ortoegiardino, giardinaggio Home Page    Blog Offerte    Shop    Vetrina

Voi siete qui: Home > ortaggi > dalla r alla z


Pomodoro
Coltivare gli Ortaggi: dalla r alla z
Asparago







Gli ortaggi dalla A alla Z:
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z






il ravanello

Ravanello - Pianta erbacea, originaria della Cina e del Giappone, appartenente alla famiglia delle Crucifere e coltivata nelle regioni temperate dell'emisfero boreale per le radici saporite, consumate crude accanto a insalata e altre verdure. Le diverse varietà si presentano con dimensioni, forme e colori differenti, anche a seconda della stagione in cui vengono raccolte; i ravanelli coltivati in primavera, ad esempio, sono piccoli e tondi, mentre quelli raccolti in estate sono più grossi e allungati.

...vedi scheda completa su ravanello




la rucola

Rucola - La rucola (detta anche ruchetta) è una pianta erbacea, annuale, largamente utilizzata in molte ricette. Alta circa 50 cm, presenta foglie riunite in una rosetta basale e fusti ascendenti o eretti. I fiori sono riuniti in racemi e hanno una corona gialla composta da quattro petali. I frutti sono silique che contengono numerosi semi. Coltivazione: La rucola non presenta particolari problemi di coltivazione, e cresce bene in tutti i tipi di terreno. Più il terreno è arido, più le foglie diventano piccanti e presentano una lamina spessa.

...vedi scheda completa su rucola




la scorzobianca la scorzonera

Scorzobianca e Scorzonera - specie erbacea biennale, appartenente alla famiglia delle Composite. la scorzobianca è ampiamente coltivata in Europa e America per le radici commestibili, bianche, lunghe 20-30 cm. Le radici si consumano cotte e viene raccolta in autunno.  Una specie affine è la scorzonera, così chiamata per il colore nerastro delle radici commestibili, che vengono utilizzate essenzialmente come quelle della scorzobianca.  Classificazione scientifica: la prima è classificata come Tragopogon porrifolius, mentre la seconda è denominata Scorzonera hispanica.

...vedi scheda completa su scorzo




il sedano

Sedano - Denominazione comune di alcune specie erbacee biennali, appartenenti alla stessa famiglia del prezzemolo. Sono originarie dell'Europa, ma vengono ampiamente coltivate in tutto il mondo. I "gambi" (ovvero i fusti fogliari) del sedano possono raggiungere 30-75 cm di lunghezza e vengono consumati, crudi o cotti, in insalate, minestre e altre pietanze. In genere hanno un colore verde o giallognolo e un sapore lievemente amaro. Per evitare questo inconveniente, i fusti delle varietà coltivate vengono comunemente tenuti al riparo dalla luce nell'ultima fase di crescita; le piante così trattate perdono parte del loro sapore amarognolo, insieme al colore verde e ad alcune vitamine. Nel secondo anno di crescita le piante sviluppano fusti fioriferi lunghi 60-90 cm, su cui sbocciano piccoli fiori bianchi riuniti in ombrelle apicali. Dal frutto essiccato della pianta si ricavano semi, utilizzati come condimento e nella preparazione di sedativi. Le piante del sedano possono essere attaccate da numerose malattie e da alcuni insetti parassiti.

Libri & manuali:



...vedi scheda completa su sedano




la soia

Soia  - Pianta leguminosa annuale,  originaria delle regioni orientali della Cina. La pianta ha un fusto eretto e peloso, lungo 0,5-1,5 m, ed è caratterizzata da larghe foglie trifogliate, da piccoli fiori bianchi o purpurei e da corti baccelli contenenti 1-4 semi.
Classificazione scientifica: La soia appartiene alla famiglia delle Papilionacee e il suo nome scientifico è Glycine max.

Libri & manuali:

...vedi scheda completa su soia




gli spinaci

Spinacio - Pianta annuale, appartenente alla famiglia delle Chenopodiacee e largamente coltivata come ortaggio per le sue foglie nutrienti e saporite. Con molta probabilità è originaria delle regioni sudoccidentali del continente asiatico e dal XII secolo è presente anche in Europa; da allora la coltivazione e il consumo di spinaci si diffusero rapidamente, raggiungendo un apice di popolarità negli anni Venti del nostro secolo, quando all'interno delle sue foglie furono individuate importanti sostanze nutritive, come il ferro e le vitamine A e B2. Tra le varietà coltivate, gli spinaci a foglia riccia, più resistenti, possono essere venduti freschi, mentre quelli a foglia liscia, più delicati ma più facili da pulire, vengono sottoposti a surgelazione o inscatolati. Le foglie degli spinaci vengono raccolte quando formano ancora una fitta rosetta basale sulla pianta non ancora completamente sviluppata. In condizioni di siccità, di intensa irradiazione solare e di temperature particolarmente elevate gli spinaci tendono a produrre fiori molto rapidamente e a scapito delle foglie; per questo motivo la loro coltivazione si effettua prevalentemente, nelle regioni fredde, in primavera o in autunno e in quelle calde in inverno. Gli spinaci crescono molto velocemente e le loro foglie possono essere raccolte già 40 giorni dopo la semina. Classificazione scientifica: Gli spinaci appartengono alla famiglia delle Chenopodiacee e il loro nome scientifico è Spinacia oleracea.

Libri & manuali:


...vedi scheda completa su spinacio




il topinambur

Topinambur - Specie perenne, coltivata come annuale per i tuberi commestibili, che vengono consumati come ortaggi, bolliti o cotti, o utilizzati come foraggio per il bestiame. Il topinambur è originario dell'America settentrionale e dal punto di vista filogenetico è molto affine al girasole, con il quale condivide il genere (Helianthus) e la famiglia (Vedi Composite). È caratterizzato da fusti lunghi fino a 3 m e da radici tuberose, da cui si ricavano inulina e levulosio (Vedi Fruttosio). Classificazione scientifica: Il topinambur appartiene alla famiglia delle Composite e il suo nome scientifico è Helianthus tuberosus.

...vedi scheda completa su topinambur


...vedi scheda completa su verdura




la zucca

Zucca - Denominazione comune di alcune specie di piante erbacee, annuali, originarie del Sud America e appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee. Con lo stesso nome viene descritto anche il frutto commestibile da esse prodotto, che viene consumato come ortaggio. Caratteri comuni a tutte le zucche sono il fusto prostrato o rampicante, lungo 2-6 m, le foglie grandi e cuoriformi, i fiori color giallo brillante. Le zucchine sono piante affini alle zucche, ma, diversamente da esse, i loro frutti vengono raccolti prima che la scorza del frutto cominci a indurirsi. Dalla zucchina, per ibridazione, si sono ottenute varietà che producono frutti ornamentali, molto colorati. Classificazione scientifica: Le zucche appartengono al genere Cucurbita della famiglia delle Cucurbitacee e sono classificate come Cucurbita maxima e Cucurbita moschata. Il nome scientifico delle zucchine è Cucurbita pepo.

Libri & manuali:

...vedi scheda completa su zucca



I consigli del giardiniere:
Scegli le tue piante da orto preferite fra le numerose varietà che Amazon propone in vendita online.



- Tutti i libri di orto e ortaggi, su Amazon.it

- Libri su Coltivare l'orto su IBS.it