, esalanti un caratteristico odore aromatico penetrante, che ha dato origine al nome comune Puzzola; dalle specie Tagetes erecta, Tagetes patula e Tagetes tenuifolia sono nati numerosi ibridi di interesse orticolo, dallo sviluppo nano o gigante, con fiori minuti o grandi, di colore giallo citrino o rosso-bruno, con fioritura da maggio a ottobre.

Facili da coltivare richiedono esposizione in pieno-sole o mezz'ombra, terreno ricco e soffice, adattandosi pero' a qualunque tipo di suolo, anche siccitoso, scarse annaffiature. Si moltiplica con la semina successivo trapianto a dimora.

... vedi scheda completa su tagete



Tradescantia

Tradescantia - Genere di piante erbacee della famiglia Commelinacee, comprendente un centinaio di specie originarie dell'America Settentrionale e tropicale.

Di aspetto e portamento molto variabili, hanno fiori blu, rossi o bianchi raccolti in cime; il frutto e' una capsula. Ha foglie ovali-ellittiche carnose con striature color bianco crema e la pagina inferiore color porpora (Tradescantia fluminensis) o con striature bianche e porpora (Tradescantia albiflora tricolor), portate da corti piccioli.

Alcune specie di questo genere sono amate in Europa come piante ornamentali. A dispetto di tutto cio', vengono anche chiamate, nel linguaggio comune, erba miseria.
Il nome e' probabilmente legato al portamento scadente delle piante di questo genere, che sono prettamente erbacee. Il fiore e' dotato di soli tre petali, altrettanti sepali e sei stami gialli.

... vedi scheda completa su tradescantia



Viola mammola

Viola mammola - Pianta erbacea, perenne, con rizoma breve da cui partono stoloni che radicano nel terreno.
Le foglie sono riunite in una rosetta basale, hanno un lungo picciolo, sono di forma ovale e spesso reniforme, con margine crenato. I fiori sono profumati, viola, raramente bianchicci e con lungo peduncolo provvisto, a meta' della sua altezza, di due bratteole opposte; la sua corolla e' formata da cinque petali di cui quello inferiore e' prolungato posteriormente in un piccolo sperone dello stesso colore.

Le viole gradiscono posizioni ombreggiate, terreno soffice, ricco, di medio impasto, fresco, adattandosi pero' a qualunque tipo di suolo, le specie perenni possono fiorire per tutto l'inverno nelle zone a clima mite mentre nei climi più gelidi vanno riparate sotto vetro.

Si moltiplicano con la semina a fine estate per avere la fioritura dalla fine dell'inverno successivo, o per divisione dei cespi alla fine della fioritura.



Libri & manuali:

... vedi scheda completa su viola_mammola



Violetta africana

Violetta africana - (Saint Paulia) La famiglia alla quale appartiene e' quella delle gesneriaceae.
Si tratta di una pianta perenne, sempreverde disponibile in 21 specie diverse, alcune delle quali formano ciuffi o rosette mentre altre crescono in altezza, formando lunghi steli.

Rinvaso ogni due anni, nel mese di aprile. Le piantine devono essere collocate in posizioni luminose, ma lontano dalla luce diretta del sole.
La temperatura ideale e' di 15-20 gradi e durante l’inverno non deve scendere al di sotto di 12-14 gradi.
Il terriccio non deve essere calcareo e deve essere costituito da torba, sabbia e terriccio di foglie.
Nel periodo compreso tra maggio e settembre e' necessario somministrare, ogni 10-15 giorni, un fertilizzante liquido diluito. Per quanto riguarda le annaffiature la Saint Paulia predilige terreni sempre umidi, anche se si deve evitare di bagnarla in maniera troppo abbondante. E’ importante evitare di bagnare le foglie, che potrebbero in tal caso macchiarsi.

La moltiplicazione dalla Saint Paulia avviene attraverso talee fogliari (picciolo lungo circa 5 cm), che vengono prelevate tra giugno e settembre. Le talee vengono collocate, singolarmente, in vasi dal diametro di 6-7 cm, riempiti con un miscuglio di torba e sabbia, e disposte poi in un cassone da moltiplicazione. Un'altra modalita' di moltiplicazione e' quella della semina. Questa deve avvenire da marzo ad aprile. I semi devono essere interrati in vasi riempiti con un miscuglio di terriccio non calcareo, torba e sabbia, in parti uguali. Quando le piantine diventeranno piu' grandi e potranno dunque essere maneggiate piu' facilmente, si procedera' al rinvaso in contenitori di 7-8 cm.

... vedi scheda completa su violetta_africana



Vriesea

Vriesea - (Vriesia) Pianta fiorita da interno di facile coltivazione e reperibilita'. E' importante matenere la pianta lontano dai raggi diretti del sole. La fioritura dipende dalla specie, Inizia a fiorire verso giugno fino all'autunno.

