Voi siete qui: Home > ortaggi > dalla r alla z




  • ibs: SANREMO 2023
    L'evento musicale più atteso dell'anno: scopri tutte le novità e gli album in prenotazione dei cantanti in gara al settantatreesimo Festival della Canzone Italiana.
    Vedi Tutti i Coupon ibs


  • Drosera: coltivazione e curiosità sulla pianta

    La drosera è una pianta carnivora sempre più richiesta a scopo ornamentale. Le oltre 150 specie di drosera sono infatti in grado di catturare piccoli insetti, grazie alle loro foglie adesive, capaci di comportarsi come tentacoli.
    Facile da coltivare sia in vaso che in giardino, non tutti sanno che nel corso dei secoli la drosera è stata anche utilizzata come rimedio naturale contro la tosse e per curare le verruche.

    VAI AL SITO

    Sansevieria: come coltivare la pianta depura ambiente

    La Sansevieria, con le sue foglie screziate e il portamento elegante, è una pianta d'appartamento utilizzata per decorare e purificare gli interni della casa.

    VAI AL SITO

    Come curare e coltivare la Begonia: una delle piante perenni più belle ed affascinanti di sempre

    Oggi ci rivolgiamo a tutti voi, esperti di giardinaggio o comunque appassionati: come si fa a coltivare e curare la begonia nel modo corretto? Parliamone insieme.

    VAI AL SITO

    Idrocoltura: come coltivare le piante passo passo con questa tecnica

    Hai mai sentito parlare dell’idrocoltura? Ovvero della coltivazione delle piante senza terra? Si tratta di un processo molto facile

    VAI AL SITO

    Piante resistenti al freddo: giardini e balconi sempre fioriti

    Spesso, sbagliando, si crede che durante il periodo invernale non si possano coltivare le piante a causa delle temperature molto basse che caratterizzano la stagione anche a causa delle forti piogge e delle nevicate.

    VAI AL SITO


    Vedi tutte le News



    Gli ortaggi dalla A alla Z:
    A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z


    il ravanello

    Ravanello - Pianta erbacea, originaria della Cina e del Giappone, appartenente alla famiglia delle Crucifere e coltivata nelle regioni temperate dell'emisfero boreale per le radici saporite, consumate crude accanto a insalata e altre verdure. Le diverse varietà si presentano con dimensioni, forme e colori differenti, anche a seconda della stagione in cui vengono raccolte; i ravanelli coltivati in primavera, ad esempio, sono piccoli e tondi, mentre quelli raccolti in estate sono più grossi e allungati.

    ...vedi scheda completa su ravanello




    la rucola

    Rucola - La rucola (detta anche ruchetta) è una pianta erbacea, annuale, largamente utilizzata in molte ricette. Alta circa 50 cm, presenta foglie riunite in una rosetta basale e fusti ascendenti o eretti. I fiori sono riuniti in racemi e hanno una corona gialla composta da quattro petali. I frutti sono silique che contengono numerosi semi. Coltivazione: La rucola non presenta particolari problemi di coltivazione, e cresce bene in tutti i tipi di terreno. Più il terreno è arido, più le foglie diventano piccanti e presentano una lamina spessa.

    ...vedi scheda completa su rucola




    la scorzobianca la scorzonera

    Scorzobianca e Scorzonera - specie erbacea biennale, appartenente alla famiglia delle Composite. la scorzobianca è ampiamente coltivata in Europa e America per le radici commestibili, bianche, lunghe 20-30 cm. Le radici si consumano cotte e viene raccolta in autunno.  Una specie affine è la scorzonera, così chiamata per il colore nerastro delle radici commestibili, che vengono utilizzate essenzialmente come quelle della scorzobianca.  Classificazione scientifica: la prima è classificata come Tragopogon porrifolius, mentre la seconda è denominata Scorzonera hispanica.

    ...vedi scheda completa su scorzo




    il sedano

    Sedano - Denominazione comune di alcune specie erbacee biennali, appartenenti alla stessa famiglia del prezzemolo. Sono originarie dell'Europa, ma vengono ampiamente coltivate in tutto il mondo. I "gambi" (ovvero i fusti fogliari) del sedano possono raggiungere 30-75 cm di lunghezza e vengono consumati, crudi o cotti, in insalate, minestre e altre pietanze. In genere hanno un colore verde o giallognolo e un sapore lievemente amaro. Per evitare questo inconveniente, i fusti delle varietà coltivate vengono comunemente tenuti al riparo dalla luce nell'ultima fase di crescita; le piante così trattate perdono parte del loro sapore amarognolo, insieme al colore verde e ad alcune vitamine. Nel secondo anno di crescita le piante sviluppano fusti fioriferi lunghi 60-90 cm, su cui sbocciano piccoli fiori bianchi riuniti in ombrelle apicali. Dal frutto essiccato della pianta si ricavano semi, utilizzati come condimento e nella preparazione di sedativi. Le piante del sedano possono essere attaccate da numerose malattie e da alcuni insetti parassiti.

    Libri & manuali:

    ...vedi scheda completa su sedano




    la soia

    Soia  - Pianta leguminosa annuale,  originaria delle regioni orientali della Cina. La pianta ha un fusto eretto e peloso, lungo 0,5-1,5 m, ed è caratterizzata da larghe foglie trifogliate, da piccoli fiori bianchi o purpurei e da corti baccelli contenenti 1-4 semi.
    Classificazione scientifica: La soia appartiene alla famiglia delle Papilionacee e il suo nome scientifico è Glycine max.

    Libri & manuali:

    ...vedi scheda completa su soia




    gli spinaci

    Spinacio - Pianta annuale, appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee e largamente coltivata come ortaggio per le sue foglie nutrienti e saporite. Con molta probabilità è originaria delle regioni sudoccidentali del continente asiatico e dal XII secolo è presente anche in Europa; da allora la coltivazione e il consumo di spinaci si diffusero rapidamente, raggiungendo un apice di popolarità negli anni Venti del nostro secolo, quando all'interno delle sue foglie furono individuate importanti sostanze nutritive, come il ferro e le vitamine A e B2. Tra le varietà coltivate, gli spinaci a foglia riccia, più resistenti, possono essere venduti freschi, mentre quelli a foglia liscia, più delicati ma più facili da pulire, vengono sottoposti a surgelazione o inscatolati. Le foglie degli spinaci vengono raccolte quando formano ancora una fitta rosetta basale sulla pianta non ancora completamente sviluppata. In condizioni di siccità, di intensa irradiazione solare e di temperature particolarmente elevate gli spinaci tendono a produrre fiori molto rapidamente e a scapito delle foglie; per questo motivo la loro coltivazione si effettua prevalentemente, nelle regioni fredde, in primavera o in autunno e in quelle calde in inverno. Gli spinaci crescono molto velocemente e le loro foglie possono essere raccolte già 40 giorni dopo la semina. Classificazione scientifica: Gli spinaci appartengono alla famiglia delle Chenopodiacee e il loro nome scientifico è Spinacia oleracea.

    Libri & manuali:

    ...vedi scheda completa su spinacio




    il topinambur

    Topinambur - Specie perenne, coltivata come annuale per i tuberi commestibili, che vengono consumati come ortaggi, bolliti o cotti, o utilizzati come foraggio per il bestiame. Il topinambur è originario dell'America settentrionale e dal punto di vista filogenetico è molto affine al girasole, con il quale condivide il genere (Helianthus) e la famiglia (Vedi Composite). È caratterizzato da fusti lunghi fino a 3 m e da radici tuberose, da cui si ricavano inulina e levulosio (Vedi Fruttosio). Classificazione scientifica: Il topinambur appartiene alla famiglia delle Composite e il suo nome scientifico è Helianthus tuberosus.

    ...vedi scheda completa su topinambur


    ...vedi scheda completa su verdura




    la zucca

    Zucca - Denominazione comune di alcune specie di piante erbacee, annuali, originarie del Sud America e appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee. Con lo stesso nome viene descritto anche il frutto commestibile da esse prodotto, che viene consumato come ortaggio. Caratteri comuni a tutte le zucche sono il fusto prostrato o rampicante, lungo 2-6 m, le foglie grandi e cuoriformi, i fiori color giallo brillante. Le zucchine sono piante affini alle zucche, ma, diversamente da esse, i loro frutti vengono raccolti prima che la scorza del frutto cominci a indurirsi. Dalla zucchina, per ibridazione, si sono ottenute varietà che producono frutti ornamentali, molto colorati. Classificazione scientifica: Le zucche appartengono al genere Cucurbita della famiglia delle Cucurbitacee e sono classificate come Cucurbita maxima e Cucurbita moschata. Il nome scientifico delle zucchine è Cucurbita pepo.

    Libri & manuali:

    ...vedi scheda completa su zucca