E' meglio non scendere sotto i 15 gradi di temperatura.
Propagazione tramite talea.
Mantenere il terreno umido durante la stagione calda, evitare ristagni d'acqua, diminuire drasticamente le annaffiature in inverno.

Si coltivano su substrati legnosi, ricoperti di muschio, richiedono luce solare filtrata, ambienti caldo-umidi, concimazioni mensili, con fertilizzante liquido di media concentrazione, bagnando le foglie, la coppa centrale e le radici aeree, annaffiature regolari, mantenendo la coppa centrale sempre piena d'acqua fresca che deve essere svuotata e riempita con acqua pulita almeno una volta al mese e occorre fare attenzione a non mettergli mai il concime o qualunque altra sostanza.

In primavera rinvasare o rinterrare le piante coltivate in vaso, utilizzando terriccio specifico per bromeliacee.
Nel periodo invernale si mantiene in buone condizioni se posta nei luoghi piu' caldi della casa, ad una temperatura compresa tra i 18 e i 24 gradi, sempre che ci sia una elevata umidita' ambientale. Moderare le annaffiature perche' per effetto della scarsa illuminazione, propria del periodo invernale, la pianta tenderebbe ad allungarsi assumendo un aspetto pallido e antiestetico.

... vedi scheda completa su vriesea



Yucca

Yucca - Famiglia: Liliacee, il cui genere Yucca comprende circa 40 specie, che allo stato spontaneo possono raggiungere un'altezza di circa 12 m. Foglie persistenti, lunghe e appuntite si sviluppano alla sommita' dei tronchi legnosi dove sono raccolte in ciuffi.

Se lasciata all'aperto, sconsigliato nei climi dall'autunno-inverno freddi, sviluppa al centro della rosetta di foglie un'infiorescenza, lunga anche 60 cm, costituita da tanti fiori campanuli di colore bianco.

Se coltivata in piena terra preferisce le zone dal clima marittimo, anche se puo' crescere nel Nord Italia in posizioni riparate dal gelo.
Richiede esposizione soleggiata, terreni asciutti e senza ristagno d'acqua.

Le piante coltivate in vaso richiedono ambienti caldi e luminosi, concimazioni liquide poco frequenti, annaffiature controllate d'estate e diradate d'inverno, si rinvasa o rinterra ogni primavera, usando terriccio universale.

Si moltiplica per mezzo di talee di segmenti di tronco, divisione dei polloni basali, o piu' difficilmente con la semina in vasi o cassette e successivo trapianto a dimora.

... vedi scheda completa su yucca



Zamioculcas

Zamioculcas - detta anche ZAMIA proviene dalle foreste dell'africa ha un portamento cespitoso con rami lunghi e vigorosi fino a 80-90cm di forma circolare e dall'aspetto carnoso di colore verde scuro.

Descrizione

Sui rami compaiono piccole foglie di forma ovale lunghe 3-6cm di colore verde scuro e lucenti. Ha fiori che sbocciano solo sulle piante di grandi dimensioni raramente sulle specie coltivate in casa. La pianta ha poche esigenze idriche e di coltivazione raramente quasi nulli gli attacchi parassitari i danni maggiori che si possono fare sono gli eccessi idrici o una troppo esposizione alla luce diretta del sole da tenere pulite le foglie che sono la loro prerogativa con un panno umido.

La sua esposizione e' da tenere con luce bassa e diffusa non tollera l'esposizione dei raggi diretti del sole le annaffiature sono da farsi solo quando il substrato e' ben asciutto e non lasciare mai acqua nel sottovaso deve avere un terriccio fertile e ben drenato le concimazioni servono solo 2 volte all'anno una nella tarda primavera e l'altra alla fine dell'estate con fertilizzanti liquidi tollera bene basse temperature purche' l'umidita' ambientale sia scarsa e il terriccio quasi asciutto.

Coltivazione

La Zamioculcas e' una piante resistente, adattabile a qualsiasi tipo di terreno e buona anche come pianta d'appartamento. E' coltivabile anche in terriccio per piante succulente e preferisce una buona illuminazione, non direttamente sotto i raggi solari; e tollera anche l'ombra. L'innaffiatura va fatta circa ogni 7/10 giorni e con moderazione, consentendo al terreno di asciugarsi tra l'una e la successiva.Attenzione alle innaffiature l'eccesso di acqua potrebbe far marcire le radici e quindi segnare la fine della pianta.Riguardo il concime, e' preferibile usare quello per piante succulente, circa ogni 3 settimane nel periodo che parte dalla primavera all'autunno.

Propagazione

La propagazione avviene sia seme che per talea di foglia (molto facile in acqua). Quest'ultima e' piu' diffusa, vista la facilita' di attecchimento della pianta, e la relativa difficolta' nel reperire semi.

... vedi scheda completa su zamioculcas